Rispondi a: Prossime Catastrofi

Home Forum L’AGORA Prossime Catastrofi Rispondi a: Prossime Catastrofi

#136198
Jc
Jc
Partecipante

[quote1282901501=Spiderman]

Parli del sistema come se fosse nato da solo (non siamo all'interno di matrix e non c'è nessun Neo). Il sistema (ovvero il modo di vivere la vita adottato dall'umanità) non è presente per caso, è di nostra “costruzione”, in parole povere l'umanità si deve liberare di se stessa, della sua ignoranza, cattiveria e dei suoi capricci. Siamo nella merda e la responsabilità è solo nostra.

[/quote1282901501]

“La servitù moderna è una servitù volontaria, consentita dalla massa degli schiavi che strisciano sulla superficie terrestre. Comprano liberamente tutti i prodotti che li asservono ogni giorno di più. Si aggrappano spontaneamente ad un lavoro sempre più alienante, generosamente concesso soltanto se “fanno i bravi”. Scelgono loro stessi i padroni che dovranno servire. Perché questa assurda tragedia sia potuta accadere, prima di tutto è stato necessario sottrarre ai membri di questa classe ogni consapevolezza del proprio sfruttamento e della propria alienazione.
Questa è la strana modernità della nostra epoca. Contrariamente agli schiavi dell’antichità, ai servi del Medioevo o agli operai delle prime rivoluzioni industriali, oggi siamo di fronte ad una classe totalmente asservita ma che non sa di esserlo, anzi, che non vuole saperlo.
Ignorano quindi la ribellione, che dovrebbe essere l’unica reazione legittima degli oppressi. Accettano senza fiatare la vita pietosa che è stata decisa per loro. La rinuncia e la rassegnazione sono le cause della loro disgrazia.

Questo è il brutto sogno degli schiavi moderni che non chiedono, in definitiva, che di lasciarsi andare nella danza macabra del sistema dell’alienazione.
L’oppressione si modernizza estendendo ovunque forme di mistificazione che consentono di occultare la nostra condizione di schiavi.
Mostrare la realtà così com’è veramente, e non come viene presentata dal potere, costituisce la sovversione più autentica.
Solo la verità è rivoluzionaria.
Il potere non è da conquistare, è da distruggere. È dispotico per natura, che sia esercitato da un re, un dittatore o un presidente eletto. L’unica differenza nel caso della “democrazia” parlamentare, è che gli schiavi hanno l’illusione di scegliere liberamente il padrone che dovranno servire. Il voto ha fatto di loro i complici della tirannia che li opprime. Non sono schiavi perché esistono padroni, ma esistono padroni perché hanno scelto di rimanere schiavi…”

questo è il sistema, e se solo metà della popolazione mondiale ne fosse consapevole,il risveglio sarebbe già attuato.
la gente ha bisogno di una guida,almeno in questi tempi.
è inutile dire “siamo nella merda”,”l'abbiamo voluta noi”,perchè se da un lato partecipiamo a questo schifo,dall'altro c'è chi vuole che continuiamo a farlo fino a quando non si compie lo schifo finale.
il gregge ha bisogno di un pastore,che sia buono o cattivo.
il cattivo continuerà ad ammaestrarle,il buono gli insegnerà a distinguere il bene dal male,se mai esistesse questa differenza.