Rispondi a: crollo in vista

Home Forum L’AGORÀ crollo in vista Rispondi a: crollo in vista

#110426

michele2007
Bloccato

[quote1225893125=paolo-r]
ma sai alla fine nessuno ti crede…e qui è l'unico posto in cui non ti bannano..quindi dovresti tu iniziare ad usarla..o almeno usare un po' meno fantasia…per altro ad oggi non sei riuscito nel tuo intento…siccome ormai siamo spacciati (secondo te)..puoi anche evitare di frequentare il forum
[/quote1225893125]

Ma tu, sei in grado di capire quello che scrivono?

Non è secondo me che siamo spacciati, leggi qualcosa PRIMA di dar fiato alla bocca, ed accendi il cervello….

Pentagono: La fase finale di vita di questa civiltà potrebbe essere già iniziata e potrebbe essere già troppo tardi per agire. Entro il 2020 accadrà il peggio nel pianeta, fame, povertà, malattie, miseria, guerre civili ed altro ancora colpiranno ogni nazione.

Amnesty International: La civiltà è in una spirale discendete, siamo incapaci di fermarci, e potrebbero scoppiare dei conflitti ben più gravi di quelli in corso.

World Wilde Institute: tra qualche anno le risorse del pianeta saranno insufficienti per sfamare la popolazione.

Eurostat: il 70% delle famiglie italiane non arrivano a fine mese. Il numero dei poveri sta crescendo anche nella nostra nazione e per 15 milioni di italiani è emergenza povertà.

Sono già morte oltre il 30% delle api, da quando si saranno estinte all’uomo, resteranno 4 anni di vita. (Einstain)

Siamo in recessione, vivere diventa sempre più difficile, e i governi non sanno cosa fare per porre rimedio alla situazione attuale.

Il surriscaldamento globale è un fenomeno inarrestabile, ed entro il 2020 gran parte del pianeta verrà sommerso dall’acqua.

La scienza è impotente di fronte alla situazione attuale, perché può agire solo sugli effetti e non sulla causa.

Entro il 2030 avremmo bisogno di un altro pianeta perché qui la situazione è grave. Le calotte polari si stanno sciogliendo, la corrente del Golfo si sta fermando e la foresta amazzonica sta sparendo, il che significa che entro il 2030 accadrà il peggio.