Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#115276
Richard
Richard
Amministratore del forum

io la definirei possibile periodo di transizione

————–
Cosa davvero rappresenta l'Amministrazione Obama
di Benjamin Fulford
27-11-08

Molte persone che speravano nel significato di “cambiamento” dell'elezione di Barak Obama, sono rimaste colpite dal fatto che abbia riunito molti della vecchia amministrazione Clinton.
Comunque, l'amministrazione Obama rappresenta davvero un “cambiamento”; solo che il cambiamento è avvenuto nel governo segreto USA, secondo importanti fonti nel governo segreto Giapponese.

E' avvenuto che la fazione Rotschild che appoggiava Al Gore e le sue menzogne sul riscaldamento globale, si è alleata con i Rockefellers contro la società Skull and Bones/Knights Templar/Thule di Bush. altro modo per metterla è che i seguaci della tradizione di Abramo hanno preso distanze da quelli della tradizione di Nimrod.

Questo dovrebbe essere buona news per gli Americani e per il resto del mondo, benchè molti preferirebbero che non esistessero governi segreti. Significa la fine di un genocidio pianificato, mentre ora abbiamo una vera chance di pace mondiale e per l'inizio di una era di prosperità….

The more important point to remember is that global leadership is now in the hands of the G-20: Argentina, Australia, Brazil, Canada, China, France, Germany, India, Indonesia, Italy, Japan, Mexico, Russia, Saudi Arabia, South Africa, South Korea, Turkey, the United Kingdom and the United States of America. The European Union is also a member, represented by the rotating Council presidency and the European Central Bank. This group is implementing an unprecedented campaign to change the direction this planet has been moving in.

There are many details still to be worked out though.

There is still no agreement on what new currency or basket of currencies will replace the US dollar. The new head honcho of the planet, China, has allied with Brazil, Russia and India (BRIC) to push hard for a total change of global financial architecture, including a new global currency.

The US is pushing to replace the dollar with the Amero while the EU is still pushing for a stronger role for the Euro despite the split between the financially weak UK and Mediterranean countries with the more prudent Germany. It is looking likely Germany may well opt to join with the BRICs, in which case the Euro and Amero will be doomed to become regional currencies. Japan, the world's largest creditor nation with a cash pile of over $6 trillion, remains a passive observer for now but will probably eventually join the BRICs once the Americans finally bow to the inevitable.

There is also still a lot of bickering over things like the need for population control and what to do about agricultural policy and the environment.

The big question mark is what sort of “artificially generated crisis” we can expect in January. My personal secret hope is that the G20 leaders will carry out the world's biggest ever inside job and create a fake Armageddon in order to prepare the people of the world psychologically for an entirely new age (not the 230-year old “New” world order).

http://www.rense.com/general84/fee.htm

No matter what, though, serious turbulence lies ahead as we witness the ongoing death-throes of the Anglo-American financial system. However, there can be no doubt a magnificent phoenix will arise from the ashes of the now defunct 230-year old “new world order.” These are truly historical times.

Benjamin Fulford
———————–

oppure anche Fulford è troppo ottimista
e la mazzata arriverà dal cielo?

In ogni caso io sono ottimista
G.Rol
[audio src="http://www.gustavorol.org/zeffirelli.mp3" /]

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1737
Hopi

G2: Si, ma non come lo comprendiamo noi, ora..quello che dicono…il Nuovo Ordine Mondiale. Sarà piu' o meno in forma ditattoriale, ma dove la libertà sarà l' essenza.

http://www.edgarcayce.it/media/setteprofnon.htm
Cayce

6. Qual è la forma del mondo che verrà?

Decenni prima che il resto del mondo pensasse all’enorme influsso che la
Cina avrebbe avuto sulla scena mondiale, Edgar Cayce predisse grandi
cose per la Cina e la sua gente. In un’occasione Cayce disse ad un gruppo
di persone che alla fine la Cina sarebbe diventata “la culla del
cristianesimo, applicato nelle vite degli uomini,” (3976-29) suggerendo che
l’applicazione personale dei principi spirituali sarebbe diventata di massima
importanza per il popolo cinese. Poi Cayce continuò, avvertendo che ci
sarebbe voluto molto tempo per palesarsi ma che questo è il destino del
paese: “Sì, è molto lontano nel tempo come l’uomo conta il tempo, ma
solo un giorno nel cuore di Dio – perché domani la Cina si sveglierà.”

In un’altra occasione, in cui un editore trentaseienne fece domande sul
destino della Cina nel 1943, appena prima del suo viaggio in quel paese
per servire come missionario, Cayce promise cambiamenti sbalorditivi nel
paese che avrebbero portato a più democrazia e maggiore libertà religiosa.
Egli suggerì inoltre che alla fine l’apice della civiltà si sarebbe spostato
dall’occidente al popolo cinese: “E questi progrediranno. Perché la civiltà si
muove verso ovest.” (2834-3)