Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

#11661
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1271246693=Richard]
[youtube=425,344]a4dtmwxYmOQ
quarto video di Haramein

ORa se avete un pianeta che si muove attorno al sole, ok? ma il sole si muove attorno alla galassia, è una grande spirale perche la galassia si muove attraverso lo spazio, quindi la galassia orbita un gruppo di galassie (cluster) che si muovono attraverso lo spazio, e questo orbita un cluster piu grande, che orbita l'universo, una spirale piu grande e questo orbita un multiverso e universi sempre piu grandi all'infinito allora ecco che ci serve il frattale

1:00 perche in un infinito frattale di rotazione come definisci il centro? Ogni punto è il centro! Tu sei il centro dell'universo che lo osservi dal tuo centro, ovunque prendi un punto di osservazione nel frattale diviene il punto da cui osservi l'universo e quel punto diventa immobilità
1:32 Perchè? perchè in quel punto ogni spin dell'universo si cancella, per ogni rotazione che trovi c'è una controrotazione esattamente opposta (spin e counterspin) ogni spin si cancella in un punto e crea immobilità.

Un esempio: un uragano sulla Forida, cento miglia all'ora di vento, cosa c'è in mezzo? Immobilita, occhio dell'uragano, serve immobilita per avere un frame di riferimento per la rotazione vedete? Ecco come la singolarità avviene
2:54 la singolarità è il punto al centro della vostra esperienza dell'universo, il punto immobile da cui osservate l'universo, ecco perche lo vedo come un frattale, le persone dicono che se fosse cosi saremmo tutti uguali.

No, perchè? Perche osserviamo l'universo dal nostro particolare punto di immobilita, punto di centro e se tutti osserviamo questa penna dal nostro punto particolare allora avremo tutti diversi set di informazione su questa penna e per questo tutto appariamo differenti.
Capite?

3:58 Se tutto ruota annullandosi in mezzo a ogni cosa creando immobilita, da questo punto immobile tutto orbita attorno, quando lo capite e guardate una galassia, trovate la stessa dinamica, ecco una galassia un enorme frattale piu grande di un uragano, un uragano è qualche miglia di diametro e la galassia è migliaia di anni luce di diametro e contiene miliardi di stelle e cosa c'è al centro un immenso buco nero, il punto di immobilita, singolarita, il punto dove tutto l'annullamento delle rotazioni crea non movimento, singolarità,

4:59 Il buco nero orbita, ma questo fuori, se vai dentro piu scendi diviene piu fermo, quando mostro questo…quando lo mostro alle persone, ai fisici anni fa, predissi da questa teoria che il centro delle galassie avrebbe prodotto un buco nero, che in ogni centro della galassia avrebbe avuto un buco nero al centro

Mi hanno cacciato dalle conferenze di fisica per avere detto questo!
5:51 Ora appare questo: (legge un articolo) Le ultime osservazione di Hubble, presentano una sfida cosmologia in quanto gli astronomi trovano supermassicci buchi nero nel cuore di ogni galassia che esaminano.
Questa è una previsione grande no? Non casuale..

6:20 Avanti (domanda del pubblico, anche io osservando col telescopio immaginai questo 20 anni fa, vedendo il punto luminoso..)
Bene, questo punto che vedi al centro della Galassia è cio di piu luminoso che osserviamo nell'universo e lo chiamano BUCO NERO
Ed è l'oggetto piu luminoso, perchè? Perche osserviamo la parte esterna del buco nero e non l'interno, quindi…(legge l'articolo)
“Gli astronomi si grattano la testa, immaginando come questi oggetti, che erano visti come fantascienza, possano dominare ogni galassia nell'universo”

Si grattano la testa? .(legge) “Prima i buchi neri supermassicci sembravano addobbi per l'auto…dice dall'Università del Michigan…
Ora questi sembrano standard e se sono parte integrale della formazione delle galassie, servirebbe UNA MAGGIORE RIVISITAZIONE DELLE NOSTRE TEORIE!”

