Rispondi a: Il libro perduto di Nostradamus

Home Forum MISTERI Il libro perduto di Nostradamus Rispondi a: Il libro perduto di Nostradamus

#10944
Richard
Richard
Amministratore del forum

io sono di questo parere

[youtube=420,347]portalplayer.swf
allora se l' Universo è un frattale e apprende come risultato di un ciclo aperto della natura frattale dello spazio, se capite questo principio desiderate che la vostra galassia locale abbia la maggior quantita di centri di apprendimento per l' Universo, piu apprendimento e piu conoscenza disponibile per tutti e per crescere, queste civiltà quindi inseminano i pianeti ed ecco perche vengono qua e prendono ovuli e sperma per inseminare altri pianeti,
8:00 Quando arrivano su un pianeta non possono mettere i loro geni direttamente nel pianeta, è come mettere una pianta tropicale in alaska, non sopravvive o distruggi la biologia di quel pianeta, quindi prendono le specie piu evolute del pianeta e incrociano i geni con i loro e accelerano l'evoluzione e per noi ha prodotto l'Homo Sapiens ecco perchè ci manca l'anello
8:48 Capite?
Quando hanno dato il potere dell'Arca ad Adamo ed Eva, il primo incrocio che hanno fatto, hanno capito, lei era furba, lei ha capito ecco perchè c'è la mela, il doppio toroide, lei ha capito che era una tecnologia con potere che poteva usare, ha capito come usarlo e se leggete la Bibbia dice “Oh no ora l'uomo è divenuto immortale!” Lei ha capito e lo ha spiegato ad Adamo, quindi gli Dei Solari hanno deciso , immagino, di lasciarli andare e questo ha generato l'evoluzione di Atlantide e Lemuria descritta da Platone, vi assicuro che tutto questo non me lo sono immaginato, viene da molta molta ricerca ok?
L'evoluzione di Atlantide e Lemuria è stata progettata dall'inizio, loro non avevano appreso la distruzione, hanno avuto cosi tanto potere da divenire corrotti e quindi per quanto ho capito è avvenuto un evento naturale, un enorme meteorite..

———–
http://www.dnamagazine.it/interrogatorio.html
Victor dell’Area 51
Sul fantomatico Victor non si è mai saputo nulla. Tom Coleman, da me interpellato più volte in merito, ha sempre ribadito che si trattava di un tecnico addetto al riversamento di immagini, girate in formato video Beta, poi trasferite in digitale, il tutto ai fini della conservazione e della consultazione rapida. Secondo Victor, esistevano centinaia di ore di interviste con diversi esseri. Lasciato solo per alcuni minuti, Victor fece una copia VHS di un filmato che stava visionando e riuscì a portarla fuori dalla base di nascosto, nella sua borsa degli attrezzi. Dopo diversi tentativi
infruttuosi di contatti con dirigenti televisivi, incluso Robert Kiviat della Fox, il 26 Luglio 1996 Victor si rivolse alla Rocket Video, il cui il presidente, Tom Coleman, dopo alcuni tentennamenti interpellò Jeff Broadstreet, sapendo del suo interesse e della sua apertura mentale sul fenomeno UFO. Si accordarono sulla cifra per l’acquisto del materiale e per girare due interviste, mascherato e con voce camuffata.
Morton continua: «Victor aveva cancellato di proposito il sonoro del video per impedire che le voci delle persone nella stanza fossero riconosciute. L’uomo in divisa era un “addetto militare”, quello in borghese era un telepate del Governo, usato per comunicare con un certo numero di queste creature. Gli esseri non parlano l’inglese e non sono in grado, o rifiutano, di impararlo. Comunicano a “pittogrammi”, una serie di immagini a prima vista simile ai cerchi
nel grano, ma che poi riconducono a qualcosa che la mente umana, con un po’ di allenamento, è in grado di comprendere. Sono più inclini a comunicare concetti spirituali, per loro più semplici da riferire.
Non vedono differenze tra energia e materia, né tra spirito e corpo.
Tutto è una forte vibrazione e un’ombra dell’Universo. Vedono l’intero Universo come un’enorme proiezione olografica. La mente è parte di un continuum, un labirinto collegato non solo con ogni mente che esiste e che è esistita, ma con tutti gli atomi, gli organismi e regioni dello stesso spazio-tempo. Dal momento che tutto l’Universo è
un’illusione olografica, fanno notare che l’intelligenza non produce in sé e per sé coscienza, ma è la coscienza a creare l’apparenza dell’intelligenza, come noi interpretiamo in termini fisici il corpo e qualunque cosa intorno a noi. Del breve segmento che ho visto, Victor ha detto che non vi accadeva molto. Stavano chiedendo alla creatura di chiarire alcuni punti di un’intervista precedente.
Qualcosa che aveva a che fare con le coordinate di una nave o di un oggetto, e a quel punto l’essere fu preso dalle convulsioni. Sapevano che stava morendo e stavano cercando di ottenere il maggior numero di informazioni prima che fosse troppo tardi».

