Rispondi a: Petizioni da firmare

Home Forum L’AGORÀ Petizioni da firmare Rispondi a: Petizioni da firmare

#137826
brig.zero
brig.zero
Partecipante

[quote1357556340=sphinx]
[size=24]
[color=#0033cc]PETIZIONE PER IL CONTANTE LIBERO[/color]

http://www.ilpontepensierolibero.com/?p=553

Vi poniamo la domanda in questo modo: perché negli ultimi tempi si spinge la gente a utilizzare la moneta elettronica? Perché si impone a tutti – anche ai pensionati – un conto corrente? La risposta più ovvia (e banale) è quella “fiscale”. Con la moneta elettronica i movimenti di denaro sono facilmente tracciabili e dunque è più difficile l’evasione. La risposta meno ovvia è invece un’altra: eliminare o limitare il contante è un mezzo per il controllo della nostra vita, è un esproprio della nostra ricchezza. Di fatto, è un favore che lo Stato fa alle banche.

Dobbiamo impedire tutto ciò. Per questo è necessario far sentire il nostro grido di disapprovazione e disgusto per un sistema che sempre più diventa un Grande Fratello finanziario, dove la virtualizzazione della moneta recide definitivamente il collegamento tra l’economia reale e l’economia virtuale. Un’operazione che permette alla speculazione bancaria e finanziaria di appropriarsi della ricchezza reale, usando la propria ricchezza virtuale.

Persino la Bundesbank, ed è tutto dire, ha smentito i miti demonizzanti sull’uso del contante («insicuro, costoso, inquinante, pericoloso») in un recente seminario, riscoprendo l’acqua calda, ha ribadito che «il pagamento in contanti è il più naturale» ed infatti in Germania l’80% degli acquisti avviene in contanti.

Finché siamo in tempo, opponiamoci. Converrà ricordare i motivi profondi per cui il sistema bancario vuole ad ogni costo abolire il contante. Ovviamente, nei miliardi di pagamenti in contanti le banche non ci guadagnano nulla, e vogliono trovare il modo di annullare questo «scandalo», vogliono estrarre la loro commissione dal caffè e cornetto mattutino, incettare il loro tributo dalla corsa in taxi e dalle verdure che compriamo al fruttivendolo. Ma questo è solo il motivo più evidente. Molto più importante è il seguente:
Imponendo la «cashless society», le banche si liberano del loro incubo secolare: la corsa agli sportelli. Le banche non hanno veramente in cassa i soldi che avete dato loro in deposito; li hanno impegnati dieci o venti volte il loro valore, in «investimenti» vari; lucrano gli interessi su questa moneta fittizia. Il gioco regge perché la gente non conosce questo fatto – la frode fondamentale del credito frazionale – e crede che i suoi depositi «siano al sicuro in banca». Ma basta che spaventata da qualche crack la massa dei risparmiatori si presenti agli sportelli a reclamare i suoi depositi, e scopre che essi non ci sono più. Che la banca non ha nemmeno l’obbligo di restituirli, essendone diventata per il codice civile, la proprietaria. Ma la corsa agli sportelli rivela la frode fondamentale e scuote la cosiddetta «fiducia» nel sistema, in modo permanente.

Ciò detto, invitiamo i nostri lettori a leggere il manifesto di Contante Libero e firmare la petizione. La raccolta delle firme, con gli indirizzi mail verificati, avrà come obiettivo l’inserimento del tema “contante libero” nel dibattito politico e in campagna elettorale. Come associazione di liberi cittadini abbiamo infatti il dovere di segnalare – qualche giorno prima delle elezioni – quali forze politiche sono per il contante libero e quali per la sua eliminazione o forte limitazione. Ciò permetterà al cittadino di scriminare con maggiore obiettività chi vuole un controllo sociale tramite la virtualizzazione della moneta e chi invece no.

Naturalmente chi ha un blog o un sito web e vuole partecipare all’iniziativa, può farlo, seguendo le istruzioni che trovate sul sito contantelibero.it o contattando gli amministratori. Più siamo e meglio è. Perché eliminare il contante è un atto contro la libertà degli individui, contro la loro indipendenza. Contro la sovranità dei popoli.

Diffondi la nostra iniziativa presso i tuoi amici condividendo Contante Libero su Facebook, Twitter e gli altri social network, o inviando un’email ai tuoi contatti. Oppure parlane su MSN o Skype.

Per firmare la petizione: Firma la Petizione per il Contante Libero.

Grazie

[color=#ff0000]per firmare clicca quì[/color]

http://www.contantelibero.it/firma-per-il-contante-libero/
[/quote1357556340]

Ecco perché le banche vogliono il nostro contante

http://www.wallstreetitalia.com/article/1479676/finanza/ecco-perche-le-banche-vogliono-il-nostro-contante.aspx

… ho già firmato :salu:


https://www.facebook.com/brig.zero