Rispondi a: Wi fi si o no ????

Home Forum L’AGORA Wi fi si o no ???? Rispondi a: Wi fi si o no ????

#110944

Anonimo

http://www.miglioriamoci.net/cellulari-cordless-wi-fi-frequenze-dannose/

Cellulari, Wi-fi, cordless: quando la comodità diventa dannosa! 9 azioni da fare subito per difendersi dalle frequenze Micropulsate!

30 gennaio 2012
By Amos B.

La tecnologia ha portato praticamente in tutte le case strumenti come: Cellulari, Wi-fi (connessioni senza fili), cordless.

Sono tutti apparecchi molto comodi, il cellulare permette di parlare con chiunque in qualsiasi posto e in qualsiasi momento, le connessioni Wi-fi ci permettono di collegare il nostro computer alla rete internet senza utilizzare fastidiosi fili, il cordless ci permette di telefonare continuando a girare per casa, ci permette di telefonare stando comodamente seduti sul divano o addirittura mentre siamo comodamente seduti in bagno .

Sì, sono davvero strumenti comodi, e per molte persone sono ormai diventati indispensabili, insostituibili…

È il caso però di valutare un attimo se questa comodità vale il rischio che corriamo con l’esposizione a questi apparecchi.

Il gruppo di frequenze :
DECT ( dai cordless)
WiFi (collegamenti senza fili per pc)
GSM (cellulari)
UMTS (cellulari)
3G (cellualri)
WiMAX (simile al Wi-fi ma più potente)
BLUETOOTH (utilizzato spesso dai cellulari per connettersi al pc o un accessorio come ad esempio l’autoradio dell’auto)
è tossico per la salute.Sono frequenze dannose!

Il tipo di microonde emesse hanno una triplice struttura: Microonde, Modulate in bassa frequenza e Pulsate.
Questo tipo di struttura costituisce un vero e proprio attacco fisiologico a livello cellulare e molecolare che comporta danni per la salute umana.

Le frequenza pulsate agiscono all’interno del nostro corpo come una sorta di mitragliatrice elettromagnetica, disorganizzando i processi fisiologici e distruggendo le strutture biochimiche!

Le principali conseguenze di questo bombardamento sono:
La perdita di tenuta della barriera sangue-cervello (barriera emato encefalica)
La perturbazione dei flussi delle membrane cellulari
Danni genetici per rotture non riparabili di frammenti di DNA
Questo elenco di conseguenze può provocare nel corpo patologie diverse che possiamo dividere in due gruppi.

Primo livello:
Mal di testa, nausea, perdita di appetito, depressione, irritabilità, disturbi del sonno, vertigini e cadute, perdita di concentrazione, disturbi al cuore e sangue, malattie della pelle, alterazioni dei ritmi cerebrali, disturbi del sistema immunitario con la moltiplicazione di linfociti, alterazioni della pelle (Eczema – Psoriasi – Purpura), disturbi delle onde cerebrali.

Secondo livello
Tumori a cervello, sangue, sistema linfatico, in particolare a pancreas e tiroide, epilessia, interruzioni di gravidanza e malformazioni, malattie autoimmuni, EHS (Electro Hyper Sensitivity) una serie di disfunzioni, che provocano spesso forti dolori in presenza di questo tipo di frequenze, e il cui livello acuto porta alla esclusione sociale,in alcuni casi quasi totale per l’impossibilità di risiedere in luoghi ove arrivano emissioni elettromagnetiche.

Particolarmente a rischio risultano essere le donne in gravidanza, i bambini, gli adolescenti , gli anziani e i malati.
Ce ne è abbastanza per indurre a lasciare perdere determinate comodità…
Molte comodità lasciano un prezzo da pagare, e in questo caso può essere piuttosto alto!

Quindi come possiamo fare?

Ecco qui 9 punti essenziali da seguire per iniziare a difenderci da queste frequenze
Elimina il cordless e sostituiscilo con un telefono vecchio stile con il filo.

Se proprio non vuoi rinunciare al cordless, perlomeno spegnilo durante la notte o comunque non tenerlo in camera da letto ( il cordless emette microonde sempre, anche quando non lo stai utilizzando)!

Sostituisci il tuo impianto Wi-fi per connetterti a internet con un impianto via cavo. Per fare questo non hai nemmeno bisogno di acquistare nuovi apparecchi, è sufficiente che colleghi il pc via cavo al tuo modem o router Wi-fi e poi disattivi l’opzione Wi-fi direttamente dal pannello di controllo del modem o router stesso.

Se non riesci a rinunciare a questa comodità, ( che in fondo se ci pensi bene il pc lo utilizzi sempre solo in un posto, porti il cavo una volta e lavori comunque comodo…), perlomeno spegni sempre il modem – router quando non ti stai connettendo a internet, e mantieni l’apparecchio piuttosto lontano da te, non metterlo subito sotto alle tue gambe!

Elimina il tuo auricolare bluetooth, è peggio che utilizzare direttamente il cellulare!

Ogni volta che parli al cellulare utilizza un auricolare con filo ( può apparire scomodo, ma una volta che ci fai l’abitudine non è più un problema)

Se proprio non vuoi utilizzare l’auricolare con il filo perlomeno prova a telefonare di meno, a fare telefonate corte, a cambiare spesso orecchio e magari a mettere il vivavoce.

Spegni sempre il cellulare alla notte, o perlomeno non tenerlo in camera di letto. Alcuni addirittura se lo tengono sotto il cuscino: davvero un’abitudine sbagliata!

Durante il giorno appoggia il cellulare ogni volta che puoi, non tenerlo sempre in tasca: più lontano è dal tuo corpo e maglio è!

Sono davvero piccole contromisure che non risolvono davvero il problema ma almeno inizi a metterci una pezza!

Se lavori in ufficio molto probabilmente sei esposto tutto il giorno alle frequenze emesse da reti Wi-fi, cellulari e cordless, ti consiglio di far conoscere questo tipo di informazioni ai tuoi colleghi, in modo da poter insieme richiedere di tornare ai cari vecchi fili!
Ne va della tua salute!

Voglio darti anche alcuni altri consigli per limitare l’esposizione a campi elettromagnetici vari durante la notte:

Elimina tutti i trasformatori di corrente che si trovano vicino al tuo letto ( sono spesso presenti in radiosveglie, abatjour, stereo etc. Ogni cosa che viene alimentata dalla rete elettrica ma può andare anche a pile contiene un trasformatore! chiaro che se l’apparecchio rimane spento non è un pericolo. Per essere sicuro che sia davvero spento la soluzione migliore è staccare la spina )

Preferisci una rete per il letto costruita interamente in legno, le reti di metallo fungono da antenne!

Preferisci materassi senza molle, la forma a spirale delle molle attira e amplifica i campi elettromagnetici

Un ultimo consiglio alle cassiere dei supermercati, informatevi sulle emissioni elettromagnetiche dei varchi antitaccheggio ormai onnipresenti. Sono considerati sorgenti di esposizione a campo elettromagnetico non trascurabili: il pericolo non sussiste nel passarvi attraverso una o due volte al giorno, il pericolo nasce con la continua esposizione otto ore al giorno!

La tecnologia è comoda, ci porta ogni giorno grandi novità che migliorano la nostra vita. Purtroppo però in molti casi c’è un rovescio della medaglia, esserne consapevoli è importante per utilizzare queste tecnologie con criterio, senza abusarne!