Rispondi a: AFFRONTIAMO LA PORTA DELLO SPAVENTO SUPREMO.

Home Forum L’AGORA AFFRONTIAMO LA PORTA DELLO SPAVENTO SUPREMO. Rispondi a: AFFRONTIAMO LA PORTA DELLO SPAVENTO SUPREMO.

#137336
prixi
prixi
Amministratore del forum

Pier caro, voglio augurarci che si possa trovare un'Unione senza sperimentare la catastrofe.
Però comprendo il tuo scoramento.
Chi ha vissuto una tragedia in prima persona, porta dentro di sè una cicatrice indelebile nel tempo.
Due anni possono sembrare un lungo periodo, ma forse troppo breve per elaborare un “lutto” cosi estremo.
Il periodo “dell'altalena” tra la forza e la disperazione ha tempi di diluizione più prolungati ed in genere, differenti per ogni individuo.
E pure la conseguente reazione è individuale.
Chi ne esce rafforzato, chi completamente ed irreparabilmente distrutto.
Ma la nostra volontà ha un ruolo fondamentale a determinare l'esito di tale evento.
Perciò permettimi di aggiungermi al coro dell'incitamento a non mollare, a non cedere allo sconforto che si ripresenta di volta in volta in altra veste.
Ti fà onore parlare della volontà che esigi da te stesso per i tuoi figli, ma da amica, da sorella e da madre, voglio dirti, fallo innanzitutto per te stesso.
Trova in te la ragione della tenacia
I tuoi figli, la tua famiglia, avranno molto da tutto ciò, molto più che il solo senso del dovere verso di loro.
Ti abbraccio con immenso affetto e ti sono vicina con amore sincero :cor:


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)