Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

Home Forum MISTERI La seconda venuta di Gesù Cristo Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

#13341

giorgi
Partecipante

Richard scrive:

oltretututto giorgi se non ti limiti in un certo modo non fai del bene a te stesso, ottieni il respingimento degli altri e porti anche a mio parere danni a chi dici di aver preso come maestro, che io non giudico e soprattutto non dalle parole degli altri.Come vedi tu stesso, chi si occupa del sito di Bongiovanni, riporta nel sito fatto per lui certi messaggi, ma Bongiovanni non mi risulta che si rechi in vari forum ad annunciare la punizione divina e non penso che lo chieda ad altri…così facendo giorgi non aiuti chi vorresti aiutare e nemmeno noi. E' solo un consiglio che ti do perchè se le tue intenzioni sono buone, allora dovresti esporle in modo meno invasivo, meno “profetico” e “apocalittico” che poi risulta aggressivo e non assimilabile da tutti (nell'ultimo intervento che ho trovato meglio esposto e piu condivisibile hai già un modo migliore per me..) e non ripetitivo, abbiamo tutti voglia di giustizia ma è inutile ripetere alle persone all'infinito che subiranno l'ira di Dio secondo me.. Questa cosa non la trovo buona personalmente e da chiunque la faccia, ma capisco che tutti possiamo sbagliare, anche io, però se vogliamo convivere e condividere tutti allora queste sono alcune critiche che puoi prendere in modo costruttivo e su cui ti consiglio e chiedo di riflettere per avere un giusto rapporto qui. Altrimenti si finirà sempre nelle solite discussioni che ripetitivamente divengono solo inutili. Del resto nessuno ti vuole male e nessuno ti vuole opprimere, ognuno deve trovare la misura giusta per stare in mezzo agli altri.
……………………………………………………………………………………………………………………………………………
giorgi risponde:
Gesù a quei tempi parlava delle regole Divine dando la verità agli uomini ma quasi tutti lo respingevano, lui non guardava se stesso ma il suo scopo era quello di fare capire ciò che era sbagliato e di quello che si doveva fare.
Giorgio Bongiovanni è impegnato già moltissimo, non ha tempo per mettersi a scrivere nei forum, lui ha un suo sito e chi lo vuole capire e seguire trova i suoi scritti, e poi è in contatto con gli esseri di Luce, e con la Madonna e Gesù, e quello che fa lo fa perché gli viene detto da questi Esseri, e poi Giorgio al giorno d'oggi ha parlato per più un miliardo di persone.
Il mio modo da fare è quello che Dio mi ha dato come compito mio e pur seguendo Giorgio ma io mi limito con un mio linguaggio, e se non mi comportassi in questo modo non sono io, e dunque non posso smentirmi, ricorda che ogni essere è a se e non siamo tutti uguali col linguaggio e col comportamento, ma l'importanza è quella di servire l'unico maestro Gesù, ed io lo sto facendo. Poi devi anche sapere che gli esseri umani non essendo tutti uguali, troverai persone che si offendono e persone che mi prenderanno per un ciarlatano che non so nemmeno io cosa dire, ma a me le critiche non mi limito per essere escluso, io faccio quello che ho il permesso per farlo, perché se parlavo qualche secolo fa di queste cose mi avrebbero bruciato vivo, accusandomi che ero il servo di Satana, ma grazie alle leggi umane un pochino più eque oggigiorno questo non succede. Poi se una persona è al suo posto che ha da temere delle mie parole?
Io credo nulla?
Che tutti sono sulla strada giusta questo non lo è, e parlare di punizione che Dio ci da è una cosa che accadrà, dunque a mio avviso è meglio sapere le cose prima che dopo, perché dopo non si può più rimediare, e ricorda che anche l'uomo più micidiale che c'è su di questa terra, ha pure la possibilità quando lui stesso lo vuole di redimersi, dovrà solo scontare quello che ha fatto agli altri ma col tempo può farcela, e allora che c'è da temere, Gesù si è fatto crocifiggere non per scontare la sua pena ma per redimerci noi dai nostri peccati. Poi io non sono qua per giudicare che non posso avere questo potere ma sono qua per dire la mia verità, ed il mio modo di esprimermi è questo che se fosse diverso sarebbe per me contro Dio. Io Dio lo servo e faccio ciò che lui presenta a me.