Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORA CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#115255
Richard
Richard
Amministratore del forum

Dal blog di Fulford

If 2008 was the year of destruction then 2009 will the year of creation

2008 was a historical turning point. The old order started to collapse. In 2009 the new age will start to emerge. Also, when the Chinese new year begins it will be the year of the bull. A bull is stronger than any lion or tiger but will only use its strength to protect the weak. This year the bull will direct its horns at those who want to turn the world into a human cattle farm. If necessary, the bulls with charge. They will definitely protect humanity.
http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/

Se il 2008 è stato l'anno della distruzione allora il 2009 sarà l'anno della creazione
il 2008 è stato un punto di svolta storico. Il vecchio ha iniziato a collassare. Nel 2009 inizierà la nuova era. Quando il nuovo anno Cinese inizia, sarà l'anno del toro. Il toro è più forte del leone e della tigre ma userà solo la sua forza per proteggere il debole.
Quest'anno il toro dirigerà le sue corna verso coloro che vogliono traformare il mondo in una fattoria di animali. Se necessario i tori caricheranno. Proteggeranno definitivamente l'umanità

Edgar Cayce
6. Qual è la forma del mondo che verrà?

Decenni prima che il resto del mondo pensasse all’enorme influsso che la
Cina avrebbe avuto sulla scena mondiale, Edgar Cayce predisse grandi
cose per la Cina e la sua gente. In un’occasione Cayce disse ad un gruppo
di persone che alla fine la Cina sarebbe diventata “la culla del
cristianesimo, applicato nelle vite degli uomini,” (3976-29) suggerendo che
l’applicazione personale dei principi spirituali sarebbe diventata di massima
importanza per il popolo cinese. Poi Cayce continuò, avvertendo che ci
sarebbe voluto molto tempo per palesarsi ma che questo è il destino del
paese:

“Sì, è molto lontano nel tempo come l’uomo conta il tempo, ma
solo un giorno nel cuore di Dio – perché domani la Cina si sveglierà.”

In un’altra occasione, in cui un editore trentaseienne fece domande sul
destino della Cina nel 1943, appena prima del suo viaggio in quel paese
per servire come missionario,

Cayce promise cambiamenti sbalorditivi nel
paese che avrebbero portato a più democrazia e maggiore libertà religiosa.
Egli suggerì inoltre che alla fine l’apice della civiltà si sarebbe spostato
dall’occidente al popolo cinese: “E questi progrediranno. Perché la civiltà si
muove verso ovest.” (2834-3)

http://www.edgarcayce.it/media/setteprofnon.htm