Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

#11699
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1279313335=farfalla5]
[quote1279203158=Richard]
Risposte di Haramein a certe critiche

http://translate.google.it/translate?u=http%3A%2F%2Ftheresonanceproject.org%2Fbob.html&sl=en&tl=it&hl=&ie=UTF-8
[/quote1279203158]

troppo difficile per me ūüôĀ

[/quote1279313335]

Traduco ūüôā

Lettera al Dr.Bob-a-thon

Volevo partire ringraziando il Dr.Bob-a-thon per i suoi sforzi nel chiarire alcuni problemi topologici matematici di cui non ho avuto tempo per discutere. Tipicamente evito di sprecare il tempo partecipando a queste cosiddette sessioni di debunking.
Dato che per√≤ ho visto come questo gentiluomo ha investito sforzi sostanziali in questo particolare esempio e dato che √® una tipica espressione di tendenza reazionaria per difendere lo status quo e proclamarlo “la verit√†”, mi sento obbligato a rispondere.

Mi piacerebbe chiarire che queste tendenze si trovano solitamente ad un certo livello dello sviluppo scientifico che tipicamente include i professori del college che fanno un lavoro eccellente nel rigurgitare tutto il lavoro precedentemente accreditato, ma non necessariamente comprendono il processo per scoprire nuova scienza e certamente nuova fisica, in questo caso. Questo processo, diversamente da come descritto nei commenti del gentleman sotto il suo articolo, è un processo di pensiero creativo e applicazione che determina l'adeguatezza dei concetti fondamentali di una teoria prima della notabilità tipicamente associata con teorie precedentemente stabilite.
Mi scuso, ma il vero processo scientifico non include attacchi personali, assassinio di immagine e insulti. Benchè questi metodi si trovino comunemente nelle comunita scientifiche di oggi, certamente non sono un modo appropriato per condurre scienza o per condursi come professionisti in un campo. Le nuove idee possono sembrare completamente aliene all'approccio corrente ma possono divenire lo standard nel futuro.

In certe sfere della fisica, vi assicuro, non sono cosi comuni, pensieri creativi e concetti che sono lontani dallo standard vengono incoraggiati e si dialoga. Come potrebbe evolvere altrimenti la scienza? Comunque da una certa prospettiva, i nuovi pensieri o l'approccio insolito sembrano uno schiaffo in faccia alle teorie accettate e popolari correnti. Nel caso della teoria di unificazione, è ancora piu drammatico, come molti fisici confermano nel mondo, è chiaro dopo quasi 100 anni di ricerca, che è necessario un cambiamento significativo nelle equazioni di campo o nella teoria quantistica o in entrambe le aree, per riconciliare le questioni fondamentali che sono una piaga nella fisica da un secolo. (http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_unsolved_problems_in_physics) Come vedremo sotto, questi problemi non sono banali (lo dico in senso matematico e razionale!)

Molte di queste idee creative, come vediamo nella storia, tipicamente vengono da fuori, da pensatori indipendenti esterni alle istituzioni accademiche: Einstein come esempio piu famoso, avendo pubblicato quelle che erano considerate visioni controverse nel suo tempo, mentre lavorava come impiegato di terza categoria all'ufficio brevetti. Lo stesso uomo piu tardi scrisse, avendo difficolta nel far accettare le sue idee: “Grandi spiriti hanno sempre incontrato opposizione violenta da menti mediocri”.
Veramente non credo in menti mediocri, penso che ognuno sia nato brillante ma certe esperienze di vita e difficolta possono ridurre la capacita di accedere a livelli di consapevolezza piu profondi che sono necessari alla riflessione creativa e fondamentale. Qua gli inibitori sono costrizioni risultanti da uno stile di educazione in cui cio che viene insegnato è proclamato come la verità e la sola verità e quando gli studenti sono scoraggiati e repressi se tendono a viaggiare nel mondo della falsità come predeterminato dall'Ovvio Detentore della Verità. Ecco i tipici marchi dell'Ovvio Detentore della Verità:

“La ragione per cui voglio fare “debunk” su di lui √® perch√® ha torto. Io insegno fisica e matematica e penso sia importante far sapere quando qualcosa √® errato. E' importante dividere verit√† da falsit√†, altrimenti perdiamo la visione della verit√†.”

