Rispondi a: oro

Home Forum L’AGORA oro Rispondi a: oro

#113202

mudilas
Partecipante

(8) L'ORO ALCHEMICO
L'idea della trasmutazione naturale di un minerale in oro, una sostanza incorruttibile e immutevole, implica la nozione di esaurimento del tempo. Riproducendo quel ciclo attraverso i “tempi del fuoco”, l'alchimista raggiunge il medesimo stadio. La sostanza che prepara attraverso la sua opera ha le stesse proprietà dell'oro, e viene infatti solitamente definita “oro” nei testi quali che siano gli ingredienti da cui si ottiene.

Come si vede, l'alchimia agisce sul tempo in due modi opposti nelle forme ma identici nella sostanza. Da una parte, all'interno del crogiolo vengono ripercorse all'indietro le fasi del processo cosmogonico. Dall'altra, i “tempi del fuoco” portano il tempo al suo esaurimento. L'elisir che si condensa nel crogiolo è materia pura, vista nel primo caso così come è prima della corruzione prodotta dal tempo, e nel secondo caso così come è quando il tempo è annullato e la materia riassume la sua qualità originaria, simboleggiata dall'oro. Abbiamo già visto il significato simbolico e rituale del crogiolo, e quello del fango, che permette di risalire al suo interno sino alle prime fasi della cosmogonia. Dobbiamo adesso osservare quali sono le proprietà dell'elisir dal punto di vista dell'accelerazione del tempo e della sua portata a termine. Per far questo è necessario richiamarci a una terza concezione cinese della cosmogonia.

Secondo questo terzo schema cosmogonico, il cosmo si genera spontaneamente dal Soffio Primordiale (yuanqi), che corrisponde al Puro Yang (chunyang), ovvero l'Uno prima della separazione nei due principi complementari. Il Soffio Primordiale si espande con un movimento spesso paragonato alla rotazione dell'Orsa Maggiore intorno al proprio asse. Durante questo processo, il Puro Yang si divide nei due principi complementari, lo yin e lo yang. Quando lo yin e lo yang si riuniscono viene generato il cosmo manifesto. (In una delle rappresentazioni che abbiamo esaminato prima la riunione di yin e yang è descritta come unione del Cielo e della Terra.)

In questo schema, il Soffio Primordiale è uno dei tre modi del Principio, ed è più esattamente la forza che determina e governa la manifestazione del Principio nel cosmo. Gli altri due modi del Principio — lo Spirito Primordiale (yuanshen) e l'Essenza Primordiale (yuanjing) — agiscono da fondamento rispettivamente per la manifestazione non-materiale (ad esempio, il pensiero) e per la manifestazione materiale. Un aspetto centrale di questo processo è che durante il suo svolgimento lo yin e lo yang originari vengono racchiusi in entità di segno opposto. Negli esseri umani, ad esempio, lo Spirito Primordiale (yin) si trova racchiuso nella mente/cuore (yang), e l'Essenza Primordiale (yang) si trova racchiusa nelle reni (yin).

Una volta prodotto, il cosmo è soggetto all'azione corruttrice del tempo. Ciò nonostante, il cosmo e ciascuna entità al suo interno continuano a conservare una “particella” (dian) del Soffio Primordiale, o Puro Yang, nello stato in cui esso è prima della cosmogonia. Per rappresentare questa “particella” si usa, tra l'altro, la linea yang o intera del Libro dei Mutamenti. Anch'essa, ovviamente, si adatta alle leggi del tempo e dello spazio, che è soltanto un altro modo per dire che le leggi del tempo e dello spazio sono una delle forme che il Principio assume quando si manifesta nel cosmo. I dodici esagrammi sovrani servono dunque non soltanto a determinare l'intensità del fuoco, ma prima ancora a rappresentare, con la salita e la discesa della linea yang, la presenza del dao nel cosmo e nei suoi cicli temporali.

Attraverso il rituale alchemico, l'alchimista fa sì che le essenze degli ingredienti assumano le stesse proprietà, pure e incorruttibili, del Principio o dello Yang Puro. L'elisir non è altro che una rappresentazione della “particella” di Yang Puro. L'alchimia cinese non avrebbe potuto concepire una via di liberazione che lasciasse la materia separata dallo spirito come lo è nello stato condizionato. Per riunire i due termini di questa dicotomia, però, la materia deve essere dapprima riportata al suo stato di principio, alla sua essenza (jing). L'elisir è una rappresentazione di quel principio: come la Pietra Filosofale dell'alchimia occidentale, una volta ottenuto — ovvero, una volta che il principio che soggiace alla materia viene ri-conosciuto — esso può essere “proiettato” su altre sostanze e riportare la materia alla sua perfezione originaria.

Questo aspetto dell'opera alchemica ci permette di comprendere più precisamente come il termine “rituale” può essere applicato alla preparazione degli elisir. Servendosi di simboli astratti e di supporti materiali, l'alchimista cinese basa la sua opera sui modo in cui il dao si manifesta nel cosmo; produce una sostanza che rappresenta l'Essenza Primordiale, ovvero il principio che permette la manifestazione del dao; e ritrova nel cosmo la qualità non corrotta del Principio primo. Quali che siano le forme che assume la sua opera e i procedimenti di cui si serve, questo aspetto è centrale nel suo lavoro.

I rituali preliminari, per quanto necessari, hanno finalità diverse e più limitate. Lo riconoscono gli stessi testi che li descrivono. Come leggiamo nel commento al Libro dei Nove Elisir, le medicine che curano le malattie vanno ingerite prima dei pasti, cosicchè possano avere più facilmente effetto: ingerendole dopo i pasti esse esaurirebbero la loro efficacia attaccando i cereali. Le medicine che danno nutrimento alla natura vanno invece ingerite dopo i pasti, perchè sarebbero altrimenti espulse dai cereali prima ancora che possano avere effetto. Se il proprio destino appartiene all'agente Terra, inoltre, non si devono ingerire medicine di colore verde, e così via per gli altri agenti e gli altri colori. Il commento definisce queste “piccole interdizioni”, e aggiunge che, quando si tratta delle “Grandi Medicine”, le norme di questo tipo perdono ogni importanza.
Fonte:
http://venus.unive.it/dsao/pregadio/articles/ritual/ritual_8.html

[link=hyperlink url][youtube=425,344]fwHizRGPbpk[/link]

:denten: