Rispondi a: Georges Ivanovič Gurdjieff

Home Forum L’AGORÀ Georges Ivanovič Gurdjieff Rispondi a: Georges Ivanovič Gurdjieff

#118839

Xeno
Partecipante

Questo esercizio mi è risultato difficile.
Il motivo che poi ho capito, è insito nella descrizione stessa infatti dice:

Naturalmente non dovrete essere sciocchi rispetto a ciò. Conoscetevi meglio, guardate alla vostra macchina biologica come dall’esterno. Ora, mentre state morendo, non ha alcun senso mantenere reputazione e prestigio.

Questo esercizio puo essere affrontato (pena l'abbandono)solo dopo aver fatto [u]molto molto[/u] esercizio di presenza attraverso il ricordo di sè.

D'altronde Gurdjieff lo dice spesso che si deve essre disposti a pagare.
Con il termine “pagare”ovviamente non stiamo parlando di soldi…ma disposto a cedere qualcosa per ottenere.
A mò d'esempio per capirci,un atleta per raggiungere traguardi deve essere disposto a “pagare” ossia cedere energia attraverso lo sforzo e rinunce per raggiungere quelle mete.
Bisogna rendere stabili alcuni punti base per proseguire.
In pratica niente arriva solitamente per grazia ricevuta.

E secondo me un punto base come dice Nisargadatta Maharaj nel suo libro L'esperienza del Nulla e:

Per raggiungere la conoscenza del Sè dovete provarne un ardente desiderio,un profondo bisogno.Come un pesce che all'asciutto boccheggia spasimando per l'acqua