Notevole! Mi ricorda questo esempio da un insegnante delle elementari http://theresonanceproject.org/images/letter.jpg. Questa attitudine √® simile a quella di cui parlava Einstein affermando, “L'unica cosa che interferisce col mio apprendimento √® la mia educazione.”
Ho partecipato a conferenze multidisciplinari di fisica per 15 anni e da ragazzo, ho co-moderato gruppi di discussione e terapia con mio padre, in quanto elaborava nuovi concetti di educazione e ha contribuito al famoso lavoro del suo collega Jean Piaget sullo sviluppo del bambino http://it.wikipedia.org/wiki/Jean_Piaget

Inoltre ho insegnato a migliaia di persone sia nello sci che nella scalata e per 20 anni ho fatto conferenze e seminari. Ho appreso alcune cose in questi anni e una di queste è che la verità è un obiettivo che si muove. La verità di oggi una volta era falsità e le falsità di oggi possono divenire verità domani. Quindi Dr.Bob-a-thon, non temere di perdere di vista la verità, quello che hai trovato nel modello standard è una verità parziale e certamente un modello incompleto e deve essere insegnato come tale.

Ma qua non parlo di analisi delle cadute del nostro attuale sistema di educazione, ma di rettificazione dei fatti, delle accuse che il gentleman mi lancia, affermando che salto a conclusioni senza aver investigato completamente. Ancora, come tipico in questo attacco, lo stesso gentleman, nella sua prima accusa sulla mia attivita fraudolenta (avere pensieri nuovi) è colui che distorce i fatti e salta a conclusioni senza investigare.

Nel suo primo punto, il primo e secondo paragrafo tenta chiaramente di discreditare la validit√† della Conferenza CASYS'09 per la sua non familiarit√† con tale evento e insinua che il post sul mio sito porti ingannevolmente le persone a credere che sia dato per tutta la fisica, mentre viene chiarito che il premio √® stato dato al documento The Schwarzschild Proton per la sezione della Conferenza CASYS'09 nel campo della “Fisica, Meccanica Quantistica, Relativit√†, Teoria di Campo e Gravitazione” avvenuta all'Universit√† di Liege in Belgio.http://www2.ulg.ac.be/mathgen/CHAOS/

Inoltre, è chiaro che il gentleman non ha preso tempo per andare a investigare la tabella temporale del programma per esaminare gli altri studi con cui il mio era in competizione, in quanto sembra che non conosca quanti fossero in gara per questa sezione. Il gentleman ha ragione a dire che non vi si trovano molti lavori (approssimativamente 20), dato che non molti sono in grado in questo mondo di lavorare a tale livello, o non hanno avuto tempo per approfondire questi difficili problemi che sono stati insormontabili ad alcuni dei piu grandi pensatori della nostra storia.

I lavori proposti questo anno erano di altissima qualità http://theresonanceproject.org/casys09.html da ricercatori di una comunità internazionale e istituzioni importanti. Questo non è insolito per la sezione di fisica della Conferenza CASYS, in anni precedenti hanno partecipato dei Premi Nobel, come nella CASYS '07 dove ho partecipato. Per questo sono rimasto sorpreso nel vincere il premio, in quanto partecipavo contro fisici e ricercatori veterani, con lavori dello stesso direttore della conferenza. Quanto sapeva di fisica il comitato di selezione? Non so. Comunque, la qualità dei lavori in fisica proposti, richiedeva che i revisori avessero una comprensione avanzata di fisica per poterli comprendere. Mi chiedo, quanti Premi Nobel ha preso il gentleman?

Sembra che non riesca ad ottenere il vero nome del gentleman o le sue credenziali , per capire se sia in grado di analizzare il mio lavoro. Dato che si è dato il nome Bob-a-thon potrei chiamarlo Dr.Bob-a-thon e ho trovato che ha una definizione disturbante nel dizionario urbano http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&sl=en&tl=it&u=http://www.urbandictionary.com/define.php%3Fterm%3Db.%2Bo%2520:%2520%25E2%2580%259Cb.o.b.-a-thon:&rurl=translate.google.it&anno=2&usg=ALkJrhgfiZR_WBUSqyKaY_ChslCJ826__Q. Forse il gentleman non ha investigato bene prima di scegliersi lo pseudonimo.