Non scherzano! Forse non calciano piu cosi facilmente le persone..
Questo è il concetto che porto avanti ogni cosa è centrata da una singolarita, fuori dal centro osserviamo la parte radiante perche ruota, perche ha momentum angolare e genera forze come quella elettromagnetica.
9:00 Quando guardavo queste cose realizzai che questi lobi devono essere quei vortici che si muovono nello spazio (immagine di geometria sacra) e quindi rapidamente ho visto….rapidamente visto questi vortici che coincidono con la dinamica che vediamo con le equazioni dei tensori delle nuvole di elettroni, le stesse dinamiche si trovano nelle nuvole di elettroni, queste sono le equazioni di probabilita per gli elettroni,

10.00 quindi anche le particelle subatomiche seguono questa dinamica, i mesoni sono equilibri vettoriali, i barioni sono vettomatrici isotropiche, quindi ho capito che siamo nel micro e anche nel grande troviamo queste dinamiche:
ecco una esplosione di una supernova e a sinistra vedete un crop circle, quando è avvenuto mi sono emozionato, ho detto “hanno fotografato la geometria dello spazio” (gli astronomi)

—————-

ora se non sbaglio , ecco Ighina:
http://www.edicolaweb.net/libro50b.htm

“Parlando del Sole, lui affermava che era un foro, un buco nella cupola superiore che separava il regno di Dio dall’ universo creato, attraverso il quale si manifestava il grande fuoco o Grande Spirito sconosciuto, come Luce del nostro universo, inteso come un’immensa duplice cupola entro la quale riflettendosi, essa poteva dare origine a quel Ritmo Creativo che avrebbe determinato la formazione del nostro Sistema Solare.”

“Stimolato dalle discussioni con Gigi ero giunto alla conclusione che la terra fosse ferma cioè non ruotasse sul suo asse, ma che tuttavia si muovesse annualmente intorno al sole e contemporaneamente compisse anche un’orbita giornaliera attorno al fuoco della stessa. Ne risultava così un moto spiraliforme che spiegava il giorno e la notte e le stagioni e si accordava anche con la teoria di Gigi, perché la progressiva uscita d’ energia magnetica dalla Terra che originava la notte, coincideva non con una diminuzione della forza di gravità, ma con un avvicinamento al Sole che poi veniva progressivamente sostituito dalla pressione dell’ energia solare, cioè dal giorno, che ne provocava l’allontanamento. Quindi la Terra non ruotava sul suo asse, ma veniva giornalmente attirata e respinta dal Sole compiendo una rotazione spiraliforme oltre che ad una rivoluzione attorno ad esso.

“- Se la Terra è ferma allora torniamo alla teoria di Tolomeo che metteva la terra al centro dell’ universo perché non conosceva le enormi dimensioni del sole.
Io non so chi fosse questo Tolomeo, ma ti dico che non solo la Terra ma anche il Sole, la Luna e i pianeti sono fermi! Si muove solo la luce del Sole. Il movimento dei corpi è solo un effetto ottico.
– Senti, adesso qui è notte mentre in Australia è pieno giorno. È per un effetto ottico che gli australiani si trovano sotto il sole ad abbronzarsi sulle spiagge?
– Ma no, tu non capisci. È la condensazione della luce che gira, ma il sole sta fermo.
– Ma la luce si muove in linea retta. Se adesso io vado fuori con una torcia elettrica e illumino la facciata esterna di una casa, dalla parte opposta il buio rimane. Come fa la luce ad aggirare l’ostacolo?
Ma la luce nello spazio si muove a spirale! Per questo gira attorno a tutti i pianeti.
– Se la luce girasse intorno alla terra non dovrebbe esistere la notte!
– Ma la notte è la fuoriuscita dell’ energia solare assorbita dalla terra e perciò privata della sua luminosità.
– Se fosse così dove c’è la notte non ci dovrebbe essere la Forza di Gravità visto che tu dici che la Gravità non è altro che il prevalere dell’ energia solare diretta su quella riflessa dalla Terra.”

