Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORÀ CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#118102
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

Povera Italia!
Speriamo Bagnai abbia ragione!:

[size=24] Irreversibile?
(ecco, è partito anche l'ultimo file, manca solo l'introduzione, avevo un vuoto mentale, sai, l'horror vacui, come diceva quello, della pagina bianca… Ma per fortuna è venuto in mio soccorso la Fassina, e la pagina si è riempita come per incanto)

Il 21 settembre scorso, alla presentazione del libro di Giovanni Moro, “La moneta della discordia”, che vi avevo annunciato a suo tempo e dove ho rivisto con piacere alcuni di voi, il direttore generale dell'Associazione Bancaria Italiana, Giovanni Sabatini, concludeva una presentazione estremamente rigorosa del quadro attuale ribadendo il carattere irreversibile dell'euro.

Irreversibile.

Già.

E così m'è venuto da dirgli: “Sa, dottore, io ho passato tutta l'estate seduto di fronte a una barriera corallina, scrivendo un libro che revoca in dubbio questa irreversibilità…”.

E siccome questo è un blog di qualità, dove ogni affermazione è corroborata da dati, vi mostro lo studiolo nel quale mi sono recluso per tutta l'estate: l'ultimo melo del Föhnheim, seduto sulla sdraio giallorossa (non per mia scelta, io non ho colori preferiti).

Ecco, Ecuccio caro, così ora sai anche cos'è il Föhnheim: è la casa del vento, e ce ne voleva, di vento, per tenere fresco il mio netbook, che, come sapete, nonostante l'avviso contrario dei tecnici del settore (saranno ingegneri?) ha la ventola rotta, e mi si spegne ogni due per tre.

Dice: ma che c'entra la barriera corallina? C'entra, c'entra. Sai, 250 milioni di anni fa, lo Sciliar era sott'acqua, e quelle pareti di dolomite che vedete lì, sullo sfondo, una volta erano barriere coralline. Sicuramente qualche pesce, sentendosi dire che un giorno, al posto degli anemoni di mare, sarebbero state tutte genzianelle e stelle alpine, avrà pensato: “Ma che dice questo? La barriera è irreversibile…”.

La buona notizia è che questa volta per emergere non dovremo aspettare 250 milioni di anni!

(che anno difficile! In classe di globalizzazione ho un seguace di Giannino, un “fermatore del declino”, vi rendete conto? Ma è tanto un bravo ragazzo, già mi sta simpatico – io son fatto così, vado a simpatie, ma per fortuna mi stanno simpatici tutti. Del resto, fra colleghi ci siamo detti: meglio un'idea sbagliata, che nessuna idea. E così, l'altro giorno, proiettavo in classe l'ultima relazione del governatore, per illustrar loro la posizione netta sull'estero del nostro paese. Alla fine del 2011, i titoli del debito pubblico collocati all'estero erano, pensate un po', 666 miliardi. Così, mi sono avvicinato al fermatore del declino, e gli ho detto: “E questo prova che, come pensano i tuoi economisti di riferimento, la spesa pubblica e quindi il debito pubblico sono il male assoluto: 666 infatti è il numero della Bestia.” Ragazzi, all'università si fa scienza, mica Scienza – un altro caso del quale dovremo parlare…).

[link=http://goofynomics.blogspot.it/2012/10/irreversibile.html]goofynomics.blogspot.it[/link]

[size=24]Markus Kerber – L'uomo che fermò il MES

Markus Kerber è l'uomo che ha avviato la fase dei ricorsi costituzionali contro il MES, in Germania, ottenendo una pesante limitazione ai deliri di onnipotenza del fondo salva stati, ovvero impedendo la parte del trattato che indebita arbitrariamente all'infinito gli stati membri, nonché la parte che esautora il Parlamento dal conoscere le delibere ed ogni documento interno del costituendo organismo finanziario.
Lo hanno incontrato, per Byoblu.com, il Movimento Cinque Stelle e Marco Travaglione.

Per sapere approfonditamente cosa è il MES:
http://www.byoblu.com/post/2012/09/26/IL-MES-PER-TUTTI.aspx
Per approfondire la sentenza della Corte Costituzionale tedesca sull'ESM (MES):
http://www.byoblu.com/post/2012/09/12/I-tedeschi-non-sono-scemi-come-noi.aspx

[link=http://www.byoblu.com]byoblu.com[/link]


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato