Rispondi a: Incontri con uomini straordinari

Home Forum L’AGORA Incontri con uomini straordinari Rispondi a: Incontri con uomini straordinari

#136459

Tilopa
Partecipante

I DONI DELLA LUCE
O Fuoco dello spirito consolatore,
Vita della vita di tutte le creature!

Santo sei Tu che animi il Creato.
Santo sei Tu che risani le ferite purulente.
O Tu, potente Via che tutto attraversa,
in alto, nei cieli, in basso sulla Terra
Tu unisci e racchiudi ogni cosa in una.

Fluttuano le nuvole attraverso Te
Soffiano forte i venti
Gocciolano le pietre
E i ruscelli sgorgano dalle fonti,

Tu fai spuntare il verde dalla Terra.
E poi in ogni istante crei uomini
Capaci di comprensione,
Colmati di gioia dall'alito della saggezza

E per questo sia lode a Te,
a Te Voce della lode
a Te Gioia della Vita
a Te Speranza e potente gloria
perché concedi i doni della Luce

(Preghiere, 120-121)

Così parla il dolore universale:
“Me misero che esisto! Ahimé! Che ne sarà di me? Chi starà al mio fianco, chi mi salverà? Se Dio sapesse di me, non mi coglierebbe un travaglio simile. A nulla mi serve riporre fiducia in Dio. Se anche gioissi delle cose divine, ciò non mi gioverebbe comunque per allontanare questo tormento. Certo ho sempre sentito i filosofi parlare di tutti i pregi che sono in Dio; a ogni modo a me Dio non ha mostrato niente di buono, né in grande né in piccolo. Ma se Dio è davvero il mio Dio, perché mi nasconde la sua grazia? Se almeno mi mostrasse qualche cosa buona, avrei per lo meno una dimostrazione della sua esistenza. Non so neppure chi sia io stesso. Creato per disgrazia e per disgrazia nato, tiro avanti senza conforto. Oh, a che serve la vita senza la gioia! Perché mi trovo sulla terra dove comunque non può esserci per me alcun bene?”

Così risponde la gioia celeste:
“Oh quanto sei cieco e stolto! Non sai proprio quel che dici! Dio creò l'uomo come un essere luminoso, ma a causa dell'infedeltà il serpente l'ha trascinato in un lago di miseria. Ora alza per un momento lo sguardo verso il sole e la luna e le stelle, contempla la magnificenza della terra verdeggiante e pensa solo a quanti beni Dio ha donato all'uomo con tutte queste cose, mentre l'uomo nella sua temerarietà pecca contro Dio. Tu sei fondamentalmente scaltro e perfido, non hai timore reverenziale, al posto della fiducia hai sempre e solo pensieri cattivi perché non vedi e non riconosci i luoghi in cui Dio semina la salvezza. Chi altri ti dona beni tanto magnifici e stupendi se non Dio solo? se ti corre incontro il giorno dici che vien notte. Se fuori dalla porta ti aspetta la buona sorte, parli di maledizione. e se tutte le tue faccende vanno bene, affermi che vanno male. Sei un esssere di natura infernale.
Io, invece, posseggo già qui la dimora cleste perché vedo col giusto sguardo tutto ciò che Dio ha creato, mentre tu parli solo di cose brutte. lo mi prendo teneramente a cuore la fioritura delle rose e dei gigli, e ogni verdezza, cantando lode a tutte le opere di Dio, mentre tu accusi solo pene su pene. Ogni tuo agire, infatti, è accompagnato da un animo fondamentalmente triste! In questo assomigli agli spiriti infernali che con le loro azioni non fanno che negare continuamente Dio. Ma io no. Io piuttosto offro ogni azione a Dio. Per me, anche nella tristezza s'annida una sorta di gioia e in ogni gioia riposa la buona sorte. Tu invece vedi solo la parte priva di valore. Orsù rifletti una buona volta quant'è folle e cieco quello che dici!”

[youtube=480,385]Gg4Th1hWrBE

[youtube=480,385]5NwQpuZKwRc

http://islab.dico.unimi.it/phmae/ildegard/ilde3/pereira3.htm
http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_femm_Ildegarda.htm