Rispondi a: Manifestazione virtuale contro la vivisezione.

Home Forum L’AGORÀ Manifestazione virtuale contro la vivisezione. Rispondi a: Manifestazione virtuale contro la vivisezione.

#125392
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1389273560=Richard]
non ho approfondito molto

Ma lei sa a quante crudeltà vengono sottoposti gli animali? Ci sono scimmie private del sonno per settimane o cani a cui vengono spezzati gli arti senza anestesia per capire se un farmaco funziona.
«Ma questo è puro sadismo. Sembrano delle favole, li vorrei vedere con i miei occhi questi esperimenti, è ovvio che non sono accettabili. Per quanto ne so io, c’è un rigidissimo controllo per non causare sofferenza agli animali. Diffondendo queste notizie si fa di tutt’erba un fascio e si butta via il bambino con l’acqua sporca».
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/telethon-troppi-pregiudizivivisezione-irrinunciabile.html

ma perchè si parla di vivisezione se è in realtà illegale e vietata da anni, un crimine?

[/quote1389273560]
intanto vi inoltro questo

Quali alternative alla sperimentazione animale?
Colture in vitro, modelli informatici, nuove tecnologie. Ecco come si limita l’uso delle cavie nella ricerca biomedica e quali sono le criticità
I metodi alternativi, a cui la Lav ha dedicato un dettagliato dossier, si dividono in due grandi categorie: metodi in vitro, cioè colture di cellule o tessuti, e metodi in silico, basati su software informatici. A regolamentare i primi ci pensa l' Ecvam, il Centro europeo per la validazione dei metodi alternativi che ha sede in Italia, a Ispra (Varese). “ Perché una tecnica sperimentale sia approvata dev’essere riproducibile, cioè dare gli stessi risultati in laboratori diversi, e predittiva, cioè capace di prevedere quale sarebbe l’effetto sull’essere umano, sull’animale o sull’ambiente”, prosegue De Angelis. “ Ma dallo sviluppo all’approvazione occorrono circa dieci anni”, un iter piuttosto lungo che non ha giocato a favore. Per le simulazioni computerizzate, invece, non è previsto un vero e proprio processo formale di validazione, quanto piuttosto la verifica del loro funzionamento.
http://daily.wired.it/news/scienza/2012/03/23/sperimentazione-animale-alternativa-78240.html

http://www.lav.it/cosa-facciamo/vivisezione
Qualsiasi esperimento eseguito su animali è vivisezione, o sperimentazione “in vivo”.
Non tutti gli esperimenti prevedono la dissezione dal vivo, ma tutti sono cruenti e invasivi nei confronti degli animali. Per questo e per ragioni giuridiche, il termine vivisezione si usa come sinonimo più efficace del generico “sperimentazione animale”. I test su animali si effettuano in risposta ad antiquate prescrizioni di legge e i risultati ottenuti sono aleatori e inutili.

———-
ooook
…..

Quindi la sperimentazione animale fallisce nel 92% dei casi nel passaggio alla sperimentazione umane e nel 51% dell’8% rimanente dopo la commercializzazione, ossia su 100 sostanze sicure negli animali, 92 sono tossiche e/o inefficaci nella sperimentazione umane e altre 8 sono tossiche dopo la commercializzazione. Quindi su 100 sostanze sicure negli animali, almeno 96 si dimostrano tossiche e/o inefficaci nella nostra specie. Questi dati mi fanno affermare che la sperimentazione animale è una truffa perpetrata ai danni del consumatore.

Alla luce di questi dati abolirei la sperimentazione animale anche in mancanza di alternative.

In realtà le alternative esistono. Quanti sperimentano sugli animali affermano che le colture cellulari non possono sostituire gli animali perché su di esse non si può studiare la metabolizzazione e l’eliminazione delle sostanze/farmaci. Tuttavia preferisco ottenere risultati parziali, ma affidabili, perché riferiti a quanto succede in un solo organo ma umano (es. cellule di epatociti umani), piuttosto che avere risultato complessivi ma inaffidabili perché riferiti ad altre specie che metabolizzano ed eliminano le sostanze in maniera differente rispetto alla nostra.
http://www.almonature.eu/vet-forum/sperimentazione-animale/vivisezione-e-metodi-sostitutivi/
Dr. Stefano Cagno
Dirigente Medico Ospedaliero
Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate (MB)

da leggere anche i commenti sotto..