Rispondi a: FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Home Forum L’AGORÀ FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO Rispondi a: FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

#123924

marì
Bloccato

venerdì 1 maggio 2009
Appena dopo le ore 07:12 questa mattina ci arrivano comunicazioni da Sulmona di una nuova scossa di terremoto abbastanza forte che ha risvegliato la paura dei cittadini. Tale ha epicentro in VALLE DELL'ATERNO. Le scosse si fanno sempre più forti a partire da ieri. Cosa ci stanno nascondendo di nuovo? E' tutto tranquillo?…

fonte
http://reporterpercaso.blogspot.com/2009/05/nuova-scossa.html

———-

E poi leggo sull'ANSA di oggi 2009-05-01 11:11:

CGIL, CISL, UIL ALL'AQUILA: “IMPEGNO SU CASE E LAVORO”
ROMA – “Le differenze” con Cisl e Uil “restano, e anche molto forti, ma di fronte a una tragedia come questa e anche di fronte alla crisi industriale, laddove possibile le cose si fanno unitariamente”. Lo ha affermato il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani a L'Aquila per il Primo maggio con i leader di Cisl e Uil.

Slogan dell'iniziativa “Il lavoro unisce: legalità, dignità, sicurezza, ambiente, diritti e solidarietà per uscire dalla crisi”. La manifestazione, nelle intenzioni degli stessi organizzatori, e' improntata alla sobrietà e sarà limitata anche dal punto di vista numerico per evitare ulteriori disagi alla popolazione e alle persone impegnate negli interventi di sostegno.

“Una scelta dovuta di attenzione e di vicinanza” ai lavoratori e alla popolazione colpita dal terremoto”. Così Epifani ha motivato la decisione di celebrare il primo maggio all'Aquila, rinunciando alla iniziale scelta della città di Siracusa. Epifani ha sottolineato il “messaggio di futuro, speranza e impegno portato da tutto il mondo del lavoro” perché “questa tragedia possa essere una opportunità per far rinascere L'Aquila. Bisogna fare ogni sforzo – ha aggiunto il leader della Cgil – per la ricostruzione e per lasciare un insediamento produttivo stabile anche a ricostruzione avvenuta”.

ANGELETTI: RICOSTRUZIONE SERIA CASE-LAVORO
– “La cosa più importante da fare, nelle prossime settimane, nei prossimi mesi ma non nei prossimi anni è una ricostruzione fatta sul serio, velocemente ed efficacemente”. Questo è “l'impegno che siamo venuti qui a sostenere”, ha detto il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, parlando dal palco allestito all'interno della Scuola di formazione della guardia di finanza, all'Aquila, per la celebrazione del Primo maggio. Una ricostruzione “non soltanto di abitazioni. Occorre ricostruire anche i posti di lavoro, l'università, l'ospedale gli uffici e le aziende”, ha aggiunto il leader della Uil. “Questa è la sfida più importante”, e “questo è necessario e possibile”.

“Dobbiamo dare una mano, sostenere la ricostruzione e soprattutto la ricostruzione di posti di lavoro, perché non basta avere una casa, bisogna avere anche un lavoro” e, per questo, “serve un impegno comune”, ha affermato Angeletti. “Le differenze restano ma oggi stiamo insieme”, ha aggiunto il numero uno della Uil riferendosi ai rapporti con gli altri due sindacati. Angeletti nel capoluogo abruzzese ha incontrato una delegazione di lavoratori della Reis Romoli, una realtà che si occupa di formazione nel settore della comunicazione. Si tratta, ha sottolineato, di 70 lavoratori che a L'Aquila rischiano di perdere il posto di lavoro “un'altra tragedia che si aggiunge a quella del terremoto”, di fronte alla quale “c'é stata la volontà del sindacato di portare il proprio segno di attenzione”.

… aveva ragione Giorgio Gaber che non era ne di sinistra e ne di destra:

[link=hyperlink url][youtube=425,344]Mz2T0uYI_-M[/link]

Buon 1 maggio.

:bay: