Rispondi a: MATTATOIO

Home Forum L’AGORÀ MATTATOIO Rispondi a: MATTATOIO

#133893
giusparsifal
giusparsifal
Partecipante

Perdonami Richard, sai la mia “passione” per la cultura ebraica, ma io trovo ancora più interessante quanto scritto appena prima del pezzo che hai citato:

“Innanzitutto la Torah ci dice che il primo uomo, Adam Harishon, era vegetariano, in quanto D’ aveva concesso per cibo all’uomo e a tutti gli animali i soli vegetali. Dunque all’inizio della creazione nessun essere vivente si cibava di carne altrui, compresi i cosiddetti animali “carnivori”.
Da questo i maestri deducono che il più elevato modo di cibarsi è quello che esclude la consumazione di ogni tipo di carne.

D’ disse: “Ecco vi ho dato ogni erba che porta seme che è sulla faccia della terra, e ogni albero che porta frutto e seme. Saranno il vostro cibo. E agli animali selvaggi, a tutti gli uccelli del cielo, a tutto ciò che striscia sulla terra e che ha un soffio di vita, io dono ogni erba verde come cibo.”

(Gen 1, 29-30)

La discesa di coscienza del bene portò l’umanità a soccombere al diluvio. Dopo il diluvio ha inizio la nuova alleanza che D’ stabilisce con Noah (Noè) e con tutte le creature del cielo e della terra: a partire da quel momento D’ concede all’uomo e agli animali di cibarsi di carne.
Questa concessione divina mira a placare l’istinto al male innato nell’uomo e a rettificare le conseguenze della sua violenza: il mangiare carne è una concessione parziale, ristretta a una piccolissima selezione di specie commestibili. D’ , che conosce la natura fragile dell’uomo, concede solo un numero ristretto di animali destinati all’alimentazione umana, e questa concessione ha delle condizioni: l’uomo può cibarsi della carne di un animale che abbia subito una macellazione rituale che comporti la minima sofferenza fisica possibile all’animale: questo è uno dei motivi per cui gli ebrei mangiano poche specie di carne da cui eliminano rigorosamente ogni traccia di sangue.”