Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#117235

Anonimo

SEI RIVELAZIONI SHOCK SUL “GOVERNO SEGRETO” DI WALL STREET
Postato il Martedì, 13 dicembre @ 16:10:39 CST di supervice

DI LES LEOPOLD
Alternet.org
Alti funzionari hanno volontariamente mascherato la vera dimensione dei salvataggi del 2008-'09 al Congresso e all’opinione pubblica.

Ora abbiamo prove concrete che Wall Street e Washington stanno gestendo un governo segreto bel lontano dal processo democratico. Grazie a una richiesta per la libertà di informazioni fatta da Bloomberg News, il pubblico ha ora accesso a oltre 29.000 pagine di documenti della Fed e ad altre 21.000 transazioni della Fed che sono state deliberatamente nascoste, e per buone ragioni. (Vedi qui e qui.)

Questi documenti mostrano come alti funzionari del governo hanno volontariamente celato al Congresso e al pubblico il vero scopo dei salvataggi del 2008-'09 che hanno arricchito i pochi e rafforzato gli interessi dei giganti di Wall Street. Ora sappiamo che:

I salvataggi segreti di Wall Street ammontavano 7,77 trilioni di dollari, dieci volte più del Troubled Asset Relief Program (TARP) da 700 miliardi approvato dal Congresso nel 2008.

La conoscenza dei fondi per i salvataggi segreti non era stata condivisa con il Congresso anche quando stava stilando e dibattendo le leggi per smantellare le grandi banche.

Il finanziamento segreto, fornito a tassi più bassi del livello di mercato, hanno fornito alle banche di Wall Street altri 13 miliardi di dollari in profitti. (Denaro sufficiente per assumere più di 325.000 insegnanti.)

I prestiti segreti hanno finanziato le fusioni bancarie, per far sì che le banche più grandi potessero crescere ancora. Questo denaro ha anche permesso alle banche di dar manforte alle proprie iniziative di lobby.

Quando Henry Paulson (il Segretario al Tesoro sotto Bush) informò il Congresso e il pubblico che ci sarebbe stato bisogno solo di piccole riforme per proteggere Fannie Mae e Freddie Mac dal collasso, si incontrò segretamente con i manager dei maggiori hedge fund di Wall Street – tra loro, gli ex colleghi di Goldman Sachs – per avvisarli che era sul punto di nazionalizzare le gigantesche compagnie di emissione di mutui, una mossa che avrebbe praticamente svuotato il valore azionario di queste aziende. Questa informazione era di enorme valore, perché ha consentito a questi hedge fund di shortare Fannie e Freddie, facendo una fortuna.

Quando Timothy Geithner era a capo della NY Federal Reserve, si lamentò delle azioni legislative del senatore Ted Kaufman, del Delaware, volte a limitare le dimensioni delle banche, perché questo argomento era “troppo complesso per il Congresso e che le persone che conoscono i mercati dovrebbero gestire in prima persona queste decisioni”. Nel frattempo, Geithner era totalmente a conoscenza degli enormi prestiti segreti, mentre il senatore Kaufman ne era all’oscuro. Anche Barney Frank, che stava redigendo una fondamentale legislazione di riforma del settore bancario, non era informato dei prestiti segreti. Nessuno al Congresso ne sapeva niente.

continua…..
http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9508