Rispondi a: Obama si Obama no

Home Forum L’AGORA Obama si Obama no Rispondi a: Obama si Obama no

#113654

meskalito
Partecipante

Obama: più tasse ai ricchi per dimezzare il deficit

Barack Obama userà la prima legge di bilancio per rimettere in cammino l'economia statunitense con l'obiettivo ambizioso di un taglio del 50% del deficit entro i prossimi quattro anni. “Il disavanzo che questa Amministrazione ha ereditato era di 1.300 miliardi di dollari, pari al 9,2% del Pil”, ha spiegato un funzionario dell'Amministrazione Usa, “Entro il 2013, scadenza del mandato del presidente, i tagli al bilancio porteranno il deficit a 533 miliardi, pari al 3% del Pil”.

La linea del capo della Casa Bianca è netta. “I risparmi”, ha precisato, “arriveranno per la maggior parte dall'affievolimento della guerra in Iraq, da aumenti dei prelievi fiscali a coloro che guadagnano più di 250.000 dollari all'anno, più efficienza di governo e dall'eliminazione dei programmi che non funzionano”.

La prima manovra economica di Obama sarà presentata la prossima settimana. Lunedì il presidente convocherà alla Casa Bianca un gruppo di esperti per discutere di bilancio, poi illustrerà il suo progetto al Congresso (il suo intervento sarà trasmesso in diretta dalle tv). Infine, giovedì vi sarà la presentazione ufficiale delle legge di bilancio per l'anno fiscale 2010.

Intanto, prosegue il suo piano per il taglio delle tasse per i ceti medi. Nel suo discorso settimanale su YouTube, Obama ha annunciato oggi di aver dato mandato al Tesoro di avviare riduzioni fiscali per il 95% degli americani, misura prevista nel piano da 787 miliardi di dollari. “Non si era mai visto prima nella nostra storia”, ha affermato, “una riduzione delle tasse che avesse effetti così rapidi e che riguardasse così tanti lavoratori americani”. Il taglio delle tasse, ha precisato il presidente Usa, “è solo uno dei primi passi verso la ripresa economica”.

http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=107731