Rispondi a: Il Codice delle Piramidi

Home Forum MISTERI Il Codice delle Piramidi Rispondi a: Il Codice delle Piramidi

#12718
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.edgarcayce.it/media/legittopreist.htm

http://www.edgarcayce.it/media/larazzaattuale.htm

http://www.edgarcayce.it/media/ilsegnodirata.htm

http://www.edgarcayce.it/media/unanuovaera.htm

http://www.edgarcayce.it/media/lagrandepiramide.htm

——–
http://www.edgarcayce.it/media/Condizionimondiali.htm

Perciò iniziò la prima preparazione per ciò che più tardi è diventato la Grande Piramide, che doveva essere la presentazione di ciò che era stato raggiunto da questo popolo attraverso le attività di Ra Ta che ora era noto come Ra.
Poiché con l’ingresso di Ermete con Ra – – che venne come uno della gente dal monte dove queste persone erano state esiliate – – e con l’elevazione di quella (Isris ?) che era stata condannata all’esilio insieme al Sacerdote ad una che doveva senza dubbio diventare la regina o la consigliera per il suo stesso popolo arrivò l’idea della conservazione di queste [cose], non solo per le persone del presente, ma per le generazioni che dovevano venire nelle moltissime esperienze in tutto quel periodo, finché non sarebbero di nuovo dovuto venire i cambiamenti nella posizione della terra che avrebbero prodotto, come avevano fatto in questa inondazione che determinò la venuta di Ra Ta nell’esperienza da parte degli dei nelle montagne del Caspio e del Caucaso, ciò che aveva portato a questo cambiamento nella gente. Perciò, sotto l’autorità di Ra, e con Ermete come guida, o l’effettivo (come si direbbe nel presente) architetto responsabile per la costruzione con il sacerdote o Ra, che dava le direzioni – – e con quelli di Iside in forma di consigliera – – per deporvi quelle cose che presentavano per quel popolo l’avanzamento della parte dell’uomo, o donna, alla sua posizione nelle attività della razza umana o esperienza umana, queste cose cambiavano la posizione o l’atteggiamento di quel particolare popolo per quanto riguarda la posizione tenuta dalla donna nelle sue relazioni con lo sviluppo delle condizioni che dovevano essere o nazionali, locali o individuali …
http://www.edgarcayce.it/media/lagrandepiramide.htm

[youtube=480,385]iUijkgRVjKQ