Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

Home Forum MISTERI Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto Rispondi a: Nassim Haramein: la ricerca della struttura del vuoto

#12118
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1360222626=UmbertoDePalma]
[quote1360202991=Richard]

———–
http://arxiv.org/PS_cache/arxiv/pdf/1001/1001.4402v1.pdf

Quantum Tetrahedra
Mauro Carfora
Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica, Università degli Studi di Pavia
Annalisa Marzuoli
Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica, Università degli Studi di Pavia
Mario Rasetti
Dipartimento di Fisica, Politecnico di Torino
Abstract
Discutiamo in dettaglio il ruolo del simbolo Wigner 6j come mattone di base che unifica campi differenti come modelli di geometria quantistica, teoria di campo quantistico topologica, modelli di lattice statistici e computer quantistici.

L'immagine di sopra (tetraedro circoscritto) mostra una stampa di una edizione rara del libro di Platone (Timaeus)
Mostra un medaglione con un tetraedro al centro e il motto sul bordo, Nescit Labi Virtus, la virtu non puo sbagliare. Questo illustra il ruolo della perfetta forma del tetraedro nella cultura classica. ..
Vogliamo raccontare la storia delle virtu del tetraedro quantistico.
..Vogliamo svelare la natura del simbolo 6j nella teoria di campo quantistico e computer quantistici e l'idea che le due immagini combacino. Nella sezione 2 6j viene visto come reale “tetraedro”, mattone di base per le geometrie quantistiche 3d…
—————
[/quote1360202991]

Mi permetto di aggiungere qui un link a proposito di una ulteriore spiegazione (in italiano) circa lo splendido riferimento fatto in questo post al pdf Quantum Tetrahedra.
(Kimichol è un ricercatore universitario di fisica nucleare).

Allo stesso modo mi sono permesso di riportare il post di Richard da me evidenziato nella stessa discussione del forum sopra linkato.

http://www.eclisseforum.it/forum/filosofico/antroposofia-3d-o-filosofia-psicologia-e-teologia-in-tetraedro-(video-personale)/msg60637/#msg60637

A proposito di queste chiare e ulteriori spiegazioni, e più precisamente a proposito dei citati 'oggetti' e 'ambienti di sviluppo', vorrei tentare una trasduzione degli stessi in un linguaggio per così dire più logico-filosofico che logico-matematico. Ossia comprendere (o perchè no addirittura prevedere) l'oggettività quantistica dei fenomeni attraverso il fenomeno umano (auto-coscienza intesa come soggettività quantistica).
[/quote1360222626]
Prosegui questa ricerca e proponi quello che vuoi, la seguirò molto volentieri, grazie…

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.948
La geometria o la struttura del collasso deve essere in equilibrio. La sfera rappresenta il maggior volume possibile, perchè si espande. La geometria del vacuum collassante deve essere la geometria più piccola possibile, il volume più piccolo, il volume che collassa. Questo è un tetraedro…

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6742.1
Riguardo alla gravità quantistica, una teoria principale dice: “la gravità quantistica divide lo spaziotempo in piccole sezioni triangolari dette simplex. Il 3-simplex solitamente è detto tetraedro. Il 4-simplex mattone di base è solitamente detto pentachoron. Ogni simplex rimane piatto geometricamente, ma molti simplex possono unirsi in vari modi, per creare una varietà di spazitempi curvi Causal-dynamical-triangulation
Riassumendo, se la struttura sottostante allo spaziotempo in scala planetaria (così come in scala quantistica) è davvero quella del pentachoron o 4-simplex, allora la proiezione di questo pentachoron nel nostro spazio tridimensionale può assomigliare al doppio tetraedro di Hoagland e quindi spiegare i dati planetari e solari anomali.