Rispondi a: Il libro perduto di Nostradamus

Home Forum MISTERI Il libro perduto di Nostradamus Rispondi a: Il libro perduto di Nostradamus

#10981

traghettatore
Partecipante

Infatti traghettatore a me sembra che la visione che hai profilato divida l'uomo in un modo estremamente netto, come se ognuno di noi avesse un elemento interno scisso dal corpo, qualcosa che qualcuno può prendere e mettere in un barattolo, che l'uomo quasi può togliersi come le scarpe mentre si entra a casa! o se non ce lo togliamo noi qualcun'altro può farlo senza troppe complicanze (anche se Duma mi hai rincuorato dicendomi che il 95% degli uomini/anime, sono capaci di resistere! meno male! )

Assolutamente no … l'uomo non può togliersi assolutamente nulla ( tranne casi molto particolari )
Ripeto, riporto e cerco di precisare quanto detto in precedenza…

So solo che fintanto che stiamo assieme, o meglio fintanto che lei stà assieme ad uno di noi, viviamo in simbiosi con lei:…. lei sfrutta ( meglio diremmo utilizza ) la nostra macchina, contenitore ( il nostro percorso di vita ), noi ( in cambio ) abbiamo a disposizione il suo immenso bagaglio di “tutto” e possiamo renderlo veicolo ( ed attraverso il suo bagaglio del tutto possiamo migliorarci ) per accrescere la nostra coscienza, liberi ( nessuno ci obbliga ) di raggiungere il livello per spiccare il Salto verso il prossimo gradino.

Quindi, a differenza di altri esseri, l'essere umano, nell'elica del suo DNA, ha la predisposizione per ospitare l'aggancio di una entità che chiamiamo Anima …. come gli ormeggi in un porto…. ci sono gli ormeggi, la barca è libera di scegliere se ormeggiarsi o no , se ritenerli adatti o no.

Precisato questo, vediamo di fare luce sul secondo aspetto a cui facevi riferimento……

ci porta logicamente a pensare di essere in due come “Uomini”, uno dei queli saggio, divino, passivo etc… l'altro ottuso, materiale, poveramente attivo…

Secondo gli Egizi, le Anime sono poche, non ce ne è a disposizione per tutti ( ergo, non tutti hanno a disposizione Anima );
Tralasciamo per un momento Socrate, Platone, Plotino, Jung … ed ai giorni nostri Marchesi e veniamo a …. Malanga
Malanga riporta che Anima, in tutte le sue manifestazioni, durante le Ipnosi Regressive praticate su individui che hanno avuto esperienze di Abduction … diciamo “[color=#ff0000]rapiti da esseri, per il momento in questa sede non meglio identificati[/color]” direbbe che : solo il 20/25 % degli esseri umani ha Anima ed in quelle condizioni lo definisce UOMO ed è Anima.
n.b. UOMO è tutto ciò che ha Anima.

Pederzoli, di cui ho accennato in altro topic, al contrario di Malanga, sottopone ad ipnosi regressiva esseri umani che non presentano sintomi di rapimenti di nessun tipo.
Fra questi, solo con quelli nei quali emerge la possibilità di parlare con Anima, gli Uomini, prosegue il suo lavoro di approfondimento ( che conosceremo in altra sede se sarà il caso ).
Orbene, Anima direbbe che gli esseri umani si dividono a grandi linee in 4 gruppi e, non dando in questa fase consistenza percentuale a questi gruppi, si dividerebbero così:

1° gruppo) I cloni, …… non hanno Anima ( il popolo li ha sempre chiamati insensati, poveri di spirito, incoscienti ………………… )
2° gruppo) Non hanno Anima, ma potrebbero ospitarla in una prossima “vita” ( chiamiamola così ) anche se non è certo che incontreranno la medesima entità Animica.
3° gruppo) Esseri terrestri …. hanno Anima ( Anima può reincarnarsi )
4° gruppo) Hanno e sono Anima e possono essere definiti Viaggiatori o Delegati dall'Anima centrale
a) a fare nuove esperienze
b) a compiti sociali …. ( provo a tradurre con parole mie … indicare la strada )

Capisco che ogni nuova definizione induce a nuove domande ma ti esorto a limitarti a sviscerare ora solo i punti sopracitati, tenendo presente che,

non dimentichiamoci mai che la nostra Mente, nel comunicarci i messaggi di Anima, ma non solo, non ci dice quasi mai la verità, si chiama mente altrimenti si chiamerebbe realtà e questo perchè ogni cosa che sente, vede percepisce … la elabora ed interpreta usando parametri propri della persona, nonchè della società, della morale del tempo, delle esperienze degli insegnamenti ricevuti e via discorrendo.

Forse vorresti sapere come la penso io ? …. ma sarai certo d'accordo che è fin troppa la carne al fuoco per stasera.