Rispondi a: Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORÀ Movimento 5 Stelle Rispondi a: Movimento 5 Stelle

#138789

Anonimo

http://www.spoleto5stelle.it/

C’E CRISI, C’E’ CRISI!!! MA A SPOLETO CONTINUANO LE NOMINE.

05/01/2012 di Spoleto a 5 Stelle Nessun commento »

Questa volta non vogliamo fare nessun appello al buon senso, alla comprensione, al fatto che questo paese Italia sta entrando in una fase di recessione – e forse anche il cosiddetto ceto medio inizia a farne le spese in maniera “concreta”.
Questa volta facciamo una constatazione, interveniamo a decisioni già prese, come spesso (quasi sempre) accade a Spoleto. Interveniamo per dire la nostra, che non discosta molto da altre prese di posizione su quanto fatto dalla stessa amministrazione che da ok all’iter biomasse senza ascoltare i cittadini, che promette a parole trasparenza e partecipazione, salvo poi scordarsi quanto aveva promesso in tempo di elezioni e quanto sempre detto in riunioni pubbliche.

Oggi vogliamo parlare di numeri, di APO. Gli APO, parolona incomprensibile ai più, non sono i maschi delle api ma gli Apicali titolari di Posizioni Organizzative, cioè quelle posizioni riguardanti i Direttori Generali, Vicedirettori Generali, Direttori, Capi Delegazione, Capi Unità ed equivalenti – in generale le istituzioni provvedono alla loro copertura mediante concorsi “interni”, riservati ai funzionari comunitari, tuttavia in alcuni casi la selezione è aperta anche “all’esterno”, tramite appositi bandi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale.
Ma torniamo a noi. Come riportato da alcune fonti giornalistiche e dagli atti comunali, la giunta Benedetti con DGC n°223 ha dato mandato al Direttore Generale di stipulare per la cifra di 16.000 euro più IVA con la società Maggioli un accordo per redigere uno studio finalizzato all’analisi organizzativa dell’Ente Comune e al dimensionamento ottimale degli organici.
Ottimo! Una spesa pubblica per fare chiarezza, per capire dove poter tagliare, visto il momento di vacche magre.
Cosa diceva in sostanza questo studio un anno fa circa? Diceva che:
a) il rapporto tra abitanti e addetti-dipendenti comunali era di 135 invece dei 140-180 che in teoria servirebbero – unità addette in surplus;
b) il rapporto tra addetti e APO è di 10 piuttosto che di 20, cioè il doppio 1 APO ogni 10 invece che ogni 20 addetti;
c) il prelievo per tassazione locale per abitante dovrebbe oscillare tra 200 e 250 euro mentre per il Comune di Spoleto è pari a 432 euro.

Considerati i dati dello studio (costati 16mila euro più iva!) la giunta comunale ha creduto bene di dar seguito a questo studio passando da 27 a 24 dirigenti. Da 27 a 24? Solo un taglio del 10%? Ma non dovevano essere tagliati del 50% come diceva, qualche tempo fa, un esponente politico cittadino – raccogliendo anche delle firme per una forte riduzione degli sprechi e in particolare di figure dirigenziali nell’Ente – che oggi è tra coloro che hanno accettato l’incarico?

Per dare un ulteriore spunto di riflessione e qualche numero a fine comparativo: questa amministrazione ha previsto nella relazione programmatica per la manutenzione di TUTTE le scuole elementari del comune una cifra di 50.000 euro all’ANNO! E per tutti gli APO, invece, quanto si spende? Per il direttore generale? Per il segretario generale? In una città Toscana, Capannori, provincia di Lucca, che conta 46.000 abitanti hanno, ad esempio, concentrato su un’unica persona i ruoli di Direttore Generale e di Segretario Generale con un risparmio, rispetto a Spoleto, di circa 25.000 euro l’anno. Provate ad andare da un dirigente scolastico ad offrirgli 25 mila euro in più all’anno, vedrete che si accenderà come una lampadina dalla gioia.

Noi crediamo che un taglio del 30% possa portare ad un risparmio di circa 240 mila euro, un’enormità se si pensa al periodo di austerity che stiamo e dovremo attraversare.
Abbiamo letto numeri, li abbiamo constatati, li abbiamo interpretati. Forse è il caso che la giunta Benedetti dia un segno concreto nella direzione auspicata da tutti i cittadini spoletini.