Rispondi a: MATTATOIO

Home Forum L’AGORA MATTATOIO Rispondi a: MATTATOIO

#133999
Richard
Richard
Amministratore del forum

interessante questa discussione http://www.scienzeantiche.it/forum2005/topic.asp?TOPIC_ID=6390&whichpage=2
altri pareri interessanti..

e questo sito http://www.godeatsredmeat.com/
http://translate.google.it/translate?u=http%3A%2F%2Fwww.godeatsredmeat.com%2F&sl=en&tl=it&hl=&ie=UTF-8

http://petauccideanimali.it/7things.cfm

——-
http://www.edgarcayce.it/media/lecarni.htm
LE CARNI DOVREBBERO ESSERE DI VOLATILI, PESCE E AGNELLO
Mangia scoiattoli, coniglio o qualsiasi selvaggina. Tutti questi fanno bene al corpo. Mastica le ossa quando li mastichi, dato che questo aumenterà la forza, la costruzione corporea e la resistenza del corpo. (Tubercolosi) 5053-1

Pesce, volatili e agnello sono quelli che forniscono gli elementi necessari al cervello, ai muscoli e per la costruzione dei nervi. 4008-1

Mangia moltissimi frutti di mare, volatili e occasionalmente dell’agnello. Questi sarebbero gli unici tipi di carni. Non cambiare del tutto verso la dieta vegetariana, poiché questo farebbe indebolire troppo le condizioni del corpo. 4031-1..
http://www.edgarcayce.it/docs/pdf/dietacayce.pdf

——————–
TORINO – Se prendete una pianta e le strappate una foglia, lei non si accorgerà di nulla, parola di biologo. Ma se invece di strapparla ci posate sopra un bruco affamato allora il vegetale cercherà di difendersi. Non solo, riuscirà persino ad avvertire le piante vicine dell'imminente pericolo. Come? Semplice, comunicando.

La scoperta è dei biologi dell'Università di Torino che, dopo tre anni di esperimenti scientifici, sono giunti a questa conclusione: le piante “sentono” il pericolo e i denti di chi le divora. L'azione difensiva vegetale è repentina. Non appena percepiscono la saliva del bruco, le piante attivano dei geni che si mettono a produrre una sostanza volatile. Una specie di profumo di lavanda che attira le vespe, nemiche mortali dei bruchi. L'esercito delle salvatrici si limiterà a pungere i malcapitati, iniettando loro delle uova. A questo punto i bruchi sono spacciati. La fine che li attende è davvero atroce: quando le uova si schiudono, i bruchi esplodono.
http://www.repubblica.it/2004/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/pianteparl/pianteparl/pianteparl.html

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2004