Punto due, il gentleman suggerisce che il mio documento Schwarzschild Proton non meriti e supporta i suoi argomenti con tre commenti. Li descrivo uno per uno (vedere http://theresonanceproject.org/blog/?p=160 )

a) “Il suo argomentare √® circolare”

Questa asserzione è notevole dato che The Schwarzschild Proton, mentre propone una visione di unificazione, tenta di risolvere un argomento circolare nel modello standard. Quasi un secolo fa, quando venne determinato che sembrava esistere un nucleone altamente carico al centro degli atomi che conteneva la maggioranza della massa e che questa entità era composta di particelle che in qualche modo erano tenute assieme dalla loro carica elettrostatica (repulsione di Coulomb), la comunita scientifica in maggioranza adottò il concetto di una misteriosa forza forte presa dall'aria, che sembrava nella corretta proporzione da produrre il confinamento necessario per l'interazione protone-protone. Piu tardi venne scoperto che il protone sembrava avere strutture interne chiamate quark e dato che sono confinate in uno spazio piu piccolo, venne elaborata la forza di colore con una forza infinita. Ora la forza forte alla scala del protone, venne definita come una rimanenza della forza di colore ultrapotente di natura infinita mediata da gluoni. Nel modello standard non viene spiegata la fonte di energia che sarebbe necessaria per produrre una forza di natura infinita, che è la forza piu grande nell'Universo.

Ironicamente questo è un esempio perfetto di pensiero circolare. Uno scopre un errore nel suo modello corrente che non combacia con l'osservazione sperimentale, quindi procede inventando un nuovo tipo di forza o un nuovo tipo di materia (nel caso della materia-energia oscura, vedi sotto) quindi da a queste nuove invenzioni le caratteristiche necessarie a far funzionare il modello iniziale. Quindi il ricercatore asserisce che la nuova quantita è confermata, dato che è predetta dal modello iniziale che altrimenti fallisce.

Perchè il modello standard non sia circolare, deve essere dato un meccanismo per la produzione di forza di confinamento infinita e questo è cio che fa The Schwarzschild Proton. Lo fa postulando una certa quantità di struttura coerente e polarizzata nelle fluttuazioni del vacuum presenti nella scala quantistica (si sa che produce strutture come schiuma nello spaziotempo, secondo il modello standard) e che contribuiscono alla grande curvatura vicino o all'orizzonte.
Questo non √® discusso in The Schwarzschild Proton, ma meglio affrontato nella copia finale per la pubblicazione non ancora su internet. I miei primi lavori Collective Coherent Oscillation Plasma Modes In Surrounding Media of Black Holes and Vacuum Structure – Quantum Processes with Considerations of Spacetime Torque and Coriolis Forces and Spinors, Twistors, Quaternions, and the “Spacetime” Torus Topology trattano di questo punto e mostrano che strutture simil-solitone e soluzioni di plasma acustico si trovano vicino agli orizzonti e necessitano di una certa quantit√† di struttura coerente nel vacuum a livello quantistico. Quindi the Schwarzschild non √® un documento unico, ma una continuazione di una investigazione in un certo approccio alla struttura dello spaziotempo che comprende distorsioni dovute agli effetti di torsione e Coriolis che possono produrre discretezza a livello quantistico risolvendo la divisione tra il mondo relativistico e il mondo quantistico. Questo approccio ha avuto successo nel predire molti fenomeni astrofisici, inclusa l'esistenza dei buchi neri prima della formazione galattica (http://www.nrao.edu/pr/2009/bhbulge/). La seguente citazione √® un esempio da The Origin of Spin: A Consideration of Torque and Coriolis Forces in Einstein's Field Equations and Grand Unification Theory by Nassim Haramein and EA Rauscher.)

