Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORA CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#115673
Richard
Richard
Amministratore del forum

Roma, 16 mag. (Apcom) – Adusbef e Federconsumatori chiedono al governo un “intervento urgente”, anche ricorrendo a sanzioni, contro la “ormai insopportabile deriva” dei prezzi dei carburanti. “In queste ultime ore – affermano le due associazioni in una nota – si sta perpetuando un'ulteriore speculazione sul prezzo della benzina. Utilizzando i dati del ministero della Sviluppo economico si evince che, con gli stessi costi del petrolio nel 2007, il prezzo della benzina si situava su 1,20-1,22 euro, contro l'attuale attestazione a 1,27-1,28. Che oltretutto – sottolineano – sono prezzi consigliati, ma lontani anche di 3-4 centesimi di quanto in molte regioni sono pagati dagli automobilisti”. Un'accusa che in consumatori lanciano “a prescindere dalla insopportabile velocità di adeguamento del prezzo della benzina quando il costo del petrolio sale, a differenza di quando scende….
http://www.apcom.net/newseconomia/20090516_200300_34256d7_62307.shtml

Berlino, 16 mag. (Ap) – Manifestazione di massa nel centro di Berlino dove questo pomeriggio oltre 100.000 persone hanno risposto all'appello dei sindacati confederali che chiedono al governo misure più incisive contro la disoccupazione e la recessione. Michael Sommer, il leader della DGB (Deutscher Gewerkschaftsbund, l'Associazione dei sindacati tedeschi) ha auspicato una svolta nella gestione della crisi e ha puntato il dito contro i responsabili, “non solo i banchieri, ma anche i politici tedeschi ed europei, guidati essi stessi da un'avidità senza limiti”. La Germania ha bisogno di un programma di investimenti e di un terzo pacchetto congiunturale che sia degno di questo nome e che incentivi la crescita economica, ha spiegato Sommer. In caso contrario si avranno conseguenze, tanto per la democrazia che per la pace sociale.
http://www.apcom.net/newseconomia/20090516_185200_42d2bdb_62299.shtml