Rispondi a: Santoro-Rai ai ferri corti

Home Forum L’AGORA Santoro-Rai ai ferri corti Rispondi a: Santoro-Rai ai ferri corti

#129517

marì
Bloccato

[color=#0000ff]L'Epurazione continua[/color] :grrr:

bufera sul terzo canale

Raitre. A rischio Report, Che tempo che fa e il direttore Ruffini

Il Pdl vorrebbe il tandem Minoli e Mentana al posto di Ruffini e Di Bella

Ore di incertezza per alcuni programmi di punta del terzo canale. Ad essere messa in discussione, oltre che il palinsesto, anche la direzione di Paolo Ruffini che potrebbe vedere il proprio posto preso da Giovanni Minoli. Per molti osservatori l'avvicendamento saprebbe di operazione di normalizzazione per un canale che vanta trasmissioni d'inchiesta e intrattenimento critico. (Proponiamo una intervista all'On. Beppe Giulietti, portavoce di Articolo21 http://www.articolo21.info/ )

Secondo il premier, ieri alla Maddalena, la stampa cattiva è quella scritta, la stampa buona è quella radiotelevisiva. Non la penseranno allo stesso modo negli uffici della direzione di Raitre in viale Mazzini. Il palinsesto del terzo canale ha poche certezze alla viglia del debutto stagionale di molte trasmissioni che hanno caratterizzato negli ultimi anni l'identità della rete. Ad essere messo in discussione la stessa direzione di Paolo Ruffini, giornalista, che sulla scia di Angelo Guglielmi, ha promosso programmi come “Report”, “Che tempo che fa”, “Parla con me” e “Glob, l'osceno del villaggio”. Tutti programmi che sembrerebbero poco graditi al premier Berlusconi che, in diverse occasioni, ha spiegato come è inaccettabile che una trasmissione del servizio pubblico si ponga in maniera critica nei confronti del governo e del presidente del consiglio dei ministri. Non una crociata come avvenne per Biagi, Santoro e Luttazzi, ma l'auspicato avvicendamento nella direzione per quella che molti osservatori hanno definito la “normalizzazione” del canale. Normalizzazione che avverrebbe in favore della direzione di un grande vecchio della tv italialiana: Giovanni Minoli che ha diretto il canale già dal 1996 al 1998. Ad essere messa in discussione non solo, quindi, l'informazione di Raitre; anche per Di Bella, direttore del Tg3, si parla di un avvicendamento pressoché imminente, ma anche l'intrattenimento non gode di certezza se si pensa che a tre settimana dalla messa in onda manca il contratto fra Rai ed Endemol per “Che tempo che fa”.

Ancor più delicata la posizione di “Report” alla quale l'azienda non garantirebbe la copertura legale. Assicurazione questa indispensabile per una piccola redazione che fa giornalismo investigativo contro lo strapotere di multinazionali e di enti e governi. La trasmissione “Report” finì nelle antipatie del ministro Tremonti il 5 aprile del corrente anno, quando con una trasmissione critica sulla Social Card, misura appena varata dal ministro, fu tacciata dallo stesso Tremonti ledere «i principi di completezza, correttezza e obiettività». Per Paolo Ruffini «”Report” è un programma dell'azienda, è un buon esempio di giornalismo sano e utile», prertano crede «che la Rai l'assistenza legale gliela debba dare». L'insicurezza che si respira nelle redazioni e nella direzione del terzo canale è dovuta anche dal silenzio del Partito Democratico su quello che sta accadendo. Apparte le dichiarazione dell'On Giorgio Merlo (Pd), vicepresidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, si registra il silenzio dell'attuale segretario e del probabile futuro segretario. Silenzio destinato a creare ancora più incertezza tra chi tra un paio di settimane dovrebbe andare in onda.

Dopo l'avvertimento al Tg3 nel quale Berlusconi disse «non possiamo più sopportare, non dobbiamo più sopportare» http://agenziami.it/articolo/4291/Il+premier+attacca+il+Tg3+Non+dobbiamo+piu+sopportare+non+possiamo+piu+sopportare/ ; dopo l'invito rivolto alla platea di industriali a non concedere più pubblicità alla stampa che da una immagine non “positiva” del Paese; dopo le denunce e “Repubblica” e “Unità”, questa ennesima polemica contribuisce ad inasprire il clima in vista della manifestazione per la libertà di stampa di sabato 19 settembre a Roma.

(alessandro di rienzo)

2009-09-11 14:54:31
Fonte foto: (ami)

http://www.agenziami.it/articolo/4490/Raitre+A+rischio+Report+Che+tempo+che+fa+e+il+direttore+Ruffini/

#sich