Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORA CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#117742

kappa88
Partecipante

[quote1334925199=InneresAuge]
[quote1334924552=farfalla5]
Vi prego, nel nome delle casalinghe confuse #ha voi maschi che avete sempre fatto sto casino di politica, (non mi riferisco a voi, gli amici del AG) ce lo spiegate in poche parole semplici come stanno le cose. :ave:
Sinteticamente….

[/quote1334924552]

La politica è scelta 🙂 Quando fai la spesa, fai anche tu politica 🙂

Secondo me, dal punto di vista pragmatico e realista, cambiando il nome dell'ideologia, spesso il risultato non cambia. Perché non cambia ciò che in primis dovrebbe cambiare: l'uomo.
Come disse Battiato in una canzone, la prima e vera rivoluzione è quella interiore.

Le cose, a mio modo di vedere, stanno in questo modo: abbiamo un sistema che non è ne' carne ne' pesce, ne' liberale dove serve, ne' socialista dove serve, e con un enorme montagna di sprechi e corruzione.
Il fine di un sistema, anche ibrido, dovrebbe essere il raggiungimento del massimo equilibrio e benessere umano/società/ambiente.
Al momento mi sentirei solo di fare tabula rasa di tutto il sistema. Completamente, e ripartire dal minimo indispensabile con una nuova idea di democrazia diretta e cosciente. E per questo servirebbe tantissimo, ma tantissimo, innovare anche la scuola che dovrebbe formare i cittadini aperti e sapienti del futuro.
[/quote1334925199]
:ave: concordo pienamente, o quasi
sebbene sono d'accordo sul fatto che importante è prima di tutto l'uomo, secondo me un modello liberale fatto da uomini piu coscienti sarà sempre migliore di un socialismo fatto da uomini piu coscienti, per l'unico motivo che un modello libertario garantisce la cosa piu importante: la liberta, nei limiti naturalmente. Mentre l'altra ideologia prevede un accentramento del potere decisionale che secondo me è innaturale e che nel lungo periodo si autodistrugge. Cmq sono d'accordo che oggigiorno non vi è un'attuazione pura di una delle due ideologie, come dici tu ne carne ne pesce, pero vedo che negli ultimi anni la bilancia si sia spostata a favore del progetto socialista.
Dopo la seconda guerra mondiale i padri fondatori dell'europa riuscirono a creare, anche se non pienamente, un'europa liberale, perche avevano capito che a causare le due guerre mondiali erano state il nazionalismo e il protezionismo economico e quindi volevano evitare che i conflitti si ripetessero. Ma con il passare degli anni a mio avviso, e soprattutto con l'introduzione dell'euro, ci avviciniamo sempre piu ad una centralizzazione del potere a Bruxells, il modello che i politici e l'elite preferiscono perche non hanno concorrenza e non possono perdere il controllo, se non con qualche conflitto futuro.