vedete questi giri come petali, una esplosione supernova è una stella che esplode, non vi aspetterete una organizzazione specifica ma un chaos, invece la prima supernova fotografata crea enormi cerchi intersecanti che creano strutture a petali, quindi mi dicevano che ero pazzo, che questo era solo casuale….bene, da un caso all'altro, prendono la foto della seguente supernova ecco che vedete la stessa cosa, anelli intersecanti che creano petali come predetto, 1:11
Quindi vedendo al centro trovate un occhio, come quello di Orus sapete, con anche il luccichio dentro (risate), ma mi sono emozionato perche …(taglio)
[youtube=425,344]fXd-CstWowE
1:45 Il centro del nostro sole è un “buco nero” , inizio la presentazione ma ok (risate) vado avanti alle conclusioni ed ecco cosa ho concluso e per questo mi hanno cacciato dalle conferenze, (risate), invece di dire che il centro delle galassie è un buco nero ho detto che ogni sole è un buco nero, ogni pianeta, atomi,tutto, il livello di energia di un pianeta , ogni pianeta gassoso nel sistema solare, tutti producono dal 70 all'80% in piu di energia che arriva dal sole e nella fisica corrente non si spiega, deve esserci una produzione interna di energia che produce dinamiche e credo sia un buco nero,

3:00 Dentro ogni corpo orbitante trovate l'orizzonte degli eventi di un buco nero e a seconda della distanza a cui ti trovi dall'orizzonte, dal campo gravitazionale, vi trovate come su questo pianeta, una gravitazione debole
(pubblico..domanda sulla terra cava)
3:34 Corretto, la terra cava, il sole cavo, la galassia cava che vediamo, atomi cavi, vediamo che sono al 99% spazio
(pubblico) 3:59 potete vedere questo ciclo del buco nero che incrementa il plasma e lo emana, potete applicarlo ad ogni risoluzione del frattale e potete dire che il big bang era un enorme buco nero che ha raccolto troppo materiale e ha emesso e creato il nostro universo.

4:31 puoi dirlo a ogni livello, per il sistema solare, per la creazione degli atomi e cosi via, gli orbitali delle nuvole di elettroni saltano da un livello all'altro se hanno energia
(pubblico) si puoi ecco perche abbiamo scritto la legge scalare, iniziamo a predire lo schema di distribuzione della materia, descrivi prima le scale…si, dovresti vedere questi cerchi nello spazio, si riusciamo, l'universo avrebbe questa forma
5:23 questa forma non è 2d ma un doppio toroide 3d

———–

[/quote1271246693]

Poplawski è andato oltre. La sua idea è che il nostro Universo sia in realtà nato all’interno di un “wormhole”! Ossia dentro il buco del verme… Il suo studio si basava all’inizio sull’analisi del campo gravitazionale di un buco nero e del moto, al suo interno, di una particella di massa non nulla. Una ricerca ovviamente solo teorica, che tuttavia poneva un problema enorme e veramente assurdo. Il moto non può essere studiato restando fuori dall’orizzonte degli eventi del buco nero, ma d’altra parte la materia all’interno deve continuare ad esistere. Il solo modo per risolvere il problema è la possibilità di “esistere” all’interno di un buco nero.

Egli ha usato due modelli di buco nero, quello di Schwarzschild e quello, appunto, di Einstein-Rosen. Entrambi sono legittime soluzioni matematiche della relatività generale. Il problema è, come già detto prima, che la sicurezza sul moto di tali particelle potrebbe essere ottenuto solo entrando in buco nero. Chi è fuori non potrebbe mai vedere o sapere. Bisognerebbe entrare o meglio ancora risiedere al suo interno.

Queste condizioni si otterrebbero se il nostro Universo si fosse creato all’interno di un buco nero contenuto in un Universo ancora più grande. Dato che la teoria della relatività di Einstein non sceglie un orientamento del tempo, se un buco nero si può formare dal collasso gravitazionale di materia attraverso un orizzonte degli eventi nel nostro futuro (seguendo quindi una certa freccia temporale), allora potrebbe anche succedere il contrario ( inversione della freccia del tempo). Questo processo altro non sarebbe che l’esplosione attraverso un Buco Bianco. In altre parole, materia che è emersa da un orizzonte degli eventi nel passato, proprio sotto forma di un Universo in espansione.
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5993

——————-

6.12 – CONOSCENZA SCIENTIFICA ANTICA PRESERVATA NUOVAMENTE IN FORMA SIMBOLICA

Questa struttura universale di “sfere nidificate” è una caratteristica chiave della scienza esoterica, come spiegò Manly Palmer in Secret Teachings [Dottrine segrete]:

La comune cipolla era venerata dagli Egizi come simbolo dell'universo, perché i suoi anelli e strati rappresentavano i piani concentrici in cui era suddivisa la creazione, secondo i Misteri Ermetici (dalle visioni e insegnamenti di Ermete).

