Rispondi a: Perché tutta questa attrazione per la pornografia?!

Home Forum L’AGORÀ Perché tutta questa attrazione per la pornografia?! Rispondi a: Perché tutta questa attrazione per la pornografia?!

#131825
Richard
Richard
Amministratore del forum

il problema non è il sesso o come lo fai, ma il modo in cui viene sfruttato, la mancanza di educazione sessuale che può portare a comportamenti sessuali dannosi per se o gli altri soprattutto quando i giovanissimi si trovano continuamente bombardati da messaggi e pensieri sessuali senza averne un giusto controllo (non dico che valga per tutti..), diventa uno strumento ipnotico direi..si trasformano le persone in cagnolini in calore, a volte mi viene questa immagine in mente quando continuamente vedo messaggi sessuali o sento discorsi che gira e gira sono fissi su questo argomento ecc..
Negue non è il tuo caso, ma in generale moltissimi credo sono soggetti a divenire controllati dallo stimolo sessuale invece che averne un giusto controllo, soprattutto se bombardati fin da piccoli
a volte sembra che l'essere umano sia qua per spendere soldi e pensare alla “gnocca” o al “fico” della situazione.

La vecchia idea secondo cui la gran parte del sesso è nella mente sembrerebbe vera. A confermarla è arrivata, infatti, una ricerca dell’Università di Melbourne (Australia), pubblicata sugli Annals of Neurology, secondo la quale quanto più sono grandi le dimensioni dell’amigdala, il centro cerebrale delle emozioni, tanto maggiore sarà la spinta sessuale di una persona. Del resto non si tratta di una novità assoluta visto che già in passato l’amigdala era stata associata all’impulso sessuale, risultando stimolata in occasione di film erotici, mentre in molti animali era stata identificata come area deputata a controllare i comportamenti nel periodo dell’accoppiamento. Ma l’entità di questo ruolo non era mai stata definita.

La mandorla delle emozioni
L’amigdala è un’area del cervello, grande in media come una mandorla, da tempo ritenuta importante nei processi emotivi e coinvolta anche in una forma particolare di memoria che è quella emozionale. Uno studio recente ha, per esempio, identificato in quest’area profonda del cervello i meccanismi chimici che scatenano il sentimento della paura.
http://www.dica33.it/argomenti/neuroscienza/cervello6.asp

Questo avviene per un processo chiamato generalizzazione della risposta: in altre parole, estendiamo quel tipo di reazione a tutte le stimolazioni che ci procurano eccitazione.
Del “ragionamento” descritto è responsabile in “prima persona” la struttura arcaica del cervello cui abbiamo accennato e che si chiama amigdala.
L'amigdala é una sorta di “cervello primordiale”
, nato con lo scopo di preservare l' organismo dal pericolo e a farlo con prontezza..

Un’altra parte del cervello che è coinvolta nelle reazioni non verbali è l’Ipotalamo: da qui vengono regolati sia i comportamenti sessuali sia quelli alimentari.
Una struttura dell'ipotalamo intensamente coinvolta nei comportamenti detti di gradimento (sporgere le labbra, orientare il corpo verso l'interlocutore, sollevare un piede e altri), é il cosidetto circuito del piacere e in particolare il nucleo accumbens.
Questa regione fa “uso” di un particolare neurotrasmettitore detto dopamina.
La dopamina é il mediatore chimico che accompagna le sensazioni di piacere e che etichetta un evento come qualcosa che conduce al piacere; cioè é responsabile di quello che definiamo “desiderio”.
La dopamina accompagna il piacere sessuale, il senso di appetito e induce la ricerca della “dose” in chi fa uso di stupefacenti.
http://www.linguaggiodelcorpo.it/neurocnv/