—————

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1819
Il mio credo: Dio esiste, onnipresente in tutti i modi immaginabili. Ciò è contrario alla mia educazione e preparazione, visto che sono stato cresciuto come un ateo devoto dai miei genitori, che non credevano all’esistenza di un qualcosa di non misurabile. Eppure la mia esperienza ha dimostrato il contrario. Dio esiste, a prescindere da ciò che noi pensiamo. La cosmologia che presento scompone in fattori interni l’equazione della componente universale della mente, che alcuni possono chiamare l’aspetto impersonale di Dio, la Grande Mente, La Mente Universale, La Mente Pre-esistente, l’Assoluto.

Per la mia comprensione del cosmo, la base dell’intera esistenza – tutti gli atomi, le stelle, le molecole e tutte le persone – sono un’essenza non limitata a un solo luogo, ma presente in ogni punto del tempo e dello spazio, pur non essendo legata ad alcun punto dello spazio, tempo o materia. Questa essenza è sveglia, intelligente e perspicace. È cosciente, è una mente. È il risveglio della consapevolezza, la pura intelligenza senza forma, la mente dell’ Universo. È presente in tutti i fili d’erba e pervade lo spazio e i più lontani recessi dell’ Universo – eppure non può essere divisa o localizzata in un punto dello spazio, del tempo o della materia. Cioè, è uno stato unitario, sempre presente, il cui effetto è creare un’unicità indivisibile.

Una volta riconosciuto, il suo effetto è rendere tutto non limitato a un luogo, vale a dire che ogni punto dello spazio e del tempo è una finestra, un punto d’entrata di tutti gli altri punti dello spazio e del tempo. L’aspetto permanente e integrante dell’essenza intelligente è tale che tutto ciò che esiste è sempre legato ed effettivamente accessibile attraverso una componente dell’esistenza non limitata a un luogo preciso. Esistenza consapevole e intelligente, esistente a un livello non locale, considerato il suo livello microscopico e macroscopico. Nel cosmo c’è integrazione assoluta, ecco perché i mistici avevano ragione a dire che si potrebbe contenere il cosmo in una goccia d’ acqua.

——————-
Il punto principale del nostro lavoro è il fatto che gli umani devono imparare a contattare queste creature non umane in modo pacifico e per ora solo noi ci occupiamo di questa iniziativa nel mondo. C'è qualcosa in America Latina sullo stesso concetto. Sfortunatamente le strutture politiche non si sono occupate di questo e i programmi coperti sono militari e molto diplomatici. Voglio dire che stanno aumentando in ostilità, quindi stiamo facendo uno sforzo diplomatico civile e abbiamo preparato protocolli su basi spirituali e crediamo di essere esseri spirituali e consci e riuniti in una unica mente nel cosmo.

Questa è la base fondamentale per incentivare i contatti e dato che le tecnologie extraterrestri si interfacciano col pensiero e con quello che alcuni definiscono il piano eterico o astrale, abbiamo scoperto di poter predisporre protocolli che coinvolgono strumenti elettromagnetici come i laser e i segnali BP, usando il concetto della mente centrale dell' universo e in questo centro possiamo trovare una connessione con gli ET e connetterci con loro mentalmente. Abbiamo sperimentato contatti favolosi, avvistamenti e oggetti che hanno sorvolato il campo. Quindi il concetto è molto adatto, perchè integra il mentale e il fisico.

Dr.Greer: Certo funziona. Ne abbiamo parlato assieme. Ogni persona umana è un ologramma quantistico dell'intero universo. In altre parole, adoro questi Sufi che dicono: “Pensa a te stesso come ad una forma gracile dove l' Universo è ripiegato.” E' una questione retorica. Non sei una cosa piccola. In ogni persona l' Universo è letteralmente ripiegato. Quindi non devi reagire xenofobicamente quando incontri la diversità della vita extraterrestre.
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3505