In effetti il concetto di una serie di “sfere nidificate” che condividono tutte un'asse comune è stata codificata segretamente in tutto il mondo, nella mitologia antica, facendovi riferimento come all'”Albero Cosmico” o “Albero del Mondo”. Nel nostro volume precedente abbiamo dimostrato come l'Albero del Mondo sia l'unico insegnamento antico predominante attraverso la mitologia di tutto il mondo, emergendo letteralmente in quasi tutte le culture antiche che siano state studiate, dai Maya ai Cinesi, ai Siberiani, fino agli Egizi, agli Scandinavi e ai Celtici. Esaminate la Figura 6.3 che è un'immagine della dea Shinto di nome Quan Yin:

Studiando questa immagine di Quan Yin possiamo vedere chiaramente che il suo corpo era atto ad illustrare l'asse di un toro sferico e che gli strati multipli delle “sfere concentriche” la circondano. Inoltre, il suo elaborato copricapo mostra che il vortice di energia di A2 si allunga verso l'alto formando un piccolo cono, mentre dietro di esso si vede il cono di A1, più ampio, che si muove nella direzione opposta.

La figura 6.4 è la raffigurazione, fatta da Manly Palmer Hall, della leggenda Scandinava dell'albero della vita, noto come “Yaggdrasil”. Benché questo disegno non illustri in maniera adeguata ogni concetto, in particolare quello dei “rami dell'albero” che in realtà sono sfere inserite una dentro l'altra, possiamo vedere chiaramente il toro sferico nascosto descritto dalla leggenda.

La leggenda dello Yaggdrasil è particolarmente rilevante per via del serpente che si dice strisci intorno alla base dell'albero. Questa è una evidente illustrazione dell'azione mulinante del movimento a vortice di A2 mentre accelera verso il centro della Sfera. Proseguendo in questo capitolo, vedremo che questa immagine rivela anche altri segreti. Nel nostro volume precedente, abbiamo congetturato che la prevalenza di questo mito nel mondo intero sia dovuta ai tentativi dei veggenti umani di spiegare visivamente le strutture energetiche a toro sferico dell'Universo di cui erano stati testimoni viaggiando fuori dal corpo.

6.13 – OGNI SFERA DELLA “NIDIFICAZIONE” HA UN DIVERSO LIVELLO DI DENSITÀ ETERICA ..
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm

—————–
[youtube=425,344]qXzm8adzZsc
00:07 In realtà questo comportamento frattale della natura secondo questa teoria, emerge direttamente dalla struttura del vacuum, il vacuum dirige la realtà e la realtà dipinge la struttura del vacuum.
Quindi quando vedete la natura potete vedere la geometria del vacuum e una tale teoria include tutto persino voi,
00:48 quindi questa è una teoria unificata, questa è la presentazione che ho dato alla APS, la più grande comunità di fisica sulla Terra e qua mostro, in una legge scalare, che se prendete tutti gli oggetti nell'universo e mettete il raggio vs la frequenza, questi oggetti cadono su una linea retta nel grafico, tutti questi oggetti obbediscono alla condizione
di Schwarzschild di un buco nero,
1:59 ora vi spiego cosa significa, sembra complesso ma non è cosi complesso..questa è la scala universale, il nostro universo, abbiamo una idea approssimata del suo raggio, se guardate qua, la massa interna all'universo eccede la velocità di fuga della luce, significa che se mandate una luce in una direzione..
2:41 voi sapete che Einstein ha scoperto che l'energia elettromagnetica può curvarsi per la forza di gravità, la curvatura dello spazio-tempo? Allora questa luce si piega attorno a una stella, poi ad un'altra e un'altra e un'altra e alla fine torna indietro, non sfuggirà al nostro universo perchè c'è troppa massa dentro esso

