Rispondi a: Berlusconi: "ci hai rotto xxxxx"

Home Forum L’AGORÀ Berlusconi: "ci hai rotto xxxxx" Rispondi a: Berlusconi: "ci hai rotto xxxxx"

#131201
giusparsifal
giusparsifal
Partecipante

Non so se altri hanno già espresso questo pensiero, ma a me Berlusconi preoccupa poco.
Mi spiego, non ho mai creduto negli uomini “soli”, con il potere tutto concentrato in una mano sola.
Forse, dico forse, nel lontano passato “poteva” essere così, sicuramente non lo è da almeno (ma azzardo) da dopo la rivoluzione industriale.
Ho sempre creduto, invece, ad “apparati” più o meno numerosi ma sicuramente molto potenti che “scelgono” soggetti particolari per “gestire” grosse fette della popolazione in maniera utile ai loro interessi.
D'altronde una distinzione netta, ad un certo punto, fra i veri Padroni ed il finto Padrone “scelto” (che di fatto, però, è quello alla luce del sole, sotto gli occhi di tutti) risulta molto difficile, in quanto, a lungo andare, essi diventano necessari gli uni all'altro.

Curioso, mi vien da pensare a quelle interpretazioni bibliche dove più potenti Signori delegano la conduzione della razza umana ad un unico Signore che risulterà, di fatto, il solo Signore regnante.

Scusandomi per la parentesi filo-religiosa, la Storia è, a mio avviso, abbastanza ricca di questi personaggi, pensando agli ultimi secoli ad esempio: a volte sono il risultato “indiretto” di tali poteri (penso alla “rivoluzione borghese”, come viene interpretata da alcuni la Rivoluzione francese), a volte la loro spinta è più decisiva (i colossi industriali tedeschi dietro Hitler ed in parte, quelli italiani dietro Mussolini).
Berlusconi ne ha tutte le caratteristiche: affabulatore, istrionico, goffo ma simpatico, manager di successo e su questo punto specialmente si è puntato al suo debutto in politica, costruendoli un'aurea che ancor oggi lo fa “campare di eredità” nonostante le molteplici gaffes su tutti i piani, politiche, personali, famigliari.
A lui sembra tutto concesso.
Non mi meraviglia il gran consenso che ha ottenuto e, nonostante tutto, continui ad ottenere. Secondo me, il popolo risponde come deve, come è sempre stato.
Non mi meraviglierebbe neanche sapere, un giorno, che blogger, opinionisti, giornalisti a lui contrari facciano parte della sua truppa.
Perfino se lo fossero anche alcuni suoi acerrimi rivali politici, forse questo dicevano, neanche troppo velatamente, i fratelli Guzzanti, specialmente con le imitazioni di D'Alema (Sabina).
Insomma, ai miei occhi, in maniera abbastanza incredibile, tutto quadra.
Tra l'altro sarebbe difficile spiegare perchè mai i governi di centro-sinistra non siano mai riusciti a varare una legge antitrust decente e così via.
Mi chiedo perciò, come mai qualcuno non sia mai andato veramente oltre a spiegarsi il “fenomeno” Berlusconi.
Non so se Di Pietro ci ha tentato, troppo veemente mi pare il suo comportamento “ad personam” nei confronti di Berlusconi, comportamento che, appunto, secondo la mia teoria, apparirebbe “sospetto”.
Chi tira le fila, insomma? Quali poteri forti ed oscuri (nel senso che sono celati) guidano la vita nazionale da qualche anno a questa parte?
Ecco, secondo me queste dovrebbero essere le domande iniziali per cercare di arrivare a capo (semmai fosse possibile) di questa strana vicenda nazionale.