Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#115476

meskalito
Partecipante

Marcegaglia: il peggio è passato, da luglio la ripresa

Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha l'impressione che il peggio della crisi sia alle spalle e ritiene che, sulla base dei dati del centro studi di Viale dell'Astronomia, a luglio dovrebbe esserci un'inversione di tendenza.

“L'impressione – ha detto la Marcegaglia a margine dell'assemblea degli industriali di Cremona – e' che sia a livello mondiale sia italiano ci siano alcuni segnali che il peggio l'abbiamo visto: non c'e' piu' la caduta continua degli ordini e del fatturato”.

Per il presidente di Confindustria “il problema adesso e' capire in quanto tempo torneremo alla crescita e probabilmente avremo ancora qualche mese difficile. Il nostro centro studi ritiene che nella seconda parte dell'anno, da luglio, ci possa essere qualche inversione di tendenza”.

Replica a Sacconi sulla moratoria: le imprese sono vicine ai lavoratori
Le imprese italiane hanno gia' dimostrato di essere vicine ai lavoratori, stringendo diversi accordi per evitare il più possibile i licenziamenti. Lo ha affermato la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, rispondendo così alla richiesta del ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, di una 'moratoria' sui licenziamenti.

“Quello sulla moratoria è un invito, non c'è la volontà di farlo diventare legge. E' evidente che è nella cultura degli imprenditori fare il possibile per stare più vicino ai lavoratori, ed è quello che sta avvenendo in Italia, dove perdiamo meno posti di lavoro rispetto ad altri. Ciò è testimoniato anche dai numerosi accordi flessibili per non lasciarli a casa. La maggior parte delle aziende iscritte a Confindustria vedono nella coesione sociale un punto di forza, abbiamo il dovere di stare vicino ai nostri lavoratori, di aiutarli e non abbandonarli in un momento difficile”.

In precedenza il ministro Sacconi aveva precisato il senso della propria richiesta: “Si tratta di una libera e responsabile moratoria ai licenziamenti, non significa certo un vincolo legislativo che non è nella cultura mia e del governo. E' una forma di autodisciplina, c'è già una propensione prevalente del sistema produttivo, che noi incoraggiamo, a mantenere un collegamento con le risorse umane”.

http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=115437

cosa ci faccio di nuovo quà? :ummmmm: