Rispondi a: Dove siete "vecchi" utenti – amici di AG ?

Home Forum L’AGORÀ Dove siete "vecchi" utenti – amici di AG ? Rispondi a: Dove siete "vecchi" utenti – amici di AG ?

#136019
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Zret, so che ci leggi, ti prego lascia stare tutte le polemiche e torna qui da noi a informare su questi stronzi che ci inquinano dal cielo…

NON PUOI ABBANDONARE IL TUO RUOLO QUI…
NON E' DA TE….

Se tutti gli uomini che si battono per gli ideali facessero così non ci sarebbe nessun eroe, nessun cambiamento…niente di niente !!!!!

Intanto ti volevo domandare se sapevi Fivizzano…
ecco l'articolo:

Dal cielo una pioggia di liquami su orti e case
il Tirreno — 10 luglio 2010 pagina 11 sezione: PISTOIA

FIVIZZANO. Strani spruzzi arancioni piovono dal cielo e colpiscono il paese di Campiglione nel Fivizzanese. La gente è prooccupata ed ha avvisato carabinieri e Asl, temendo che possano essere in qualche modo collegati al passaggio degli aerei. L’Ufficio di igiene pubblica è al lavoro per risolvere il “giallo”. Non si sa bene quando sia cominciato questo fenomeno. Da anni la gente aveva il sospetto che qualcosa non andasse nella ridente frazione del comune di Fivizzano, distesa sulla collina che fa da spartiacque alle valli del Lucido e del Bardine, dove avevano fatto la loro apparizione minuscole chiazze di colore arancione scuro, che risaltavano sulle seggiole bianche di plastica, sistemate nei giardini, sulle mattonelle di cotto dei terrazzi, sulle ringhiere brunite delle scale esterne, sui cespi di insalata degli orti e persino sui capi di biancheria stesi ad asciugare. Cinque anni fa era partita la prima segnalazione all’ufficio di igiene pubblica dell’Asl di Aulla. Ma senza sortire alcuno effetto. Un violento temporale estivo aveva poi completato l’opera cancellando in breve ogni traccia. Ma ad ogni aereo che passava la gente ne attribuiva parte della responsabilità. Il fenomeno si è riproposto in tutta la sua recrudescenza sia martedì sera che mercoledì notte con tracce che hanno segnato persino i muri delle case, le auto parcheggiate in piazza dove le macchie di colore arancione, nette e nitide, facevano da contrasto con lo strato fangoso lasciato dall’ultima sabbia del deserto. I segni arancione erano così evidenti che Stefanino, il barista che gestisce il Circolo ricreativo del Csi, dice di essere stato costretto a lavare con “olio di gomito” tutte le sedie di plastica e persino i tavolini esterni. A questo punto qualcuno ha chiamato i carabinieri di Monzone che, una volta sentita la popolazione, hanno effettuato controlli fotografici.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.