Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

Home Forum MISTERI La seconda venuta di Gesù Cristo Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

#13342

giorgi
Partecipante

Errante scrive:

Le mie domande erano un modo per farti notare che in quello che scrivi ci sono delle contraddizioni Se altre persone hanno scelto tramite il loro libero arbitrio di seguire questo o quel percorso, perchè condizionarle dicendo loro quello che è giusto o sbagliato, facendo riferimento a patimenti e punizioni divine (non ti sembra che queste mirabolanti punizioni divine non siano nient'altro che un pretesto per sfruttare la debolezza umana? se guardi bene chi le ha scritte, chi le racconta? gli stessi che dall'altra parte proclamano la salvezza?) “non fare a nessuno quello che non vorresti che gli altri facessero a te” Vorresti che gli altri cercassero di convincerti che sei dalla parte sbagliata, e ti raccontassero tutti gli orribili patimenti di scegliere la strada sbagliata? Penso diresti di No

Allora non farlo neppure te
……………………………………………………………………………………………………………………………………………
giorgi risponde:

Si hai ragione ma dato la mia esperienza non posso fare di meno di questo mio modo di comportamento, io non posso giudicare ma so come stanno le cose e quando vedo ciò che non è conforme alle regole ho poi il mio modo di fare, e dico non c'è la persona debole che possa pagare, perché se una persona è debole in confronto ai sentimenti, Dio stesso sa poi come giudicare quelle determinate persone. Se una persona ha scelto quel percorso è anche bene che sappia la verità, che sapendo la verità fa sempre tempo poi a correggersi se non è corretta. Io non sono qua per sfruttare la debolezza umana perché se lo facessi va poi contro una mia punizione, ma questa io non la voglio, perché io servo Gesù, a me non basta che mi metta ad adorarlo ma devo anche servirlo, perché quando servi solo un padrone e quel padrone è Dio, puoi anche sbagliare ma se lo fai con impegno e volontà sua poi la finale è sempre quella giusta.
Io quello che faccio agli altri vorrei che pure loro facessero a me, e dunque ritengo che sono dalla parte giusta