Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

Home Forum L’AGORA CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo Rispondi a: CRISI FINANZIARIA: un nuovo mondo sta nascendo

#118225
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1361278857=Pier72Mars]
AMNESTY INTERNATIONAL DENUNCIA IL GOVERNO E LA POLIZIA GRECA. LA GRECIA E’ COLLASSATA. MA A NOI NON LO DICONO PERCHE’ SIAMO IN CAMPAGNA ELETTORALE

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI
Libero pensiero

L’ho saputo davvero per caso. Il che la dice tutta.
Me ne stavo amenamente trastullando con un amico di lunga data, un giornalista neo-zelandese, con il quale ci incontriamo in un sito, chesscube.com, dove ci sfidiamo in un nostro personale duello a scacchi mentre chattiamo scambiandoci informazioni sull’Europa e su quello che accade nel continente australe e nel sud-est asiatico, di cui lui è un attendibile esperto.
A un certo punto, mi fa:
“E che ha detto Bruxelles della bomba di Amnesty International?”
“Quale?”..
http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2013/02/amnesty-international-denuncia-il.html
[/quote1361278857]

:ummmmm:

http://www.controlacrisi.org/notizia/Politica/2013/2/13/31206-grecia-la-crisi-e-gli-sciacalli/
Ma vediamo, secondo il Nostro Prode, cosa cela l’«osceno velo di totale censura». Si parte subito in quarta con una specie di remake versione austerity-complottarda di un film di Romero: l’Assalto Del Popolo Affamato Ai Supermercati.
Stanno assaltando i supermercati. Ma non si tratta di banditi armati. Si tratta di gente inviperita e affamata, che non impugna neanche una pistola, con la complicità dei commessi che dicono loro «prendete quello che volete, noi facciamo finta di niente».
Ovviamente non è indicata nessuna fonte – anche perché una simile notizia non esiste. In questi ultimi anni, infatti, gli unici «assalti» organizzati ai supermercati (leggi: «espropri proletari») sono stati compiuti da anarchici e autonomi. Lo raccontano loro stessi nel libro We are an image from the future (2010) e in questo post del 2011 pubblicato su ContraInfo.
Nei due paragrafi successivi, Modigliani riporta due notizie totalmente inventate. La prima parla di una
rivolta di 150 imprenditori agricoli, produttori di agrumi, che si sono rfiutati [sic] categoricamente di distruggere tonnellate di arance e limoni per calmierare i prezzi, come richiesto dall’Unione Europea. Hanno preso la frutta, l’hanno caricata sui camion e sono andati nelle piazze della città con il megafono, regalandola alla gente, raccontando come stanno le cose.
La seconda, ancora più strabiliante, tira in ballo il Sistema Imperiale delle Multinazionali Bavaresi dello Yogurt Tetesco.
200 produttori agricoli, ex proprietari di caseifici, […] da padroni della propria azienda sono diventati impiegati della multinazionale bavarese Muller che si è appropriata delle loro aziende indebitate, acquistandole per pochi euro sorretta dal credito agevolato bancario […].
La questione, in realtà, è più lineare: da 16 giorni gli agricoltori stannoprotestando (anche con pesanti blocchi stradali) contro «la politica governativa nel settore per ottenere, fra l’altro, la riduzione del prezzo del gasolio per l’agricoltura, la riduzione dell’Iva sui loro prodotti e delle imposte sui terreni agricoli e la concessione dei prestiti da parte delle banche».
È vero che degli agricoltori, il 6 febbraio 2013, sono andati in piazza aregalare verdura e agrumi (più di 50 tonnellate, per la precisione): ma di tutto si è trattato fuorché di una «rivolta». Di seguito un breve resocontoin italiano della giornata:..