Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

Home Forum MISTERI La seconda venuta di Gesù Cristo Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

#13664

Detective
Partecipante

Rispondo al precedente messaggio di Richard che ha postato uno scritto tratto dalla “Nuova Teologia”, di Giorgio Bongiovanni:
Questa così detta “Nuova Teologia” a cui si riferisce Bongiovanni, e quindi dopo averla letta e meditata dentro di me, la sento assolutamente parte integrante del mio pensiero, della mia visione dell'universo, e perciò come una descrizione di come funziona veramente il governo creativo che permea tutto il cosmo, inteso come essere vivente che dona vita in infite forme e dimensioni, un essere intelligente che vive nella molteplicità delle creature e che nello stesso tempo vive una eterna vita senza tempo e senza spazio, ossia ciò che definiamo Dio, e questa descrizione la sento essere assolutamente veritiera, almeno parlando per me, esprimendo la mia visione della vita. Giorgio Bongiovanni è per me un profeta che dice la verità e che si batte con tutte le forze per la giustizia e l'ugualianza tra tutti gli uomini, anche per Eugenio Siragusa è stata la stessa e identica cosa ma con la differenza che però non andavano d'accordo con la metodologia da usare per la diffusione dei loro messaggi, i quali sono tutti veritieri e quindi derivanti da esseri extraterrestri positivi con lo scopo di ammonirci sui pericoli a cui andiamo incontro se la nostra società continua sul sentiero dell'odio e della corruzione ed anche profetici per quanto ci spetta di vivere nell'imediato futuro. Per me Eugenio è stato un esempio concreto di umiltà, e ciò riguardante la sua vita quotidiana e la diffusione dei suoi messaggi, so che non chiedeva mai denaro per fare ciò, e soprattutto sono degne di stima queste sue parole: “La verità non si vende e non si compra”!! Comunque, sul fatto che Eugenio si sia separato da Bongiovanni per le divergenze riguardanti le diffusione dei messaggi, per entrambi, secondo me, veritieri, non so proprio cosa dire, non sono assolutamente in grado di esprimere nessun giudizio su questo fatto perchè non ho davanti a me fonti senza dubbio credibili in grado da fornire la versione dei fatti chiara e constatabile, ma, oltre a ciò, la cosa strana che mi preme di dirvi è che quando penso a ciò ho come la sensazione di dispiacere e di incomprensione, in pratica è come se ad un certo livello di sentimenti anch'io sperimenti una parte dei sentimenti che avranno provato anche loro per questa separazione!! Forse, su cose come queste, sono un pò troppo sensibile? Comunque, se è così, è sempre meglio indagare su una prospettiva neutrale, ed è un consiglio che vorrei dare a tutti, e quindi non preoccupatevi per me se, secondo voi, talvolta cado in errore, ed anch'io mi sento disposto ad accettare qualche vostro consiglio se capita l'occasione, altrimenti, se non si è neutrali, può anche esserci il rischio di farsi suggestionare e ciò è assolutamente una grande difficoltà, o blocco, che una persona può trovarsi davandi quando usa il discernimento per effettuare le sue ricerche e, perciò, quando si ricercano certe tematiche è molto ma molto meglio non farsi mai suggestionare da niente ma, quel che si sente che è vero, se lo si afferma, bisogna farlo sempre con una mente lucida ed esprimendo sempre la propria personalità, e non quindi essendo influenzati da una sorta di ammirazione sentimentale verso altre persone, ma casomai dicendo ciò che si pensa di loro in base all'idea che ci siamo fatti dopo esserci informati sul loro operato e su ciò che affermano!! Punto e basta.