Rispondi a: La scuola è in decadenza, è un caso?

Home Forum L’AGORA La scuola è in decadenza, è un caso? Rispondi a: La scuola è in decadenza, è un caso?

#111061
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.movisol.org/ulse304.htm

In due interviste, a Meet the Press della NBC e alla ABC, il 18 ottobre, l'ex presidente Bill Clinton ha criticato l'indebitamento eccessivo degli Stati Uniti per far fronte alle spese di guerra in Iraq e in Afghanistan, oltre a quelle per le emergenze degli uragani.

“Dal 2001 l'1 per cento dei più ricchi ha ottenuto quattro tagli alle tasse” e questo ha provocato “il grande deficit strutturale”, ha detto Clinton.

Disegno di legge per la ricostruzione

I senatori della Louisiana Mary Landrieu e David Vitter hanno ufficialmente presentato il 22 settembre un programma di ricostruzione nella regione devastata dall'uragano Katrina per un valore complessivo di 250 miliardi di dollari.
La proposta, che porta il nome Hurricane Katrina Disaster Relief and Economic Recovery Act, prevede anche la costituzione di una commissione che stazierebbe 40 miliardi al genio militare per le grandi opere idrauliche, dagli argini protettivi alla navigabilità nell'intera regione.
Il ddl elenca in dettaglio le varie categorie che hanno bisogno di investimenti: agricoltura, grandi opere idrauliche, istruzione, ambiente, ripristino delle attività economiche, protezione civile, facilitazioni finanziarie, sanità, edilizia abitativa, assistenza ai lavoratori, ripristino delle strutture militari, sgravi fiscali, sostegni al commercio, ripristino dei trasporti.
…..

Dietro Katrina, quarant'anni di degrado infrastrutturale

Mike Parker, ex direttore del genio militare (US Army Corps of Engenieers – USACE), ha spiegato il 21 settembre alla rivista EIR che “il problema che adesso ci troviamo ad affrontare è il fallimento della politica delle infrastrutture che stiamo seguendo da quarant'anni.” “C'è un rapporto diretto tra livelli di vita e infrastrutture. E questa è una responsabilità del governo”, anche se si tratta di qualcosa che la maggior parte degli americani non ha capito, ha spiegato Parker. Se si lasciano decadere le infrastrutture, decadono anche i livelli di vita. Per questo “adesso paghiamo il prezzo” di aver “trascurato il futuro completamente per quarant'anni”.