“In questa sezione abbiamo mostrato che possiamo modificare le equazioni di campo di Einstein e la soluzione Kerr-Newman per accomodare le forze di torsione e Coriolis, cosa che chiamiamo soluzione Haramein-Rauscher. Dato che le equazioni di campo di Einstein obbediscono alla condizione Laplace-Poisson, la torsione dello spaziotempo puo essere il risultato del gradiente di densit√† del vacuum in presenza di materia-energia. La modificazione delle equazioni di campo rende possibile includere i termini della torsione e quindi generare puo soluzioni realistiche. Queste soluzioni descrivono meglio le strutture dinamiche rotazionali delle galassie, delle novae, delle supernovae e di altre strutture astrofisiche che in questo caso sono guidate dalla torsione dello spaziotempo. Perci√≤, con l'inclusione degli effetti di torsione e di Coriolis nelle equazioni di campo di Einstein, lo spaziotempo si correla bene con i meccanismi osservabili dei buchi neri, della topologia galattica, della formazione delle supernove, delle dinamiche del plasma stellare e della scienza planetaria come la formazione ad anello e la struttura di Coriolis nelle dinamiche atmosferiche. Questo puo portare ad un modello dove la torsione e le forze dinamiche di Coriolis della topologia dello spaziotempo sono responsabili per la giovane formazione delle galassie a spirale (18). Inoltre il nostro modello √® consistente con le strutture galattiche, i buchi neri super-massicci al loro centro, con i jet polari, i dischi di accrescimento, le braccia a spirale e le formazioni dell'anello galattico.”

[Reference 18. Robert G. Abraham et al., ‚ÄúThe Gemini Deep Deep Survey.I. Introduction to the Survey,‚ÄĚ Catalogs, and Composite Spectra, AJ. 127 , 2455.]

L'impeto del documento the Schwarzschild Proton era solo di mostrare che quando un protone viene trattato come mini buco nero, il suo comportamente interattivo predice bene (data una approssimazione di primo ordine, visto che servirebbe una analisi di tensore, usando la metrica Kerr-Newman ed eventualmente la soluzione Haramein-Rauscher) l'emissione gamma, il tempo di interazione e il cosiddetto “momento magnetico anomalo” del protone, che ora ha la fonte nella struttura polarizzata del vacuum.

b) “Il nucleo di un singolo atomo di idrogeno ha una massa di quasi un miliardo di tonnellate”

Come sottolinea il gentleman, questa puo essere una cosa sciocca da predire. Ovviamente, ho pensato alla modifica di G e della scala di Planck in modo che la massa del Protone di Schwarzschild risultasse del valore standard (come altri hanno fatto http://arxiv.org/abs/astro-ph/0701006), comunque il punto in questo lavoro è mostrare (ecco perche ho aggiunto un grafico di scala) che gli oggetti nell'Universo da dimensione universale a particelle atomiche, tendono verso la condizione di Schwarzschild come dimostrato dal grafico di scala.

Era chiaro per me nel fare i calcoli che sarebbe stato un problema ed ecco perche ho incluso un grafico basato sui dati osservati della massa degli oggetti nell'Universo da dimensioni universali a quasar, strutture galattiche, oggetti di dimensione stellare e cosi via, per vedere se la massa del protone di Schwarzschild avesse qualche merito. Dal calcolo iniziale che ho fatto assieme al Dr.Hyson, abbiamo prodotto molti grafici, tentando di trovare un modo per mostrare la relazione della massa del protone standard con gli altri oggetti nell'Universo, inclusa la massa di Planck. In ogni caso, che fosse la massa vs la superficie o la massa vs rapporto di volume superficiale o massa vs entropia (superficie), il protone nella condizione di Schwarzschild cade bene sulla linea di tendenza (in alcuni casi dove abbiamo molti oggetti da dimensione universale a quasar, cluster galattici, supercluster locali ecc..), mentre il protone del modello standard cade fuori linea completamente. Quindi, il grafico di massa vs raggio rivela un significato nascosto e profondo: la materia organizzata nell'Universo sembra scalare in termini di densità verso la condizione del buco nero.

Il gentleman chiese “perch√® non misuriamo questa massa enorme quando pesiamo l'idrogeno (o altro)”. Prima di tutto, il gentleman fa un errore comune nel suo linguaggio (assumo non sia un suo errore nella conoscenza di fisica), dato che massa e peso sono due animali diversi (http://www.hitxp.com/phy/cph/020902.htm). Cosa piu importante, la questione sta nel fatto che ad ora il modello standard non ha identificato una fonte per la massa degli oggetti, come la massa delle particelle, il concetto di massa √® piuttosto esoterico. Il modello migliore ufficiale √® il meccanismo di Higgs che ha trovato seri ostacoli. Leggete la massa di Higgs sotto il problema di Gerarchia http://en.wikipedia.org/wiki/Hierarchy_problem#The_Higgs_Mass.

