Rispondi a: 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia

Home Forum L’AGORÀ 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia Rispondi a: 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia

#126144
PRHOTEUS
PRHOTEUS
Partecipante

ciao a tutti,
ho seguito questa discussione e volevo dire la mia :

a negue72:
che tu sia gay o omosessuale ( scusami non so quale sia il termine adatto per non offendere ), non dovrebbe inportarci più di tanto bisogna avere il rispetto della persona senza incidenza della sua appartenenza religiosa politica o sessuale, perché solo cosi si puo crescere la consapevolezza di essere ,
mi dispiace quello che é successo in questo topic e che ci si sia abbassati alla discriminazione , il lavoro svolto da tanti in questo blog per darci un'aiuto alla crescita della consapevolezza si é perso nelle poche parole scritte in questo topic , alla fine per alcuni bisogna ricominciare da zero e guardarsi intorno per vedere i propi errori.
se puoi perdona chi ti ha offeso ingiustamente , ma con questo non dico di porgere l'altra guancia ma combatti per i tuoi diritti. un saluto caloroso.

pyriel:
mi dispiace anche per te , hai sempre dimostrato nei tuoi interventi di essere fuori dagli schemi umani , ma qui sei caduto sulla terra e come gli umani ti stai comportando , se Dio , o meglio Gesu ci insegna ad amare , all'ora bisogna accettare anche il diverso , ( senza offendere nessuno )
e capire la sua personalità, non si puo fare di tutta l'erba un fascio purtroppo siamo abituati a dare un'etichetta ad ogni individuo solo nella sua apparenza e non siamo capaci di apprezzare le sue qualità perché non andiamo a cercarle.

a tutti voi:
é vero, per molti un gay viene anche etichettato come pedofilo perché per la massa della gente é più facile avere un colpevole discriminando quasta parte della popolazione uomini e/o donne che siano ,
cosi chi veramente lo é puo tranquillamente nascondersi dietro una persona cosiddetta per bene o
” normale ” ed é questo l'inganno in cui tutti caschiamo .
basta vedere i giornali e notiziari vari quando parlano di strupi, violenze, e rapine varie , fin quando si tratta di un extra comunitario o di un rumeno eccetera sarà sempre un colpevole da condannare , quando si tratta di un cittadino Italiano di discendenza Italiana osservante della republica e della religione cattolica si cerca sempre di trovare il punto buono della persona , ” ha avuto precedenti psicologici nella sua infanzia che lo hanno portato a comportarsi in questo modo”.

il mio parere:
é che non siamo pronti per essere giusti nella consapevolezza , non lo saremo fin quando non accettiamo chi é diverso da noi , il suo colore , la sua fede , eccetera ;
fin quando andremo in chiesa a cercare perdono e non rivolgiamo la parola al vicino di casa o ad un conoscente, o addirittura a nostro fratello di sangue solo perché ci ha fatto un'affronto che non lo si vuole accettare senza domandarci se lui é consapevole di cio che ha fatto e quindi alla fine ritorniamo negli abissi dell'ignoranza perché non siamo capaci di perdonare e/o di accettare il nostro simile .

non voglio ne polemicizzare sulla questione ne tantomeno portarla alle lunghe mi dispiace vedere che ci si abbassi a dei livelli che credevo seppelliti vista la conoscenza di quelli che frequentano queto blog , ma vedo purtroppo che in molti si perdono nelle bassezze degli umani
( specialmente chi dice di non essere tale ).
vi chiedo solo di avere coraggio chiedere scusa se si é offeso qualcuno e di avere la consapevolezza che alcune parole possano fare male .( non fare ad altri cio' che non vuoi sia fatto a te ), ma questo spessissimo ce lo dimentichiamo . mi piacerebbe che non ci si limiti a queste bassezze e che ci sia un ' animo di confronto , anche acceso ma senza toccare la sensibilità della singola persona , perché al contrario se si fa cosi allora tutto cio che viene scritto qui tutti gli scambi di opinione per accrescere un po di consapevolezza , sarà tutto vano e quindi inutile continuare per approfondire .
Spero di non aver detto niente che possa turbare qualcuno , scusate il mio modo di scrivere ma non ho una cultura intellettuale , avrei potuto utilizzare le parole della televisione che a volte si sentono nei cinema o nei salotti raffinati , ma mi sembrava di commettere un reato preché per dire cio che sento infondo al cuore non c'é bisogno che mi finga un grande attore .
grazie