Rispondi a: NOVITA' SUI BAMBINI INDACO DA UN DOTTORE…

Home Forum L’AGORÀ NOVITA' SUI BAMBINI INDACO DA UN DOTTORE… Rispondi a: NOVITA' SUI BAMBINI INDACO DA UN DOTTORE…

#119623

deg
Partecipante

Guarda qui farfalla: http://www.nibiru2012.it/component/option,com_fireboard/Itemid,48/func,view/id,26013/catid,2/ a sinistra, sopra il login del forum c'è il “contatta lo staff” in bella vista.

Nello stesso sito ho trovato questo commento:

Una nuova base azotata…
Questo renderebbe i bambini indaco più lontani da noi del più antico Archeobatterio.
Poi sarebbe tutta da dimostrare:
La possibilità di incrocio con la vecchia specie umana, da dove è arrivata la nuova base azotata, in cosa consiste il nuovo codice genetico, quali aminoacidi codifica e come, le madri a quel punto potrebbero essere al massimo incubatrici ma non vere madri, se sono vere madri da dove viene la nuova base azotata e come si chiama?
Come è inserita nel nuovo DNA, con quale percentuale?
Ricordo che a dispetto dei tentativi di farlo apparire come “degenerato” e “munito di varianti” (ne è stata trovata che io sappia solo una, ma anche fossero due o tre…) il codice genetico è universale, dato così com'è (è un progetto intelligente…eh eh), da sempre funzionante e stabile nei milioni de li milioni di anni e buono e valido per il più primitivo dei batteri come per il più recente degli ominidi.

Vorrei pure scommettere due lire del 1914 (valevano molto più di due euro) che se domani trovassero un “alieno” potrebbero scoprire che pure il suo codice è uguale al nostro, il che lo renderebbe un po' meno alieno.

Cmq ribadisco il concetto: cambiare una base azotata, ossia una base che non sia Adenina, Timina, Citosina, Guanina, Uracile, farebbe dei bambini indaco l'organismo vivente più lontano e meno imparentato con la vita attualmente esistente sulla terra che sia dato trovare.

1)Le basi comuni (ma non sono le sole, ce ne sono altre, dislocate soprattutto sul RNAt) sono 5 : adenina, timina, citosina, guanina, uracile (nell'RNA al posto della timina).
2) Le mutazioni non “mutano” le basi, le scambiano, ci sono è vero basi mutanti come il bromouracile, ma sono basi che determinano l'inserzione di una base “comune” diversa da quella propria al momento della replicazione o della trascrizione.
3) Se è la base che cambia, che so io la base Indaco1, beh allora non c'è niente di tutto questo sul pianeta terra e un organismo del genere farebbe fatica anche a mangiare. E una volta mangiato e digerito come farebbe a rimpiazzare la base mancante, ad esempio durante lo sviluppo embrionale tanto per dire, quando le “mitosi” e di conseguenza (nella fase S) le duplicazioni del DNA sono milioni.
Se poi forniamo alla madre (madre?) la base mancante con una bella iniezione chi ci dice che la cosa possa funzionare senza provocare danni genetici irreversibili alla madre stessa.
Mi dispiace ma io non ci credo neanche un po', a meno di ulteriori delucidazioni molto molto molto circostanziate sulla natura (e la formula chimica) di tale base.
Inoltre il DNA è DNA perché le basi si incastrano perfettamente tra loro a due a due, se no niente DNA, ossia se cambio base addio doppia elica (come succede nell'RNAt quando una base “aliena” viene inserita proprio allo scopo di far saltare la doppia elica),