Rispondi a: MATTATOIO

Home Forum L’AGORÀ MATTATOIO Rispondi a: MATTATOIO

#133954
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1272647274=zret]
Chi non è vegetariano non è cristiano. Si lascino perdere le ambigue affermazioni di Paolo sull'alimentazione: Paolo fu l'apostolo osteggiato in ogni modo da Pietro e da Giacomo, perché intento a snaturare il messaggio originario.

Ciao

[/quote1272647274]

Io non so se sono Cristiano, perchè istintivamente non ho mai davvero seguito alcuna religione, ho sempre avuto idee molto semplici e per me Gesù è esistito (qualunque fosse il vero nome o aspetto) davvero principalmente e inizialmente per puro sentire interiore, quando per curiosità o per “casualità” mi sono interessato all'argomento, ho letto un poco la Bibbia o il Vangelo..benchè nessuno mi abbia mai forzato il minimo a crederci, mia madre mi metteva in guardia dalla religione e mio padre poi non ne parliamo proprio
Ho fatto qualche letterina a natale o per Gesù, mi hanno fatto fare la comunione per il gusto di farla…a catechismo mi sentivo un pesce totalmente fuor d'acqua
Facevo a volte la preghiera prima di dormire soprattutto se avevo dei problemi
Quindi ho sempre seguito principalmente il mio istinto, ho selezionato le informazioni in base a questo e ho fatto i miei ragionamenti filosofici da solo, pensando o parlando da solo addirittura in certi momenti.
Quindi non so se sono Cristiano per come si pensa che si dovrebbe esserlo
Posso leggere tanti libri o altro, ma se fossi in grado forse l'unica cosa che davvero mi convincerebbe di sapere è il poter usare la “visione remota” per leggere il passato e vederlo, percepirlo come un “film”, perchè tutto quello che è stato tramandato per me non è sicurezza piena di incorruttibilità degli eventi davvero accaduti
Oppure dovrei incontrare in qualche modo davvero lo Spirito di un Maestro che mi spiegasse cosa è successo, cosa è il giusto insegnamento e le motivazioni possibilmente.
Io sono io e se non sono Cristiano o altro, va benissimo così, ora come ora percepisco il giusto o sbagliato in un certo modo, forse cambierà.
Ora ad esempio penso che esista un ciclo naturale e parte di questo nel mondo materiale è che il vegetale si nutre del minerale, l'animale del vegetale, l'uomo può decidere se nutrirsi dell'animale e se lo fa per me non è innaturale o condannabile.
Per me al momento può anche essere che per l'animale sia un vantaggio se muore per nutrire l'uomo. Sono sincero e non ci trovo questa assurda crudeltà.