Qua il modello standard sperimenta problemi di predizioni che includono conservativamente 11 ordini di magnitudine per l'unificazione. Ci sono problemi fondamentali con la comprensione di massa ed energia nel modello standard, benchè questi problemi non siano comunemente riconosciuti. Il grafico di scala in The Schwarzschild Proton è piu di una affermazione solo sul protone; è anche una affermazione di relazioni di scala che definiscono orizzonti come quantizzazioni dello spaziotempo.
Uno dei migliori esempi √® la cosiddetta massa nuda o campo nudo nella teoria quantistica. Questo problema √® stato cosi nascosto che molti fisici non lo conoscono e non appare in Wikipedia e ne abbiamo pochissimo in letteratura. Comunque, il problema √® estremamente significativo, tanto che persino il modello standard non si avvicina a predire la massa di un atomo “misurata” negli studi sperimentali. Infatti, quando il modello standard analizza l'entit√† elettrone, scopre che questa entit√† deve avere massa e carica infinita. L'approccio del modello standard √® ignorare questi risultati e usare un termine di rinormalizzazione tipicamente come Z-1 per fare in modo che la teoria concordi con gli studi sperimentali http://universe-review.ca/R15-12-QFT.htm#Green
Questo è un enorme fattore fraudolento e in questo articolo in merito http://sci.tech-archive.net/Archive/sci.physics/2008-02/msg01081.htm che cita fisici conosciuti, le conclusioni del gentleman sono abbastanza eloquenti:

“…una nuda carica elettronica e massa √® infinita..qualcosa che nemmeno il Gruppo di Rinormalizzazione di Wilson riesce ad escludere. Quindi mi chiedo quale sia la fonte della carica e massa infinita dell'elettrone. Cosa pensate? Inizialmente penso sia qualcosa di vicino ad una singolarit√† da buco nero, ma in realt√† puo riguardare una fisica piu esotica.”

In un modo the Schwarzschild proton chiarisce il fatto che il potenziale energetico necessario per il confinamento deve essere spiegato e nella copia finale di The Schwarzschild Proton (non disponibile ancora in rete dato che è in pubblicazione), calcoliamo la dilatazione di massa risultante da un protone che ruota a velocita quasi relativistiche e scopriamo che ad una velocita di 10^-39 inferiore a C (ndt velocita della Luce), il protone esibisce la massa di una entità di Schwarzschild. Da qua, pianifico di discutere il problema della massa in un documento in arrivo, mostrando che la soluzione al protone di Schwarzschild, che era solo una approssimazione di primo ordine, dovrebbe essere affrontata in na Kerr-Newman e piu importante, con la metrica Haramein-Rauscher, dove vengono inclusi gli effetti di Coriolis e della torsione.

Questi effetti possono mostrare che la distorsione dello spazio metrico alla superficie dell'orizzonte degli eventi della struttura del buco nero, produce turbolenza e grande curvatura che può non essere rilevabile d un semplice spettrometro di massa a lungo raggio o da esperimenti di scattering, che non esaminano la struttura altamente curvata vicino e all'orizzonte. In questo caso il buco nero ha capelli per gli effetti di Coriolis sulla struttura dello spaziotempo (altri sono arrivati a conclusioni simili da approcci completamente diversi http://arxiv.org/abs/hep-th/9201059v1 , http://arxiv.org/abs/hep-th/9604134v2 , http://arxiv.org/abs/hep-th/9609084v1 , http://arxiv.org/abs/hep-th/9202014v1 ), e in questo modo pianifico di spiegare la ragione per cui la corrente cosiddetta massa del protone è cosi fuori dalla condizione di Schwarzschild e dall'apparente tendenza della materia organizzata nel nostro Universo.

