Rispondi a: 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia

Home Forum L’AGORÀ 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia Rispondi a: 17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia

#126163

cenereo
Bloccato

xxo scrisse …

Caro Pyriel,
non prendertela per queste cose, non ha un senso e lo sai meglio di tutti noi.

Se il mondo andasse nella giusta direzione ciò non accadrebbe, siamo solo lo specchio della nostra “civiltà”.
Le offese, i toni offensivi, i giudizi, le sopraffazioni alle quali ogni giorno assistiamo sono una faccia della moneta.
L'altra faccia è colma di guerre, soprusi, ingiustizie, differenze razziali, morti.
Non c'è distinzione tra le due facce della moneta, solo il “luogo” dove ci si trova fa si che sia girata da un lato piuttosto che dall'altro.

Cosa rimane a coloro i quali sono consapevoli di questo?

Stare assieme e combattere con saggezza e consapevolezza.

Quello che abbiamo fatto, che facciamo e che spero (e voglio esserne sicuro) faremo ancora.

[/quote1241115064]
…madre teresa di calcutta:”non parteciperò mai ad una manifestazione contro la guerra,ma a quelle per la pace”
[/quote1241264222]
ho scritto tempo fa:
..che riporto qui
amico,
comprendo la tua rabbia,ma non l'accetto..
come non ho accettato le stesse lacrime vedendo quei corpi straziati ieri sera (e che voi so femminuccia..e piagnucolo..:uuu:)
come non accetto nessun circolo vizioso,che di solito siamo abituati a fare noi umani,e che è il modo esatto con cui si perpetua ogni guerra,ogni astio..
La rabbia è generata dall'impotenza,e rafforza le sue catene..
io l'ho capita la mia rabbia..metabolizzata…e trasformata..in qualcosa che si chiama compassione..e che non conosce emozione,
anche per chi l'apostrafa con un”voleseme bene” ecc.
tu,voi che fate nel vostro piccolo?….
continuate a fare il gioco del tanto sdegnato potere?
E' proprio così che vi vuole:rabbiosi ed impotenti..

Il mondo che guardiamo ogni giorno ci offre uno spettacolo devastante,fatto di guerre e persecuzioni..la nosta Anima grida e si oppone a questi soprusi.
E quel che avviene qui,tra cosiddetti illuminati,non è che lo specchio delle catene cha si hanno ancora legate al collo.
Cosa credete che faccia il male?..
perchè non ci si chiede una buona volta perchè?..
il male si manifesta..e noi che facciamo..?ci opponiamo,contrastiamo,combattiamo..bene è proprio quel che si vuole per fortificare le catene dell'odio e della sofferenza,caratteristiche di questa misera vita.
Sto leggendo il nuovo paradigma,che avete qui,sono arrivata a pagina 26..e bene,parla proprio del pericolo di trattenere questo male manifesto,proprio attraverso la nostra opposizione.
Lo avete letto immagino…
Madre teresa di calcutta,questa piccola donna,aveva capitoil circolo vizioso che il male costruisce attorno alle nostre coscienze?
aveva capito la legge di attrazione?,secondo me si…
Vediamo un po cosa ci dicono gli specchi esseni,che conoscete immagino…
Chiediamoci cosa,ogni volta di un affronto,cosa ci viene mostrato,e soprattutto,il perchè ci ferisce…quanto può essere pedagogico,quella meravigliosa esperienza,e la possibilità di trascendere il male inferto…ma chiediamoci anche tale male che proviamo,che è sentito in noi,viene da fuori o da dentro?
chi o cosa dobbiamo combattere se non noi stessi?..
Come può la nostra Anima e la nostra mente liberarsi dal groviglio del male umano,se non attraverso il giudizio di noi stessi?..e se ci riusciamo con noi stessi ,cosa facciamo quando espandiamo la nostra coscienza?
siamo davvero giudici imparziali,quando giustifichiamo attraverso il filtro delle esperienze personali?
Lo siamo davvero nel giusto,quando rigettiamo la parola del fratello che a noi suona incomprensibile,o dolente,o offensiva?
quali sono i parametri di valutazione che adottiamo?
quelli del comune pensare Umano?
da dove traiamo le conclusioni che questo è giusto e questo è sbagliato?..dalle nostre personali emozioni?..dalle leggi?..dalla parola scritta delle religioni del libro?
..ancora una volta qui come per il resto del mondo,le catene si sono rafforzate..e il caos regna,dove a far da padroni sono coloro che mettono innanzi a tutto il proprio ego,la propria rabbia,la propria pochezza di spirito,il proprio essere bestialmente umani..la propria catena di sofferenza.Costoro per difendersi,adottano lo stesso identico sistema di intollerabilità ottusa e incosciente,poichè vivono nella paura di dover ammettere la propria ignoranza..quella dell' Anima morta che si erge a vittima-carnefice-vittima..
l' omosessuale è il primo omofobo di se stesso
il nero è il primo razzista di se stesso
il povero è il primo a sentirsi emarginato
la donna è la prima misogina di se stessa
il violento è il primo violentato di se stesso
il pedofilo è il primo violentatore di se stesso
il bambino è vittima della sua paura(alimentata )
il derubato è vittima della sua paura
…elevare il livello di coscienza significa per me,lavorare per il bene,non contrastare il male,poichè se ne diventa schiavi…