Rispondi a: Nel nome di internet

Home Forum L’AGORA Nel nome di internet Rispondi a: Nel nome di internet

#136892
PRHOTEUS
PRHOTEUS
Partecipante

Quoto il punto di vista si Pasgal, ma anche quello di tutti voi , perché il tutto si deve guardare da angoli diversi.
Qualche tempo fà nei miei primi interventi qui su AG già avevo detto che internet é si un coltello a dopia lama, ma, anche il manico ha una sua lama , cioé é un coltello sprovvisto di manico, quindi fa male non solo a chi lo utilizza incosciamente, ma anche a chi volutamente immette cose sulla rete credendo di pilotare il tutto,
(e parlo di chi effettivamente la controllano ). WikiLeaks , ( o come si scrive ), o Assange, sono parte di coloro che cercano di controllare senza farsi del male , o sono stati messi li per controllare e manipolare quante più persone possibili, ( a me sin dalla prima apparizione di questo WikiLeaks e del suo fondatore sulla rete, non me l'hanno mai contata giusta e qui riporto anche il mio giudizio negativo sul personaggio creato ad OK che feci a suo tempo qui su AG a riguardo di Obama quando fu eletto presidente degli USA, ed oggi ne vediamo il suo comportamento che conferma le mie perplessità fatte allora sul personaggio.
Oggi con questa rivoluzione ( programmata ), in Libia, come le altre avute le settimane passate in Tunisia ed Egitto, se ci si rende conti non abbiamo notizie reali come quelle avute prima negli anni passati su altre “guerre e/o invasioni militari ” , basta navigare nel web e di cio che sta succedendo effettivamente laggiù non se ne sa niente, solo notizie date dai vari organi di stampache vengono rimesse anche sul web identiche uguali .
a differenza di qualche mese fà in cui circolavano notizie sull'Afganistan, sulle borse e sui sopprusi e speculazioni varie nel mondo cui ci si rendeva conto di cio che succedeva grazie a chi veramente voleva informare, adesso niente, salvo pochi siti e blog che cercano di informarci di cio che effettivamente stia succedendo li in questo momento ma senza avere effettivamente fonti sicure, e se vogliamo aggiungiamo anche il Giappone, effettivamente nessuno ci sta più informando anche qui sul web di cosa sta realmente accadendo li, fatesi caso, non ci sono più immagini reali, ne nei notiziari, ne qui sul web e come dicevo quei pochi che cercano ancora di farlo, anche loro non riescono a trovare notizie vere , almeno che non si recano di prima persona sul posto.
In breve parole come già avevo segnalato, prima o poi riusciranno ad imbavagliare internet, e credo che lo stiano già facendo, non dico che domani sarà tutto bloccato, ma ancora qualche anno e poi tutto sotto controllo e secondo la mia convinzione WikiLeaks fa parte di questo gioco, é stata messa li apposta per riaddormentare quelli che si stavano risvegliando grazie ad internet ed a siti come AG .
In fin dei conti cosa ci ha detto Assange col suo WikiLeaks, solo cose che da anni molti altri avevano già non solo ipotizzato, ma anche dato delle conferme, solo che loro venivano classificati ” complottisti ” , ma WikiLeaks giocando la carta dello scandalo, facendosi passare per vittima sia della perquisizione ed altro, sono riusciti a coinvolgere quasi tutti, poi ci racconterà solo caxxe e ci faranno credere cio che vogliono, e se qualc'uno dirà il contrario saranno bannati o segnalati come spam.
A proposito di spam, qualche giorno fa avevo postato su FaceBook un video riguardante la guerra in Libia e il vero obbiettivo USA:

Il nostro caro Brig lo aveva copiato per condividerlo, ma poi mi ha segnalato che é stesso é stato segnalato come spam da “Defensio Comment Moderation”, ora non so a chi fa capo questo gruppo o associazione, ma questa é una prova del bavaglio che ci si vuole infliggere, io che lo avevo postato questo video, non ho avuto nessuna segnalazione di spam, e non so il perché .
Alla fine credo che anche internet sarà ben controllato come oggi fanno con la televisione e grazie a quelli come Assange col suo WikiLeaks che lavora, ( e ne sono convinto ), per chi ha il potere e tutti quelli che incosciamente condividono, questi gruppi che nascono sul web facendo credere che sono per la popolazione , la democrazia, la giustiziae quant'altro.
la cosa che mi dispiace di più é che c'é gente che li crede , ne é convinta della loro onestà .