Rispondi a: I Nostri Cartoni

Home Forum L’AGORÀ I Nostri Cartoni Rispondi a: I Nostri Cartoni

#126728

apolon
Partecipante

[quote1244275657=sev7n]
Oggi siamo tutti adulti, alcuni magari un po' piu' giovani, altri meno, alcuni sono gia' genitori , altri stanno pensando di fare una famiglia, ma tutti abbiamo una cosa in comune, stiamo su AG e allora vediamo quali sono stati i cartoni animati che ci hanno influenzato tanto ( o che magari ricordiamo solo con piacere) da poter arrivare fin qua, sono quasi certo che saranno quasi gli stessi per tutti :hehe:

Inizio con un cartone che se fossi ministro dell'istruzione inserirei nei programmi scolastici:

Conan, il ragazzo del futuro
diretto da Hayao Miyazaki

[youtube=425,344]knsDAEK1ULA.

Trama
La storia è ambientata nel 2028 in uno scenario postbellico. Nel luglio del 2008, durante la terza guerra mondiale, le esplosioni di bombe magnetiche molto più potenti di qualsiasi arma atomica conosciuta distrussero in poche ore metà della superficie terrestre. La stessa crosta terrestre ne risentì e l'asse di rotazione del mondo fu spostato. La conseguenza di questi sconvolgimenti fu la frattura dei continenti che in gran parte si inabissarono sotto gli oceani. Solo pochi sopravvissuti riuscirono per caso a salvarsi dalle ondate di marea, rimasero isolati nei pochi territori emersi e dovettero ricominciare da zero, fondando, nella maggior parte dei casi, villaggi agricoli. All'epoca della storia, l'unica città-stato ancora basata sulla tecnologia è la dispotica Indastria, in cui le persone sono divise in caste e la maggior parte della popolazione è sfruttata dai potenti.

Conan è un ragazzo nato dopo la catastrofe, unico bambino nato da due componenti del gruppo di astronauti che cercarono inutilmente scampo fuori dall'orbita terrestre e precipitarono dopo il cataclisma su un'isola deserta; essa era l'unico affioramento di quello che un tempo era un continente, e venne ribattezzata “Isola Perduta”.

Ormai cresciuto, Conan vive sull'isola con il nonno, l'ultimo degli astronauti sopravvissuti, che pensa che sulla terra non siano rimasti altri abitanti oltre a sé stesso ed il ragazzo. La vita di Conan è semplice e in intimo contatto con la natura; egli, dotato di una forza e un'agilità fuori del comune, è un abile pescatore, in grado di resistere in immersione molto più a lungo delle altre persone.

Un giorno Conan trova sulla spiaggia Lana, una ragazza della sua età che, inseguita da un aereo, è naufragata sull'isola ed è svenuta. Soccorsa e curata da Conan e dal nonno, la ragazza rivela che molte altre persone sono sopravvissute alla catastrofe ad Indastria e nella sua isola di Hyarbor, dove la gente vive in pace e armonia, anche se minacciata dalla lontana e aggressiva società di Indastria.

L'arrivo sull'isola dell'aereo di Indastria (il Falco) sconvolgerà la vita di Conan, che in poche ore assiste al rapimento di Lana e alla morte del nonno, ucciso in un incidente mentre cercava di scacciare dall'isola gli arroganti invasori.

Conan promette al nonno di andare a cercare Lana, e di mettersi in contatto con le altre persone che vivono ancora nel mondo. Costruita con mezzi di fortuna la sua imbarcazione, Conan abbandona la sua Isola Perduta e comincia così il lungo viaggio che lo porterà alla liberazione di tutti gli uomini oppressi dalla tirannia di Indastria.

Eccezionale la sequenza che mostra la fine del tiranno-dittatore Lepka, che finisce per precipitare col suo enorme bombardiere in mare dopo che Conan e i suoi amici hanno sabotato la mostruosa macchina volante.

:ok!: sottoachitocca !!!!!!!!!!

[/quote1244275657]

iiiiio sono Conan 🙂

a parte tutto,il mio cartone preferito.