A livello cosmologico, questa struttura altamente turbolenta degli orizzonti dove le velocità si avvicinano a C, puo essere la fonte della creazione di materia tramite lo spaziotempo stesso a livello quantistico che predice un modello di creazione continua di materia agli orizzonti dei buchi neri invece del corrente approccio del Big Bang con queste allegorie della materia-energia oscura http://cosmologystatement.org/
Scoperte recenti http://news.nationalgeographic.com/news/2010/03/100318-black-holes-immaculate-conception/ non solo confermano l'esistenza dei buchi neri precedente alla formazione galattica, ma possono anche confermare i processi di creazione di materia vicino e agli orizzonti, come un modello di continua creazione, invece del convenzionale raggruppamento di particelle e polvere, la cui fonte non è stata identificata dal modello standard del Big Bang http://cosmologystatement.org

c) “Il documento, mentre usa alcuni termini scientifici, viene presentato a livello di base…Nassim gioca con equazioni da libri per studenti”

Per questo credo che Einstein abbia gi√† parlato chiaramente, “Ogni ragazzo intelligente pu√≤ fare cose piu grandi e complesse…serve un tocco di genio e molto coraggio per muoversi nella direzione opposta”. The Schwarzschild Proton poteva essere piu complesso, dato che, assieme alla Dr.Rauscher e con alcune discussioni assieme al Dr.Rowlands http://theresonanceproject.org/uni/peter_rowlands.html, avevo trovato diversi modi. Per esempio, nel 2003 con la Dr.Rauscher abbiamo elaborato una soluzione che arriva quasi alle stesse conclusioni di the Schwarzschild Proton ,usando la QCD e la QED. Inoltre, il sistema del Dr.Rowlands http://www.worldscibooks.com/physics/6544.html predice anch'esso strutture simili a singolarit√† nella scala atomica.

Le prime bozze di Schwarzschild Proton includevano molte di queste complessita avanzate; però mi erano state fatte in precedenza critiche per la complessità dei miei precedenti lavori che non rendevano chiaro il mio approccio. Inoltre, per me era importante che the Schwarzschild proton fosse il piu chiaro e semplice possibile, in modo che persino uno studente di college potesse capire la matematica e seguire la logica delle conclusioni. C'era una certa bellezza in questa semplicita e ho appositamente eliminato le complessita e forse posso aver un po esagerato. Intendo dire che potevo mettere altro attorno agli argomenti necessari perche il lettore capisse l'approccio ed è importante notare che la versione ora disponibile su internet era una copia di bozza che non era per la pubblicazione. Era stata prodotta rapidamente per la conferenza CASYS durante l'estate del 2009. Il documento sarà aggiornato con il peer review e mi era gia stato chiesto di ampliarlo.
Una delle ragioni per cui il gruppo del CASYS ha pensato che il mio lavoro meritasse un premio e facilmente per la mia relazione in corso con questo gruppo, che ha seguito lo sviluppo del mio approccio negli anni e possono vedere the Schwarzschild Proton nel contesto della altre mie pubblicazioni.

Nel punto 3, troviamo una asserzione piu seria sulla mia presunta natura fraudolenta. Il gentleman procese a commentare su una oscura e privata discussione tra me e un altro ricercatore, Marko Rodin che è un video illegale che non doveva essere pubblicato. In alcun testo o verificato la validita di questa scoperta che consideravo alcuni anni fa. Se l'accuratezza della relazione tra la curva phi e la nona divisione della struttura del cerchio definita dalla matematica di Mr.Rodin fosse stata esplorata e confermata come valida, sarebbe stata interessante e ne avrei discusso pubblicamente. Non ho fatto questo perche so che la matematica non è stata confermata e dato che ero poco interessato e avevo poco tempo, non ho completato la prova. Questo l'ho chiarito in una email ad un gruppo di ricercatori in vari campi che chiedevano del mio approccio per produrre la spirale. Si è acceso un dibattito e ho dovuto intervenire. la mia email del 2009 diceva:

Cari,

Mi scuso se ho inavvertitamente contribuito alla confusione! Non ho tempo per la matematica, ma l'animazione che ho creato spiega da sola. E' importante realizzare che quando ho fatto questo cinque anni fa, ne ho parlato con Marko. Non faccio una analisi matematica completa. Se qualcuno è interessato potrei vedere se esiste un suo significato profondo o meno.

Quindi grazie ancora, Dr.Bob-a-thon, per aver chiarito questo calcolo. Vorrei pero aggiungere che come prima approssimazione la mia scoperta era fuori circa del 10% e una appropriata analisi guarderebbe la relazione con la sequenza di Fibonacci, che approssima phi, come si trova in natura, dove (1+radice di 5)/2 non si trova in natura come esatta rappresentazione. Vorrei sentire i pensieri del gentleman, perchè potrebbe desiderare di contribuire ancora alle critiche e all'assassinio d'immagine. Qualunque sia il caso, discreditare tutto il mio lavoro perche posso aver fatto un pensiero in una conversazione privata con altro ricercatore che puo essere stato impreciso o incompleto, è inappropriato.

