Rispondi a: Date alla mente una chance

Home Forum L’AGORÀ Date alla mente una chance Rispondi a: Date alla mente una chance

#125206

xxo
Partecipante

[quote1240241879=Marì]
[quote1240240242=xxo]
[quote1240239786=Marì]
Io parto da qui: Liberté, Égalité, Fraternité (Libertà, Uguaglianza, Fratellanza)… famoso motto della della repubblica francese.
[/quote1240239786]
Io parto da qui:
“Padre Nostro che sei Ovunque” http://enoteque.blogspot.com/2009/04/pater-noster.html

Anche se credo che sarebbe corretto partire da molto prima, ma andiamo per gradi.
[/quote1240240242]
Allora se la metti su questo piano, io parto da me, creata a [u]Sua [/u]immagine … se fallisco io, ha fallito anche Lui.
[/quote1240241879]
Non la metto su nessun piano Marì, discuto, mi confronto e cerco di evolvere insieme a te come agli altri.
E questo mi piace, lo reputo un onore dell'Anima.

Queste frasi ed il topic in generale mi suggeriscono questa….

Uno dei più grandi doni che ci siano stati tramandati dalla tradizione degli antichi Esseni è un codice verbale che ci dà l’opportunità di affrontare con grazia le esperienze di vita che ci feriscono più profondamente.

Questo codice relativamente oscuro nei tempi antichi e spesso discusso forse senza essere compreso nei tempi moderni è conosciuto come il DONO DELLA BENEDIZIONE. Attraverso il dono della benedizione ci viene chiesto di ammettere la possibilità che ogni evento che si svolge nel nostro mondo nelle nostre vite e alla nostra presenza abbia preso origine senza eccezioni, da una singola fonte di tutto ciò che esiste. Ci viene chiesto di ammettere la possibilità che esista una fonte di tutto ciò che è conoscibile durante l’esistenza umana e che, in quella prospettiva, qualunque evento accada, sia esso gioioso o doloroso, deve essere visto come parte dell’Uno, come parte del tutto di quella Fonte di tutto ciò che esiste.

Nel momento in cui benediciamo un evento che ha ferito, o una persona che ci ha causato dolore o sofferenza affermiamo la natura divina o sacra di ciò che è accaduto, che è divina e sacra proprio perché esiste in virtù dell’Uno e come parte di esso.

La benedizione è forse in assoluto uno dei più potenti codici vibratori che ci siano stati tramandati e raramente ci è stato mostrato come applicarlo. Il dono della benedizione rappresenta per noi l’opportunità di sbarazzarci delle cariche contenute nei nostri organismi e di procedere con le nostre vite.

Estratto da “Il dono della benedizione” Gregg Braden