Rispondi a: PUNTI PATENTE – ACCREDITO DI 2 PUNTI BONUS

Home Forum L’AGORÀ PUNTI PATENTE – ACCREDITO DI 2 PUNTI BONUS Rispondi a: PUNTI PATENTE – ACCREDITO DI 2 PUNTI BONUS

#115114
brig.zero
brig.zero
Partecipante

ho avuto altre notizie … spero che qualcuno mi conforti …

Bonus patente a punti: l'accredito e' automatico
20-07-2005
A due anni dall'entrata in vigore della patente a punti, dal 1° luglio 2005 è scattata la ricarica per buona condotta di guida, un bonus di 2 punti concesso a chi finora non ha subìto tagli. Ma, subito, qualche truffatore ha cercato di approfittarsi della novità.

I due punti sulla patente sono già stati attribuiti d'ufficio dalla direzione generale della Motorizzazione a chi non ha commesso infrazioni nel corso dell'ultimo biennio, ossia ad oltre 32 milioni di patenti. Chi ne aveva 20, passa ora a 22. I due punti saranno man mano riaccreditati in automatico anche a ogni cittadino che, nell’arco di due anni, non ha più subito decurtazioni dalla patente.

Occhio ai falsi avvisi

Già da qualche giorno, però, circola su internet o via sms, un messaggio che invita a chiamare il numero telefonico di un fantomatico “registro delle patenti” al fine di verificare l’accredito dei due punti.

“Vuoi riaccreditare i punti persi della patente? Chiama il numero 848.xxx.xxx…”. Chiamando il numero indicato, risponde una voce registrata che vi chiederà la data di nascita ed il n° della patente (solo numeri, non le lettere). Dopo alcuni secondi, vi verrà comunicato l'accredito dei 2 punti.

Il “registro delle patenti” è, in realtà, un escamotage creato per farvi chiamare un numero telefonico a pagamento che renderà solo più salata la vostra bolletta. Attenzione, l’accredito sulla patente è automatico, non avete bisogno di telefonare a nessuno.

In realtà esiste un numero predisposto dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che può essere consultato per conoscere quanti punti sono rimasti sulla propria patente (848.782782), ma ribadiamo che l'accredito del bonus è comunque automatico.

Considerazioni sulla patente a punti

Cosa è successo a due anni dall'introduzione della patente a punti? Stando ai dati forniti dalla polizia stradale, il quadro che emerge parla di un iniziale effetto positivo subito dopo l'entrata in vigore del nuovo codice della strada.

Evidentemente il timore di perdere i punti della patente aveva indotto gli automobilisti, in un primo momento, a tenere comportamenti più virtuosi. Ma ora i controlli stanno diminuendo, e gli automobilisti stanno perdendo quelle sane abitudini che sembravano aver adottato a partire da giugno 2003. Per esempio le infrazioni accertate per mancato uso del casco e delle cinture sono circa dimezzate nei sei mesi successivi all'introduzione della patente a punti.

Ma questa tendenza virtuosa ora si sta invertendo. Lo abbiamo notato nel corso delle nostre ultime ispezioni sulla sicurezza in città, di cui vi daremo dettagli nelle prossime pubblicazioni: fra le abitudini scorrette più evidenziate, quella di usare il cellulare mentre si guida, non allacciare le cinture (specie sui sedili posteriori) e non rispettare le strisce pedonali.

Come avevamo affermato in occasione della sua entrata in vigore, a nostro avviso la patente a punti deve essere accompagnata da controlli serrati. Altrimenti rischia di rimanere lettera morta.


https://www.facebook.com/brig.zero