In generale, tento di scoprire quanto posso sulla materia prima di fare affermazioni pubbliche che potrebbero confondere la popolazione. Detto questo, sono sicuro da tutto quello che ho studiato, da fisica avanzata ad antiche civilta e antropologia, che ho fatto errori non appositamente per ingannare. Molti errori sono stati trovati nel lavoro di alcuni fisici importanti e scienziati nel pianeta che non necessariamente discreditano il loro contributo all'umanità. Inoltre molte cose studiate nelle universita oggi potranno essere sbagliate domani e questo non renderebbe gli insegnanti dei truffatori (anche se c'è una tendenza in molti educatori nel sorvolare le difficolta delle teorie correnti, per mantenerne l'apparenza di verità assoluta.)

Punto quattro, domanda. Perchè non c'è supporto dalla comunita scientifica alle idee di Nassim?

Ancora, il gentleman salta a conclusioni senza avere i fatti. Ecco alcuni appoggi da scienziati prominenti http://theresonanceproject.org/testimonials. che pensano che il mio approccio meriti e che negli anni hanno contribuito e collaborato alla mia conoscenza. Inoltre altri ricercatori, ho fornito link sopra e non tutti, con serie credenziali arrivano rapidamente alle stesse conclusioni riguardo la singolare natura del mondo atomico.

a) “perch√® il mondo scientifico teme il ribaltamento delle sue teorie preziose?”

Per questa affermazione, posso dire che la storia parla da sola, dato che ogni nuovo cambiamento significativo portato alla comunita scientifica ha trovato resistenza, poi il ridicolo, poi l'accettazione. Come ha detto Schopenhauer, “Tutte le verit√† passano attraverso tre stadi. Primo, il ridicolo. Secondo, l'opposizione violenta. Terzo, l'accettazione in quanto evidente”. Vorrei proporre che c'√® un movimento, inarrestabile, che arriver√† alla conclusione che le prime interpretazioni del mondo quantistico sono risultate dalla errata interpretazione della natura singolare del nucleo atomico.

Questo cambiamento necessita di tempo e il periodo è legato alla resistenza del corrente paradigma verso un cambiamento fondamentale nella nostra visione dell'Universo. Non è un cambiamento banale ed è normale che ci sia tanta resistenza dato che le teorie correnti hanno fatto un lavoro eccellente per lungo tempo. Comunque, siamo arrivati ad un momento in cui certe questioni fondamentali come l'origine della massa, dell'elettromagnetismo, dello spin e dell'unificazione, devono essere affronate.

Riguardo alla natura argomentativa e non amichevole della comunita scientifica, come fa notare il gentleman, credo che queste attitudini siano uno dei componenti piu disastrosi per l'evoluzione umana e la trascendenza di alcune sfide tremende. La comunita scientifica e il mondo intero, devono apprendere la collaborazione e il criticismo costruttivo che producono sempre il miglior risultato a differenza della guerra.

b) “perch√® che gli scienziati non riescono a vedere fuori dalla scatola e non vogliono accettare suggerimenti da un esterno?”

c) perchè non hanno avuto le sue idee ancora?

d) perchè chiunque con una comprensione della scienza può vedere che le sue affermazioni e metodi non sono scientifici nel senso del termine e che non conosce quello di cui parla?

b),c) e d) hanno riposta nel punto di sopra. Il gentleman menziona Garrett Lisi come esempio di un fisico accettato dalla comunita scientifica ufficiale. Risponderei che Mr.Lisi ha pubblicato un set di equazioni che rientrano bene nel corrente approccio e quindi non è un cambiamento radicale nella prospettiva del mondo delle particelle (benchè la teoria di Mr.Lisi penso che abbia approfondito un approccio specifico alla fisica delle particelle, contiene delle problematiche serie http://arxiv.org/abs/0905.2658)

