Rispondi a: Simbolismo nei media

Home Forum L’AGORÀ Simbolismo nei media Rispondi a: Simbolismo nei media

#122090

El Mojo
Partecipante

Ringrazio per l'apprezzamento!
Però mi piacerebbe trattare l'argomento “pessimismo” perchè, rileggendo, non mi sembra che ce ne sia.
O è forse riferito al fatto che do ragione a Solone sul fatto dei figli?
Io non credo che Solone sia condizionato, anzi do per scontato che la sua sia una scelta data dalla sua ragione, anche perchè, se non partissi da questo presupposto, sarei pessimista.
Anzi come dicevo, la società solitamente ti spinge a fare figli, non il contrario.
Poi ci sono cose relative, quelli che vedono sempre rosa e gli può andare bene, e tra questi quelli a cui và male. Stessa cosa a chi vede nero.
Una coppia dovrebbe scegliere in coscienza e indipendentemente da condizionamenti se avere figli o no. E prima di decidere, considerare tutto, i pro e i contro.
Questo perchè, ovviamente, avere figli è una grossa responsabilità, e devi necessariamente prendere in considerazione che non tutto va come si spera o come si vuole o come ti raccontano. Le famiglie felici esistono solo nelle pubblicità del mulino bianco, in linea di massima.
Fare un giro negli ospedali pediatrici per prendere coscienza di cose REALI che possono accadere non è pessimismo, è realismo, è togliersi i paraocchi di dosso. Chi ha qualche parente che lavora nei centri di assistenza sociale gli chieda quanti casi ci sono di donne piantate dal marito per via di qualche difetto o malanno del figlio.
E ammesso che tutto vada bene si è preparati all'eventualità che un figlio resti a casa anche 40enne perchè potrebbe anche non trovare lavoro? Sono solo piccoli esempi, altrimenti ci si può scrivere un trattato.
A condensare il discorso: fare figli non è cosa da poco e bisogna deciderlo in due essendo d'accordo, e in consapevolezza che può essere una bella avventura ma anche no.
Pessimismo e ottimismo sono solo due facce di una stessa medaglia, due estremi relativi.
Io preferisco la LOGICA.
Buona serata.