Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

#11810
Richard
Richard
Amministratore del forum

In the last few decades, scientists have discovered that there is a lot more to the universe than meets the eye: The cosmos appears to be filled with not just one, but two invisible constituents-dark matter and dark energy-whose existence has been proposed based solely on their gravitational effects on ordinary matter and energy.

Now, theoretical physicist Robert J. Scherrer has come up with a model that could cut the mystery in half by explaining dark matter and dark energy as two aspects of a single unknown force. His model is described in a paper titled “Purely Kinetic k Essence as Unified Dark Matter” published online by Physical Review Letters on June 30 and available online at http://arxiv.org/abs/astro-ph/0402316.

“One way to think of this is that the universe is filled with an invisible fluid that exerts pressure on ordinary matter and changes the way that the universe expands,” says Scherrer, a professor of physics at Vanderbilt University.
http://www.universetoday.com/9713/a-connection-between-dark-energy-and-dark-matter/

———-
Negli ultimi decenni gli scienziati hanno scoperto che c'è molto piu nell'universo di quanto vediamo. Il cosmo sembra pieno di due costituenti invisibili, energia e materia oscura che vengono rilevate indirettamente dagli effetti sulla materia e l'energia ordinarie.
Ora il fisico teorico Robert Scherrer ha creato un modello che potrebbe tagliare a meta il mistero spiegando materia ed energia oscure come due aspetti di una forza sconosciuta. Il suo modello è descritto nel documento “Purely Kinetic k Essence as Unified Dark Matter” pubblicato in Physical Review Letters il 30 giugno 2004 e disponibile online http://arxiv.org/abs/astro-ph/0402316.

“Un modo per pensarlo è che l'universo è pieno di un fluido invisibile che esercita pressione sulla materia ordinaria e cambia il modo in cui l'universo si espande”, dice Scherrer, professore di fisica alla Vanderbilt University.