Rispondi a: Sogni e Realtà

Home Forum L’AGORÀ Sogni e Realtà Rispondi a: Sogni e Realtà

#119258

giorgi
Partecipante

Quando noi andiamo a dormire facciamo i sogni e proprio in quel momento del sogno tutto sembra reale, solo quando ci svegliamo ci rendiamo conto che ci trovavamo in un'altra dimensione, perché mentre il nostro corpo era sul letto immobile noi nei nostri sogni camminavamo parlavamo ed in noi tutti i nostri sensi erano attivi e via dicendo eppure il nostro corpo non era in movimento come nel sogno, questo lo possiamo capire controllando le persone che dormono e stanno sognando ma il loro corpo è li fermo eppure durante il sonno tutto è in funzione. Noi qui su questa terra viviamo di illusione, e questo lo si può capire confrontando il sogno e confrontando quando siamo svegli, quando lasciamo il corpo che noi chiamiamo morte il corpo va in putrefazione, quindi non ha più quella funzione che aveva prima, solo che il nostro essere va in altre dimensioni e in quelle dimensioni la vita continua, certamente questo non lo possiamo dare per scontato, ma come ho accennato sopra possiamo confrontare il nostro paragone tra sonno e veglia e come detto prima quando siamo da una parte tutto sembra reale. Molta gente non crede al Creatore anche per il semplice fatto che fino dalla nostra nascita le religioni ci hanno dato i loro insegnamenti e non è detto che tutto rispecchia alla verità, la verità è unica per tutti solo che ogni persona porta una sua verità in base alle sue esperienze ma c'è anche da dire che su mille persone ci possono essere mille verità ma di queste mille verità quella pura verità non ce ne sia nemmeno una oppure su quelle mille persone potrebbe anche darsi che solo una persona dia la verità, perché la verità è unica, non sono mille verità. Noi siamo qui su questa terra e proprio qui noi tutti viviamo di dualità, quindi c'è il bene e c'è il male e il nostro scopo di questa nostra scuola è quello di scegliere da che parte stare e mi spiego meglio:
se io vivendo di dualità che tutto ciò che faccio lo faccio solo per me per ottenere benefici, e se ottenere questo do scompiglio ad alcune persone questo significa che io ho scelto quella parte negativa, mentre se io quello che faccio lo faccio per me ma nello stesso tempo lo faccio anche per gli altri con un risultato che alla fine lascia tutti con benefici questo significa che io ho scelto quella parte positiva. Questo è Dio Questo è il Creatore non c'è bisogno di mettere quel Dio che ci ha insegnato la chiesa perché proprio la chiesa parla di un Dio che castiga i peccatori, mentre non ci sono peccatori ne un Creatore che punisce, perché chi sbaglia già deve sperimentare ciò che di negativo ha fatto quindi noi col nostro libero arbitrio ci possiamo creare i nostri problemi negativi come del resto possiamo uscire da questo inferno, inferno perché questa vita di dualità non è per nulla un giusto vivere, ma è una scuola che se vogliamo capire meglio come è la verità la dobbiamo scoprire che tutto è dentro di noi, perché esiste una pura verità e questa pura verità la si deve trovare individualmente.

Ecco come stiamo vivendo:

http://risveglio.myblog.it/media/01/00/2757884915.pdf

http://nidorondine.blogspot.it/