Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

Home Forum MISTERI La seconda venuta di Gesù Cristo Rispondi a: La seconda venuta di Gesù Cristo

#13742

giorgi
Partecipante

Scritto da Giorgi:

Da dove veniamo trovi dallo scritto postato, ma anche i nostri Esseri di Luce a loro volta vennero creati da altri Esseri di Luce, e sarà quello che faremo noi un domani creando popolazioni su altri mondi, quando noi saremo non più di terza dimensione ma di dimensioni superiori.
…………………………………………………………………………………………………………………….

Fonte: http://risveglio.myblog.it/media/00/01/1523367004.pdf

Tratto dallo scritto:

Ecco il messaggio di Ashtar Sheran:

“Fratelli di questa Terra, io vi saluto, benché mi sia molto difficile dare a questo saluto la cordialità che è in uso fra gli esseri nell’universo. Fratelli di un’umanità universale, ricordatevi che siete solo una minuscola parte di questa umanità, creata da una forza spirituale che nessun uomo potrà mai capire. Perciò basta sapere che tutti noi siamo stati creati da questa forza e che essa regna su di noi. Essa è l’intelletto universale, la coscienza universale, senza la quale non vi potrebbe essere la creazione stessa. Essa è la causa prima dello spirito e della materia. Solo per cattiveria l’uomo può negare la somma verità. Quanti uomini sono nel novero degli iniqui? Secondo le nostre constatazioni si contano a miliardi quelli che la negano. Su questa Terra vi si può contare quasi tutta l’umanità. Questo fatto è incontrovertibile. L’oscurità che l’empietà produce si diffonde ovunque a cagione degli interessi materiali e politici. L’ateismo non è un privilegio del materialismo, ma abbraccia tutte le concezioni politiche, sia che venga ammesso apertamente, sia che venga nascosto sotto il manto dell’ipocrisia. Nell’universo esistono delle stelle invisibili, che hanno un grado di evoluzione così elevato che voi non potete immaginare. La vita divina non comprende solo quello che è concepibile umanamente. Noi lo chiamiamo nella nostra lingua “Ikrogassko”. Purtroppo questa parola non la possiamo tradurre. La descrizione di questa vita significherebbe per voi una meravigliosa favola, una splendida fantasia. Questo stato d’essere è la vita di una frequenza speciale così come esiste una vita dopo la morte fisica, che pure sta su un’altra dimensione o frequenza differente da quella della vita terrestre nella materia. E quindi questa vita è tutt’altro che un’utopia. Per voi la parola materia rappresenta una forma solida che potete percepire sensibilmente. Esistono però molte altre specie di materia di altre densità e dimensioni che voi non potete ancora percepire. Esistono quindi mondi immensi su cui c’è una vita attiva e che non possono essere scoperti da alcun vostro telescopio. Voi non avete alcuna idea di quale sia l’immensa varietà di prodigi e di segreti che può offrire l’universo di Dio. Ad ogni anima nobilitata è possibile entrare in questi mondi. Le anime ancora grossolane devono invece passare per la via dell’oscurità e purificarsi prima di arrivare alla luce di Dio. La morte non è la fine della vita umana, ma un processo di mutamento attraverso cui l’uomo passa innumerevoli volte perché, di volta in volta, viene sempre più purificato (reincarnazione). Il fatto che voi possiate percepire solo la frequenza materiale non vi autorizza a negare il rimanente e a comportarvi come nemici. L’odio che vi portate a vicenda non è degno di uomini. Perciò l’umanità terrestre sta uscendo a poco a poco dalla comunità dell’umanità universale. La vostra scienza non ha alcuna idea di cosa sia la “coscienza”. Il comportamento ostile di un cannibale può anche essere perdonabile, ma ad un europeo istruito o ad un uomo di colore evoluto, un tale comportamento non può venire mai perdonato. Questi uomini non hanno il diritto di dire di
non averlo saputo. Essi possono appellarsi solo alla propria ignoranza delle leggi della creazione; dovranno quindi subirne le conseguenze, ed anche per i loro consimili che hanno attirato nel vortice delle loro intenzioni pericolose e peccaminose. Vi potevate servire almeno della Sacra Scrittura. Se tale scritture non corrisponde completamente ai fatti, essa vi dà ugualmente alcune direttive sul comportamento umano. E vi rende anche edotti della punizione dopo la morte. L’umanità terrestre ignora questa giustizia dopo la morte. Questa minaccia non ha per voi nulla di spaventevole. L’abitante della Terra è tanto sicuro di se stesso che non crede ad una punizione soprannaturale. Se l’uomo terrestre crede in una vita ultraterrena, si ritiene già assolto da Dio dei suoi errori e peccati. Ma questa è una stoltezza che non può essere accettata. Vi sono, per esempio, degli uomini politici anche famosi, che vanno nell’Aldilà incontro ad una punizione che nella vita terrestre non potevano neanche immaginare………..