Rispondi a: un mondo di confusione–dove arriveremo?

Home Forum L’AGORÀ un mondo di confusione–dove arriveremo? Rispondi a: un mondo di confusione–dove arriveremo?

#134561
Richard
Richard
Amministratore del forum

vi saluto tutti per prima cosa!
io credo che si stia arrivando a qualche verità anche perchè mi pare che in televisione se ne parli in modo più serio( ufo, 2012, Civiltà antiche scomparse, facoltà paranormali,ecc), in passato si cercava sempre di denigrare e prendere in giro questi argomenti ora sembrerebbe che si cerchi di studiarle e trovare soluzioni.
ma allo stesso tempo sappiamo tutti che l'informazione televisiva è controllata da chi mantiene le redini, e quindi mi domando se non riesce più a tenerle strette oppure sta facendo il suo solito gioco e noi lo assecondiamo.
per esempio lo scandalo della chiesa….. stanno saltando tutti fuori, anche se penso che sia solo una punta dell'iceberg, ma allo stesso tempo mi viene da pensare che la chiesa ha il suo peso….possiamo anche dire che gestisce dei voti per i partiti…. perchè attacarla…..

per me la situazione ha piu facce, siamo coscienze in crescita, questa crescita ha dei cicli, discese e risalite, in certi intervalli gli eventi si concentrano e portano a dei balzi di illuminazione delle coscienze, delle rivelazioni, degli scossoni.
Questo accade nella vita del singolo e nella collettività.
Siamo come un organismo, l'organismo si ammala, riconosce la malattia e reagisce per non soccombere.
“Controllori” e “controllati” fanno parte dell'organismo e ogni parte gioca il suo ruolo in questo sviluppo.
Se il bullo a scuola ti opprime ogni giorno, col tempo puoi sviluppare una passività, una assuefazione, poi arrivi ad un punto in cui riconosci l'errore e il problema, quindi sviluppi una crescita interiore che poi ti porta a rivalutare te stesso e a ridimensionare il bullo.

La mia idea che mi sono fatto, e mi piacerebbe se qualcuno la commentasse, e che esistono due fazioni che lottano sulla terra per comandare, dopo aver letto qualche li bro di Sitchin e vari articoli di più autori per il web, mi sono fatto l'idea che la specie umana sia stata creata per soddisfare e arrichire dell'entità-popoli-alieni-dei-Antenati, chiamateli come volete.
ma che tra di loro esistono più Famiglie o più specie e tra di loro e con il nostro incosciente aiuto continuano a combattere da sempre.
Quest'anno sono stato in india 3 settimane, mi ha incuriosito parecchio alcune cose che ho notato, esempio La parola Maya era abbinata alla stella di David, per esempio ho trovato un ristorante e un albergo che si chiamavano Maya e il loro stemma era appunto il simbolo degli ebrei, e chiedendo cosa significasse maya la mia guida mi ha risposto che significa gente danarosa, e strano se si pensa che la stessa parola è il nome di un popolo centroamericano…
Un'altro segnale interessante era la svastica, che per gli indiani significava fortuna…..strano direi, e in secondo luogo mi piacerebbe capire perchè i tedeschi combattevano in nome del popolo ariano, che era un popolo che aveva invaso l'india in tempi antichi.
Un'altra cosa poco chiara e perchè proprio il popolo ariano che deriva o comunque da quanto ne sò ha la sua culla nell'odierno IRAN da cui deriva ariano.
L'ennesima cosa che mi ha stupito dell'india e che facendo ben 6000 chilometri visitando diverese città siti e templi… non ho mai visto un edificio,un tempio, più vecchio del 1500 d.c. tutto recente, mi sembra che solo i templi di khajurajo erano del 1000 d.c.
e tutto il resto di una civilta a quanto pare all'avanguardia dove è finito…..tutto distrutto e polverizzato….
Qualche tempo fà avevo letto di alcune tavolette che parlavo di un'antica guerra Atomica hai tempi degli Dei svoltasi in India…
Ma sei la seconda guerra mondiale e l'olocausto non fosse solo un continuo di quella storia…
E perchè Hitler, un nanerottolo pelato e coi capelli scuri, immaginava la razza ariana coi Capelli Biondi è Alti…..

Che ci siano luce e buio come due parti della stessa Unità che giocano in questa evoluzione della Coscienza mi pare chiaro, ma bisogna distinguere quello che è stato il reale percorso dell'umanità e di eventuali contatti con intelligenze di altri mondi, ma sempre parte dell'Uno, da quelle che poi sono state le distorsioni create dalla nostra umanità.
guardati questa
http://dotsub.com/view/1d014908-fc5f-4e41-994c-543bd8c27967

Facciamo fatica a ricostruire la storia relativamente recente, figuriamoci quella millenaria o pre diluvio, oltre alla difficoltà mettici la mancanza di apertura e collaborazione, la censura, il controllo politico e religioso ecc..
Da quanto capisco inoltre per unire tutti i punti serve la collaborazione di menti che abbiano diverse preparazioni in diverse materie.

per Richard: con esperienze intendo qualsiasi cosa vissuta personalmente, che ne so un avvistamento o quant'altro, una storia diretta da un amico….penso che con i passa parola si perda e si ingigantisca….

sicuramente si perde e si ingigantisce, infatti si possono raccogliere testimonianze di prima o seconda o terza mano ecc..
Però chi si chiude nello scetticismo anche con i testimoni di prima mano parla subito di ingigantimento o illusione sicura ecc..
Io con la mia ragazza ho avuto un avvistamento e l'ho descritto tempo fa
https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?248.98#post_64079

anche non avessi visto ho raccolto informazioni che per quanto mi riguarda non portano che ad una precisa constatazione: siamo visitati da intelligenze che vengono dall'esterno del pianeta, con tecnologie che solo da poco riusciamo a sfiorare concettualmente e vengono dall'interno, viaggiando tramite “wormholes” e sbucando anche dal nucleo del nostro pianeta, la cui origine e composizione è teorica e prendendo in considerazione certi dati va rivista…come l'atomo.
Per quanto riguarda il controllo sull'umanità io penso che primariamente sia l'uomo stesso che per ignoranza o per volontà fa di tutto per stare al di sopra dei suoi fratelli.
La visione che abbiamo e l'interpretazione che abbiamo dato di certi testi antichi è prima di tutto già proveniente da altre catene di trasmissione di ciò che accadde e poi ulteriormente distorta in base al nostro modo di vedere le cose.
Possiamo umilmente pensare di averne una idea, una opinione, ma non di avere la certezza, oltretutto ripeto, per me un ricercatore che vuole creare un quadro piu completo, deve poter attingere alla conoscenza in diverse materie.

ti segnalo anche: https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2883