E' pero interessante che ancora una persona indipendente, in questo caso un surfer che vive in un van (come ho fatto io per anni per finanziare la mia ricerca) arriva a superare milioni di scienziati professionisti con buoni salari e che possono dedicare la maggior parte del tempo alla ricerca invece che alla sopravvivenza. Cosa ci dice questo sul sistema d'educazione e sul corrente approccio alla ricerca avanzata?
Nel caso di qualcuno che avanza idee piu radicali, mi piacerebbe aggiungere questa citazione da qeusto articolo della Associated Press: http://www.msnbc.msn.com/id/7536665/ns/technology_and_science-science/

“..Forse c'√® un Einstein la fuori oggi,” ha detto il fisico Brian Greene della Columbia University, “ma sarebbe per lui piu dura farsi sentire.” Specialmente considerando cosa proponeva Einstein.
“Il tessuto dello spaziotempo si curva? Mio Dio, che idea!” Greene ha detto al recente incontro presso l'Istituto Aspen. “Un certo tipo di persona sbatterebbe la sua testa contro il muro perche crede di trovare la soluzione”
Forse i migliori esempi sono i 5 documenti scientifici che Einstein scrisse nel suo “anno miracoloso” del 1905. Questi “esperimenti di pensiero” erano pagine di calcoli firmate e proposte al prestigioso journal Annalen der Physik da uno sconosciuto. Non c'erano note o citazioni.
Cosa accadrebbe oggi a una tale proposta?
“Ci arrivano questi documenti in email” dice Greene. “Li mettiamo nella spazzatura”

Inoltre in fondo all'articolo del gentleman ci sono commenti che criticano i miei programmi in una fondazione nonprofit che non sarebbero tipici di un ricercatore scientifico. Per uscire dal mio van e continuare la ricerca, non solo in fisica teorica ma in sviluppo tecnologico, ho dovuto cercare supporto pubblico perche non ricevo finanziamenti da istituzioni o strutture del governo. Quindi, ho dovuto dividere il mio tempo con l'organizzazione per avere le risorse per la ricerca e per la mia famiglia. Questo è cosa dura e non mi ha fatto arricchire. La fondazione lotta ogni mese e la mia famiglia riceve appena il supporto finanziario.

Punto 5, Domanda simile. Perche nessuna delle sue idee storiche hanno supporto da istituzioni accademiche?

Molti punti nel 5 sono discussi anche sopra. In questa sezione il gentleman si proclama assiema alla sua istituzione, il detentore della verità e sola verità, come se il modello standard fosse cosa completa e finita. Nella discussione sottostante viene fatta confusione perche si afferma che avrei incoraggiato conoscenti ad apprendere matematica specifica in modo che potessero aiutare. Questo non significa che non comprendo la matematica o che non abbia sufficienti capacita. Come menzionato in quei commenti, sono il primo ad ammettere che vorrei maggiori capacita matematiche, ma non significa che non ne abbia abbastanza per fare cio che faccio con un po di aiuto da altri. Molti progetti di fisica di oggi comprendono diversi fisici che si aiutano. Comprendo abbastanza matematica per scrivere i testi che ho prodotto con aiuto di altri ricercatori, pero la mia dislessia è stato un handicap nella mia vita e questo problema non è insolito, è stato anche di Einstein. Incoraggio le persone che vogliono contribuire alla ricerca ad apprendere le capacita matematiche necessarie a capire il lavoro precedente che è stato pubblicato per poter contribuire.

Non c'è dubbio che il mio lavoro nel campo della fisica resta nella scatola della fisica. Pero tutta la mia ricerca non sta in alcuna scatola nella comunita ufficiale corrente, dato che va dalla fisica avanzata alla filosofia e a concetti spirituali ecc..non starebbe in nessuna scatola convenzionale, dato che è un approccio olistico all'esistenza. Il gentleman puo non concordare con questo approccio alla scienza e alla filosofia, comunque suggerirei in futuro che i suo commenti rimangano professionali e che il suo criticismo sia costruttivo e collaborativo, dato che vedo che il gentleman ha una grande mente e conoscenza. Ancora, viviamo in un tempo critico nella storia dove dobbiamo apprendere a collaborare e contribuire con rispetto, senza limiti di opinioni, per superare le sfide di oggi http://www.sciencedaily.com/releases/2010/03/100326101117.htm

La certezza assoluta che una idea sia sbagliata..è una attitudine che non ha posto nella scienza e che discredita l'impresa scientifica РBrian Josephson, Premio Nobel

Nassim Haramein
http://theresonanceproject.org/bob.html