3:06 questo significa CHE NOI VIVIAMO DENTRO UN BUCO NERO (risate), ripeto NOI VIVIAMO DENTRO UN BUCO NERO, ecco perchè quando guardate il cielo di notte è NERO, perchè la luce si contrae nel vacuum verso la singolarità

3:48 tutto dentro questo buco nero è un buco nero più piccolo, ma voi siete fuori da questi buchi neri più piccoli, questo è un quasar, questo è un centro galattico, questo è il nostro sole, questo è un atomo (si riferisce al grafico sullo schermo), questa è una particella atomica, 10^-33, la costante di planck, guardate che gli atomi e le particelle subatomiche sono incluse.
4:28 la nostra fisica corrente è divisa in teoria quantistica, con atomi e particelle subatomiche e in cosmologia, con le equazioni relativistiche (micro e macro) per gli oggetti grandi. Qua noi mostriamo una relazione diretta tra tutti questi oggetti assieme, NESSUNA DIVISIONE..se tutti questi oggetti vengono considerati buchi neri di diversa scala.
Questa è chiamata Legge Scalare, questa è ciò che sto per pubblicare a Novembre! Ora si trova in Peer Review che è eccellente! (applausi)
Ci divertiamo abbastanza eh?

5:15 Ora potete vedere che se siete in un universo “buco nero”, gli altri buchi neri piu piccoli da cui voi siete fuori come osservatori, appaiono come buchi bianchi, irradiano, vedete la parte irradiante dell'orizzonte degli eventi, uno sembra una stella, uno sembra un pianeta, un altro un atomo, un altro una particella subatomica, lo vedete?
5:50 Il buco bianco e quello nero non sono oggetti diversi, sono uno dentro l'altro, e c'è un feedback tra il campo gravitazionale e quello elettromagnetico, la radiazione genera la curvatura nello spazio, che genera radiazione e questo genera un feedback aperto e cos'è un feedback aperto? UN FRATTALE!
6:19 Questo è esattamente ciò che è un frattale, una reiterazione di una equazione e genera un feedback aperto. Tutti vedete? Tutto ciò che guardate sono buchi neri di scala diversa, includendo tutti li atomi di cui siete fatti, non vediamo alcuna evidenza di entropia e morte. Tutto quello che vediamo è evidenza di mini buchi neri che si DISORGANIZZANO e si RIORGANIZZANO, ovvero livelli di organizzazione mutevoli.

7:13 Quando morite, nessuno dei vostri atomi sparirà mai, vanno da un livello di organizzazione ad un altro, vanno da una scala a un'altra, vi sto dicendo che i vostri atomi sono mini buchi neri, vi sembra pazzia? In realtà no. Una delle migliori teorie di unificazione che si sta cercando di produrre ora è incorretta perchè manca il componente frattale, ad esempio Stephne Hawking, descrive ogni atomo subatomico come mini buco nero e l'Hadron Collider costruito a Ginevra è stato costruito per cercare questi mini buchi bianco/neri, una cosa molto emozionante che ho scoperto
8:21 è che vi sto dicendo che gli atomi che creano le vostre cellule sono mini buchi neri? Beh è vero, ma un'altra risoluzione è la stessa cellula. Quando guardate la superficie di una cellula biologica, ha una griglia che copre l'orizzonte degli eventi della cellula, che tiene assieme la membrana della cellula, è chiamata lipoproteina,
9:10 la frequenza di oscillazione in Hz della lipoproteina sulla superficie della cellula è di 10^11Hz, un 10 con 11 zero, ecco quanto vibra rapidamente.
Se piazzate nel grafico la cellula con 10^11Hz, allineate la frequenza al valore del raggio , vi trovate esattamente nel MEZZO e avete la risoluzione biologica, non pubblicherò questi con simili argomentazioni perchè sono troppo esoteriche, farei impazzire tutti in un colpo. E' già abbastanza dire che Tutto è un Buco Nero (risate) , ma in realtà la cellula, la biologia della cellula, la risoluzione biologica obbedisce alla condizione di Schwarzschild di un buco nero, perchè genera cosi tanta energia, 10 elevato alla 11 è un numero enorme, altra cosa è che conferma che in questa scala, guardando le distanze…