Rispondi a: FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

Home Forum L’AGORÀ FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO Rispondi a: FORTE TERREMOTO IN ABRUZZO

#123995

marì
Bloccato

[color=#0000ff][size=18]FASTWEBOPOLI [/color]

Fastweb: un passo avanti. Ma se davanti hai una fossa, meglio un passo indietro, grazie!

Invece Fastweb sembra dare, con una mano, mentre con l'altra prende. Da un lato proclama l'attivazione di una numerazione speciale, il 48580, grazie alla quale gli altri – gli utenti – possono donare 2 euro ai terremotati. Dall'altro continua ad addebitare i canoni di abbonamento.
All'Aquila fioccano le fatture di Fastweb per l'anticipo dei canoni di maggio e giugno. Non importa che al di qua del doppino telefonico non ci sia più nessuno. Non importa se molti cavi siano stati tranciati. I cicli di fatturazione non guardano in faccia a nessuno. Fattura emessa non si tocca. Specialmente se hai l'addebito RID.

Non è un problema. In fondo, la tua casa è solo crollata o è inagibile, vivi in una tenda, litighi per andare al cesso e fai la coda per mangiare. Hai tutto il tempo di chiamare il call center, attendere in linea, richiamare se cade la linea, spiegare finalmente, con calma e senza cedere a ingiustificati nervosismi, che “sa, non so se vi è arrivata voce, ma mi è caduta la casa in testa e al momento non posso navigare sulla mia FastPage nè guardare la mia Videostation, nè accendere nessun altro Fast-Coso. Non è che potreste gentilmente sospendere la fatturazione e rimborsarmi i canoni di maggio e giugno?”, e sentire l'operatrice che “capisce umanamente il disagio, ma ordini superiori non consentono altre decisioni e quindi nemmeno di rimborsare tale somma”.

Cara Fastweb, ti faccio una proposta.

I terremotati… anzi no, gli italiani che vivono nelle tendopoli sono in uno stato di disperazione profonda. Hanno bisogno di tutto, ma soprattutto hanno bisogno di essere informati. Informati su quello che succede, sulle decisioni che dai palazzi si prendono circa i loro destini, hanno bisogno di discutere, far circolare le notizie, elaborare proposte. Hanno bisogno di sapere e di comunicare. La maggior parte di loro non ha che la televisione, nonostante si dica il contrario.

Non sei tu la regina dell'internet veloce? Usa i soldi che hai addebitato sui loro conti correnti, a titolo di anticipo per i mesi di maggio e giugno, per potenziare le infrastrutture wireless in tutte le tendopoli, ed installarne di nuove. Costruisci un ponte digitale che possa ricongiungere gli abruzzesi al resto degli italiani, che li faccia sentire di nuovo a casa, che gli permetta di informarsi e prendere da soli le decisioni più giuste sul loro futuro.

Questo è il reale e concreto apporto con il quale puoi contribuire alla causa, un'operazione di immagine che ti conferirebbe credibilità e autorevolezza, più di mille numerazioni speciali, più di qualche access point qua e là.

Dai copertura totale alle tendopoli.

Lettere dall'Aquila
Fastweb ci ha addebitato i canoni di maggio e giugno

Ciao Claudio,
sono uno studente fuori sede dell' Università dell'Aquila che come tutti aveva preso in affito un appartamento in città e nel mio caso specifico intestato anche tutte le utenze, tra cui Gas, Energia Elettrica e Fastweb.
Sai benissimo che ogni giorno fronteggiamo mille problemi e ogni giorno ne nascono altrettanti, e per di più dobbiamo affrontare varie spese anche solo per raggiungere l'Aquila per sostenere un esame. Ti scrivo perchè ho molta stima e rispetto della tua persona e del tuo vero giornalismo e credo che tu possa mettere in risalto attraverso il tuo blog questa nuova contraddizione come al solito tutta italiana.

Alcuni giorni fa mi è arrivata la solita mail mensile da fastweb, quella delle fatture. Mi aspettavo di trovare uno storno dei soldi anticipati nel pagamento dell'utenza di aprile e invece, guarda caso, era la fattura dei mesi di Maggio e Giugno. Tante altre persone, come era prevedibile, hanno ricevuto la fattura e credo quindi che sia arrivata a tutte le utenze aquilane. Ora mi chiedo: come è possibile che quando c'è da farsi pubblicità sono tutti in prima linea, poi però nel momento dei fatti concreti tutti si tirano indietro… anzi, per meglio dire, ti pugnalano alle spalle?

Grazie per l'attenzione
Antonio

Ciao.
io sono un cliente Fastweb di L'Aquila. Il 6 aprile ho avuto la casa semidistrutta dal terremoto e quindi da allora vivo in tenda. Non usufruendo dei servizi di Fastweb ho mandato loro una email in cui chiedevo se si potevano sospendere i pagamenti dalla tragica data del 6-4. La risposta di FW è stata questa:

Gentile Cliente,
al momento come già comunicato ai mezzi di comunicazione è previsto il completo annullamento della fattura dei canoni per i clienti per la zona colpita dal terremoto. Per i prossimi mesi, non riceverà fatture e in seguito all'emergenza, gestiremo al meglio le sue esigenze.

Cordiali saluti,
Roberto Adinolfi
Servizio Clienti FASTWEB

A questo punto ero tranquillo. Invece mi è arrivata una fattura, già pagata perchè ho l'addebito con RID, di 73,00 euro, relativa ai mensili fissi di aprile e maggio, mesi in cui non ho usufruito e non usufruirò di FW, stando in tenda. Ho richiamato Fastweb, e l'operatrice mi ha detto che capisce “umanamente” il disagio, ma ordini superiori non consentono altre decisioni e quindi nemmeno di rimborsare tale somma.

Ho specificato che quando sarà tornata la normalità [ndr: quando?] non mi abbonerò più, e qui si è concluso il tutto.

Fastweb questa volta mi ha proprio deluso, e voglio che più gente possibile venga a conoscenza di questa ingiustizia. E' una vergogna che grandi aziende come questa scivolino su simili stupidaggini.

Diffidate gente diffidate……

Fabrizio

fonte
http://www.byoblu.com/post/2009/05/21/FASTWEBOPOLI.aspx